x

x

Fastidio e nausea

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno, sono un ragazzo di 25 anni, peso forma ideale. Per motivi lavorativi il mio stile di vita è sedentario e non pratico alcuno sport. Stato generale di salute buono, non riscontro particolari malesseri se non un fastidio abbastanza invalidante localizzato nel basso ventre sinistro, diciamo sotto l'ultima costa sinistra. Il problema non si manifesta sotto forma di un vero e proprio dolore quanto più di un fastidio localizzato che mi procura un senso di nausea abbastanza spiacevole dato che limita la mia produttività, sia fisica che mentale. L'insorgere del problema è più frequente dopo i pasti (specialmente durante l'ultima fase della digestione) anche se in linea più generale posso riscontrarne la presenza durante tutto l'arco della giornata. La nausea, per quanto talvolta tocchi livelli veramente alti, non si è mai evoluta in un attacco di vomito vero e proprio. Ciò nonostante posso dire che il disagio creato dal problema influisce prepotentemente sul normale svolgimento della vita quotidiana. A titolo di esempio mi è capitato di non poter incontrare persone o dilungarmi in discorsi che avrei voluto affrontare grintosamente proprio per questa sensazione di dover assentarmi da un momento all'altro a causa del vomito. Ho fatto gli esami del sangue, una visita presso il gastroenterologo e non è stato rilevato nulla di anomalo. Lo specialista mi prescrisse un antispastico, il quale non ha contribuito ad alleviare il problema. Spesso tale sintomatologia è associata a reflusso gastrico. Chiedo un vostro gentile parere affinché possiate indirizzarmi eventualmente verso visite specialistiche più approfondite o consigliarmi eventuali accorgimenti.
[#1]
Dr. Roberto Rossi Gastroenterologo, Chirurgo generale, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo d'urgenza 7,6k 207 8
I sintomi riferiti potrebbero essere in relazione con un reflusso e forse con una concomitante sindrome colica irritativa. Se però la terapia non è sufficiente a risolvere il problema potrebbero essere utili approfondimenti diagnostici.

Dr. Roberto Rossi

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio