Utente
Salve, lo scorso lunedi sera ho accusato a partire dalle ore 23 un forte dolore al torace, con irradiazione alle spalle ed alla schiena, tale da non permettermi di dormire fino alle ore 14 del giorno successivo. La sola posizione assumibile che mi permettesse di respirare senza dolore era in piedi o seduto con busto quasi complrtamente verticale, il respiro era affannoso e non potevo effettuare respiri profondi se non a costo di dolori molto forti. I dolori sono continuati seppur scemati nei due giorni successivi, accompagnati da febbre da 37,3 a 38,5. Il mio medico dopo visita ha liquodato la cosa attribuendola ad un virus, ma essendo gia il terzo episodio in un anno dubito della correttezza della diagnosi. Comunque i dolori e la febbre sono scemati sino a scomparire del tutto ieri, ma mi e' rimasto un forte affanno, ho assunto plasil e tachipirina per 2 giorni. Tutti gli episodi si sono verificati in corrispondenza ad un pasto serale eccessivo in due occasioni ed a base di funghi nell'ultimo. A fronte del primo episodio, essendomi preoccupato per i forti dolori al torace ho fatto una visita dal cardiologo che ha escluso problemi in tal senso.la diminuzione dei dolori e' stata in tutti gli eventi parallela al completamento della digestione ed alla emissione di aria , non ho mai avuto dolori di tipo gasrtico ne bruciori o reflusso di alcun tipo.Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione, saluti Alessandro.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di una distensione gastrica con sintomatologia riflessa. Il sintomo si é ridotto con l'emissione di aria ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, effettivamente tutte le volte che si e' verificato, ho avuto sollievo progressivo in concomitanza alla emissione di aria, aggiungo che, nei giorni a seguire, ho sempre avuto (come ora) acidita' di stomaco.
Nel caso cio' confermasse la sua diagnosi, quali accertamenti mi consiglia di fare?

Grazie ancora e buona giornata.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Può essere utile una ecografia, una gastroscopia e terapia con antisecretivi, procinetici ed antiacidi. Inoltre seguire accorgimenti dietetici per ridurre il gonfiore gastrico. Ovviamente concordando il tutto con il suo medico.

Ecco un articolo di utilità:

https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/990-il-peso-sullo-stomaco-ossia-la-cattiva-digestione.html


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie molte per le sue indicazioni, le seguiro'sicuramente.
Cordiali saluti.
Alessandro

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Buon WE Alessandro.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it