Utente 327XXX
Salve,
sono un uomo che pratica autoerotismo con stimolazione anale anche con l'uso di toys ad uso esclusivamente personale e osservazione igiene. Mai praticato sesso anale in coppia. Sono anche un po' stitico. Ho scoperto di avere le emorroidi (almeno credo!). Praticamente l'ano, piu' verso l'interno (è evidente divaricando un po') è circoscritto da un contorno violaceo che prosegue poi con due sottili linee verso lo scroto. La cosa che mi preoccupa maggiormente è che nella zona anale, sul contorno violaceo, sono comparsi dei piccolissimi puntini bianchi, come dei piccoli brufoli da meno di un millimetro. Il tutto non mi da alcun fastidio, ne' dolore ne' prurito. Vorrei sapere intanto se si tratta di emorroidi, cosa sono i puntini bianchi e che rimedio posso tentare prima di, eventualmente, una visita specialistica.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta di emorroidi ed il quadro dovrebbe rientrare nella normalità. Ovviamente é necessaria una visita proctologica per capire il significato di tali puntini bianchi.


Cordialmente te


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 327XXX

Grazie, grazie mille x il celere riscontro e, ovviamente, provvedero' a prenotare visita proctologica che pero' nn potro' fare nel breve poiche' impegni di lavoro mi tengono fuori sede.
Nel frattempo, con tutte le riserve relative al mezzo di consulenza a distanza, non potrebbe formulare qualche ipotesi circa i puntini bianchi? Sono particolarmente preoccupato. Ripeto che trattasi di piccole puntine chiare (l'ispezione è stata effettuata con foto con flash da cellulare) tipo bollicine /foruncoli molto piccoli, nn tanti ma qualcuno anche vs. lo scroto sulle linee scure oltre che all'interno (un mezzo centimetro) dell'ano sempre sui contorni scuri.
Le sarei particolarmente grato.
In ogni caso complimenti x l'iniziativa.
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Potrebbero essere le comuni ghiandole anali....

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 327XXX

......a livello di immagini che ho trovato in rete, mi auguro di sbagliarmi, ma tutto riconduce a condilomi.
Non riesco veramente ad immaginare quale potrebbe essere stato il mezzo di trasmissione!!
Come ho gia' detto MAI avuto rapporti anali se nn per autoerotismo.
Come potrebbe essere possibile?

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quindi, non dovrebbe essere questa la patologia ....

Attenda la visita specialistica.


Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 327XXX

Gentilissimo,
purtroppo la visita Proctologica ha confermato che si tratta di condilomi!
Sono, oltre che spaventato, stupito!!
Al Proctologo ho raccontato tutto cosi' come ho scritto qui ma, a dire il vero, non mi è stato molto di aiuto per capire come possa essere accaduto o, comunque, non sono rimasto soddisfatto poiche' continuo ad associare l'uso di attrezzi per la stimolazione anale ( magari non sempre igienizzati con l'uso di sapone ma solo con acqua corrente), e quindi le frequenti lacerazioni anali che mi hanno potuto esporre, mentre il Medico non ha confermato tale possibilita' o comunque no ha riposto molta attenzione!
L'unica cosa certa è che il tutto è stato favorito da una scarsa difesa immunitaria...e questo mi spaventa ancor di piu'!!
L'unico rapporto a rischio l'ho avuto con una donna circa 20 anni orsono e, dopo l'ultimo rapporto, trascorsi circa un paio di mesi feci varie analisi compreso HIV che risulto' assolutamente negativo. Non ho nessun sintomo legato a scarsa difesa immunitaria....sono forte come un toro, non prendo mai un raffreddore...mai febbre, mai niente di niente, nessun disturbo di nessun genere!!! Solo tanto...tantissimo stress lavorativo...molte preoccupazioni ( da sempre, non solo in quest'ultimo periodo) questo si.
Ho letto da qualche parte che lo stress puo' essere causa......
per il resto sono ovviamente e quotidianamente esposto all'uso di bagni in comune in ufficio e contatti frequenti con tantissime persone......
Ma come puo' essere accaduto? Puo' aiutarmi a tranquillizzarmi?
Inoltre mia moglie non ha nulla...almeno da una ispezione pare di no.....è possibile?
Adesso ho pianificato intervento chirurgico (mi dice che necessitano almeno tre sedute e poi un controllo dopo sei mesi) con laser ma leggo ovunque che la loro rimozione non risolve il problema......
Inoltre, è vero che me ne sono accorto da poco ma potrei averli da chissa' quanto......magari anni?
Questo potrebbe essere un problema ancor piu' grave?
La ringrazio in anticipo per la ambita risposta.

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non penserei a problemi più gravi. Bisogna purtroppo prendere atto della diagnosi anche se non é ben chiara la via di trasmissione. Ed in questo é difficile anche per me darle un aiuto.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it