x

x

Ulcera reflusso gastroesofageo

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno,
sono un ragazzo di 25 anni prima dello scorso agosto non ho mai avuto problemi di salute salvo una mononucleosi all'età di 18 anni.
ad agosto dopo circa un mese di continua stanchezza e inappetenza ho fatto una gastroscopia che come esito da' : segni evidenti di reflusso con ampia erosione giunzionale,caridias beante, gastropatia cronica diffusa , piloro pervio, bulbo indenne, biopsia per h.p negativa.
premetto che regnava da oltre un mese un febbricola di circa 37,2.
ho iniziato una terapia con pantopan 40 che ad oggi sto proseguendo e dovrò farlo per oltre un anno.
il risultato è che ad oggi purtroppo non digerisco niente sono sempre molto affaticato e per me sostenere la vita quotidiana comincia a diventare un problema.
da allora ho quasi sempre le feci molli e a volte passo periodi di stitichezza ( mai avuta).
il mio problema potrebbe essere un intolleranza alimentare ? il dottore che mi ha visitato dice che si tratta di un semplice caso di reflusso.
bah non so non ho mai avuto problemi digestivi in vita mia non è strano che tutto ciò arrivi di colpo? un mesetto prima delle ferie ho avuto un fungo preso in piscina... potrebbe essere lui il responsabile dell'esofagite? avevo delle macchie sul petto che dopo soli 3 gg con delle pastiglie datemi dal mio curante sono sparite.
Nel corso di questi mesi ho avuto 2 ( secondo il mio medico) coliche biliari con vomito e nausea.
vi chiedo se per cortesia potreste esprimere una Vostra cortese upinioni in merito alla mia patologia.

Cordialmente
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
La gastroscopia evidenzia una Malattia da Reflusso Gastroesofageo complicata da Esofagite.
Riguardo alla terapia è possibile che l'antisecretivo, con l'uso protratto nel tempo, possa dare problemi digestivi,
a tal fine sono utili anche procinetici ed il rispetto di norme antireflusso, come il rialzo della testiera del letto, l'abolizione del fumo e la riduzione di grassi, ad es.

Il <<fungo>> non ha nulla a che vedere con il reflusso.
Per le presunte >>coliche biliari>> le consiglio una verifica con ecografia addominale.


Cordiali Saluti

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
la ringrazio per la sua celere risposta.

pensa che a provocare la malattia da reflusso possa essere stata qualche intolleranza alimentare?
tipo lattosio glutine ecc? o celiachia? con la gastro se ne sarebbero accorti?


grazie ancora infinite



[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
No, il reflusso è legato a cause anatomiche.

Cordiali Saluti

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto