x

x

Reflusso gastroesofageo, gastrite, lieve anemia

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno,

a seguito di un'infiammazione cronica della laringe-faringe e tosse persistente dopo i pasti, il medico mi ha invitato a eseguire un'endoscopia digestiva.
Vi riporto i risultati della gastroscopia e biopsie:

L'esofago, al terzo inferiore, presenta alcune erosioni longitudinali ben riepitelizzate e due solo parzialmente riepitelizzate.
La linea di giunzione esofago-gastrica è situata a 39 cm dall'arcata dentaria.
Il cardias è beante ma non presenta sicuri segni endoscopici di ernia iatale da scivolamento.
Lo stomaco si distende bene e contiene modica quantità di secreto chiaro.
Indenne il settore corpo-fundico. Nell'antro la mucosa è appena marezzata. Si eseguono biopsie nell'antro, in sede angolare e nel corpo.
Il piloro è regolare.
Nella norma il duodeno esplorato fino in seconda porzione.

ESITO BIOPSIE:

Lembi di mucosa gastrica di tipo antrale con lieve e focale flogosi cronica.
Lembi di mucosa gastrica di tipo transizionale priva di modificazioni strutturali di rilievo.
Lembi di mucosa gastrica di tipo fundico priva di modificazioni strutturali di rilievo.
Helicobacter-pylori: negativo.


Ho fatto anche le analisi del sangue, in cui è risultato tutto nella norma tranne i globuli rossi e emoglobina che sono leggermente al di sotto dei valori medi. Ho spesso afte in bocca, lingua arrossata, capelli fragili....(sembrano sintomi da anemia..), chiedo quindi:

1) in base ai risultati endoscopici, quale potrebbe essere la diagnosi?
2) esiste una correlazione tra i problemi a livello di stomaco e la leggera anemia? dovrei fare degli esami di approfondimento?
3) ho saputo che il reflusso può dipendere da problemi meccanico-muscolari a livello diaframmatico o anche da patologie posturali...io credo di rientrare in tali categorie: ho un blocco diaframmatico (cioè rimane teso verso il basso) e anche una cifosi dorsale dovuta probabilmente a scarsa attività fisica. Potrei quindi trarre giovamento rivolgendomi a un fisioterapista per correggere innanzitutto i problemi muscolari e ripristinare così il fisiologico funzionamento del cardias?


Ringrazio in anticipo per l'attenzione.
Cordiali Saluti.
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
1) MRGE: Malattia da reflusso Gastroesofageo;
2) nel suo caso no;
3) è improbabile poichè la beanza cardiale è legata ad una ipotonia sfinteriale.

Prego

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente

Grazie per la gentile e chiara risposta, dottore.
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Si figuri.

Prego
[#4]
dopo
Utente
Utente

Avrei un'ultima domanda: ogni tanto, diciamo in media una volta ogni due settimane, mi capita di avvertire, dopo i pasti, un senso di gonfiore dello stomaco con nausea. Mi pare quasi che la digestione sia laboriosa e lenta. Ma la cosa più fastidiosa è che in questi momenti avverto anche un senso di debolezza fisica/muscolare e stordimento. Tengo a precisare che di natura ho la pressione un po' bassa rispetto alla media...intorno a 110/70.

Quale potrebbe essere la causa? Il reflusso gastroesofageo potrebbe avere un legame con questi sintomi? Dovrei forse fare degli esami di approfondimento?

Grazie di nuovo per l'attenzione.
[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Potrebbe esserci un problema di aerofagia.

Naturalmente i limiti del consulto online non consentono di visitarla.

Sarà utle parlarne con uno specialista gatsroenterologo.

Prego

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio