Utente 156XXX
Buonasera Dottori,

Sono un ragazzo di 25 anni.A seguito di problemi digestivi ho fatto una gastroscopia:

Esofago: viscere tubiliforme. Linea Za 38 cm e pinzettatura diaframmatica a 41 cm.struttura cardiale incontinente. La mucosa si presenta di aspetto normale.
Stomaco: lago mucoso chiaro. Angulus e piloro regolare.La mucosa dell’antro si presenta eritematosa e morbiliforme. Nulla al fondo e corpo. Biopsie in antro e corpo.
Duodeno:bulbo e seconda porzione duodenale nella norma.

CONCLUSIONE: ernia iatale da scivolamento.

Il referto istologico riporta invece:
A) Gastrite cronica lieve della mucosa di tipo antrale. Negativa la ricerca di microrganismi del tipo Helicobacter pylori.
B) Gastrite cronica lieve della mucosa di tipo corpale. Negativa la ricerca di microrganismi del tipo Helicobacter pylori.

Ad oggi sto prendendo Emanera 40 mg (Esomeprazolo) una volta al giorno, la sera anche un cucchiaio di Gaviscon. A tutto ciò, da circa tre mesi, si è aggiunta una tosse (talvolta secca, talvolta con poco poco catarro) che mi accompagna da quando mi sveglio fino a quando vado a letto. Invece di notte non tossisco per niente. Soffro di allergia agli acari e assumo ancheAircort spray nasale 100 mcg+ alvesco 160mcg. Il mio sintomo è una sorta di “solletico” in gola. D’estate di tosse non ne avevo

Avrei un po’ di domande da farvi:

1) appena mi sveglio la mattina sento un “rumorino” in gola, come delle bollicine di acqua gasata che scoppiettano. Il medico di base dice che per lui è reflusso, che porta poi anche alla tosse. È possibile?
2) Esistono altri esami più specifici per capire se la mia tosse deriva effettivamente da reflusso? O la gastro. fornisce già abbastanza risultati?
3) è possibile provare a fare dei cicli di aerosol per provare ad attenuare la tosse? (di solito usavo Clenil 2ml + Solmucol 300 mg/3ml)
4) Questa tosse persistente, seppur non mi dia così tanto fastidio, può portare sul lungo periodo a conseguenze più gravi a livello dei polmoni o della gola/esofago/altro? È secondo voi il caso di fare una radiografia polmonare? una decina di anni fa ero nella stessa situazione di oggi in quanto a tosse (non avevo però problemi di stomaco di alcun tipo) e il medico mi aveva fatto fare una radiografia ai polmoni. Esito negativo, tutto ok.
5) Ho letto che l’assunzione di inibitori di pompa protonica può favorire ritardi nell’andare a rendersi conto di patologie ben più gravi: è vero? Se sì, ogni quanto mi consigliate di fare una gastroduodenoscopia?

Ci tengo a precisare che a gennaio appena finite le vacanze andrò da un gastroenterologo.

Confido in una vostra risposta! Buone feste nel frattempo!
Buona Serata

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Deve rispettare norme e terapia antireflusso (magari con l'aggiunta di procinetici).
Se la tosse è di natura reflussoria ne trarrà beneficio,
altrimenti dovrà ripiegare su altre cause, magari di area ORL-Pneumologica.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 156XXX

Grazie Dottore!

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ci mancherebbe.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera, nuovamente,

Il 4 febbraio farò la visita gastroenterologica. Nel frattempo vi chiedo un'informazione: da 4/5 giorni quando deglutisco sento come un fastidio alla schiena, a livello più o meno dello sterno. Specifico che, masticando molto più lentamente e mandando giù meno cibo alla volta, il fastidio è quasi inesistente. Di solito non mangio esageratamente veloce....sì un po' ma non sono una scheggia! Può essere legato ai problemi che mi sono già stati diagnosticati? In compenso, con esomeprazolo 40 mg una volta al dì riesco a digerire senza problemi, salvo qualche leggerissimo mal di pancia sporadico. Passato un sintomo ne è comparso un altro =(


Grazie in anticipo!

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Probabilmente ingoia aria in eccesso (aerofagia).
Ne parli con lo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 156XXX

Grazie Dottore! gentilissimo, le farò sapere l'esito della visita!

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

A presto
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera Dottori,

Ho ritirato oggi le analisi del sangue, da portare settimana prossima al gastroenterologo e domani al medico di base. chiedo anche a voi perchè un parere in più penso non faccia mai male, sopratutto quando a darlo sono dei professionisti! Vi elenco i valori fuori dai range di riferimento:

Leucociti: 2,7 (Range 4 - 10)

Contenuto medio emoglobina 32,5 (26-32 range)

Concentrazione media emoglobina 36,1 (32-36 range)

granulociti neuotrofili 35,5 (40-75 range)

linfociti 49,4 (20-45 range)

colesterolo HDL 27 (40-60 range)

urobilinogeno 2 (0-0,2 range)

peso specifico 1027 (1005-1020 range)

adesso il dato che più mi lascia perplesso: helicobacter pylori - Anticporpi IgG 26 (range: prsenti se >20, ma dubbio se compreso tra 20 e 24, inferiore a 20 assente). Questo dato è attendibile? come mai con la gastroscopia non è "saltato fuori" in precedenza, visti i miei ocntinui problemi di digestione? 26 è più vicino al range del dubbio o delle certezza di avere l' HP? lo chiedo perchè già prendo molte medicine da diversi mesi (aricort, aerius, omeprazolo, più un broncodilatatore 2 volte al dì) e, se possibile, vorrei evitare di prendere anche gli antibiotici per un batterio che esiste nel mio stomaco (forse?). se poi agigungo il fatto che i sintomi si placano ma non mi passano....la mia voglia di prendere medicine si sta abbassando, mentalmente ovviamente, quel che devo prendere lo prendo.

Gli altri valori sballati sono dei campanelli d'allarme che voi sappiate? riconducibili forse all' HP?

Gli altri valori sono nella norma, compresa un'eventuale celiachia, richiesta da me al medico, perchè non so più che fare per digerire come la gran parte delle persone, senza però assumere omeprazolo 40 mg. Non sembra ma dopo un anno così, almeno per me, la situazione un pochino è pesante: ultimamente mangio moltissima verdura (no pomorodri, sì carote, insalata e patate bollite), frutta (specialmente mele e kiwi), lenticchie, spesso riso poco condito, pasta poco condita, limito al massimo i dolci, niente cioccolata, niente roba con le spezie, niente thè e caffè, niente alcolici (questi ultimi proprio MAI). ogni tanto mi concedo una pizza fuori (con le verdure grigliate di solito, niente salsiccia wurstel o robe simili) e tuttavia mi rendo conto che, pur assumendo l'esomeprazolo, spesso fatico a digerire, o comunque impiego molto tempo. inoltre molto spesso bevo molta acqua, durante l'arco della giornata...c'è di peggio lo so, ma egoisticamente io guardo come sto io....

Inoltre, dal 4-5 gennaio per sei giorni di fila ho assunto un antibiotico: amoxicillina (825 mg se non ricordo male) e acido clavulcanico (125 mg) a seguito di un broncospasmo causato probabilmente dall'allergia (ho dormito in una stanza con la moquette per un certo periodo di tempo, 10 giorni circa).

Spero in una vostra risposta, grazie!


Buona serata!

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La presenza di anticorpi contr l'HP non indica se il germe è ancora presente nell'organismo,
pertanto l'utilità di tale riscontro è molto relativa.

<<assumendo l'esomeprazolo, spesso fatico a digerire, o comunque impiego molto tempo>>,
è ovvio che i PPI riducendo l'acidità gastrica possano compromettere le capacità digestive,
la ricerca di un equilibrio digestivo è uno dei punti che dovrà affrontare il suo gastroenterologo

La sua leucopenia ritengoo vada indagata dal suo curante.

Saluti cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera!
Giusto per dover di cronaca ,dopo mesi di incertezze sono stato proprio poche ore fa dal gastroenterologo. Visita molto scupolosa. Ha escluso quelli che per lui sono "segni d'allarme" (sintomi che io non ho MAI avuto). L'esomeprazolo da 40 mg lo ha ritenuto eccessivo, pertanto mi ha consigliato di passare al 20 mg da prendere sopratutto nei cambi di stagione. Al momento (cioè in piena stagione) quindi devo sospenderlo e vedere se riesco a star meglio assumendo all'occorrenza degli antiacidi (malox/gaviscon). Se l'assunzione degli antiacidi dovesse essere molto ricorrente dovrei tornare al 20 mg di omeprazolo. Se vedo che sono stressato, dovrò prendere prima dei pasti 15 gocce di XXXX (lesopride o qualcosa di simile non capisco bene dal referto della visita), un farmaco da banco comunque.
Secondo lui la tosse non è legata al mio stomaco dato che con l'omeprazolo sarebbe passata. Non mi rimane che l'acaro quindi, proseguo con gli antistaminici (che mi fanno star meglio rispetto a prima).

Grazie dei consigli e di avermi sempre risposto velocemente.

Buona serata


PS: gli esami del sangue li riferò a breve così come anche una ecografia all'addome per scongiurare un eventuale fegato grasso, che a dire del dottore di oggi potrebbe influire anche sull'allergia se non curato!

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Saluti Cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera Dottori,

Purtroppo, torno a scriverVi. L'ecografia all'addome non ha evidenziato nulla di anomalo, per fortuna. Tuttavia, la tosse ultimamente è cambiata, non ho più le sensazione di fastidio nel respirare che avevo in inverno. Però ho del catarro che non va nè giù nè su e che mi porta a dover schiarire la voce tossendo spesso durante il giorno. Il catarro è generalmente bianco e denso, le poche volte che riesco ad espellerlo. Un otorinolaringoiatra mi ha detto che dal suo punto di vista non vede nulla di preoccupante se non una gola arrossata. Mi consiglia visita pneumologica e un esame (PFR). Ho fatto una rx al torace, esito per fortuna negativo e un test alla metacolina, anch'esso negativo.
Per dieci giorni ho accusato dolore a deglutire, poi il dolore è cessato dopo aver preso una compressa di gaviscon una sera. Ho contattato il mio gastroenterologo riferendogli che secondo l'otorino l'infiammazione della gola e il cattarro bianchi sono sintomi di MRGE. Quindi mi ha consigliato di assumere esomeprazolo 20 mg una volta al giorno. Lo sto assumendo al mattino, faccio bene? Per quanto lo devo assumere? nella mail non me lo ha specificato.....
Nel frattempo ho cambiato ulteriormente la mia alimentazione, migliorandola: prediligo cibi di origine vegetale, mangio veramente poca carne che ho sostituito con legumi, fagioli e pesce.

Dopo una settimana di esomeprazolo 20mg mi sembra di stare un pochino meglio ma comunque non sono ancora al 100% e soprattuto c'è il giorno che ne ho un po' di più e giorni che ne ho un po' di meno. Forse è dovuta allo stress? Da un anno ho la ragazza che vive all'estero, di certo questo non aiuta, potrebbe essere la causa?

Vi ringrazio in ancitipo,
Buona serata
G.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Lo stress ha la sua importanza e la sua influenza sui sintomi reflussori.

La terapia va assunta almeno 4 settimane,
ma la tempistica non può essere decisa online per ovvi motivi.
Ricontatti il suo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente 156XXX

Gentilissimo come al solito Dottore!

Lunedì torno dal mio medico di base e chiedo consiglio. Poi al limite richiedo al gastroenterologo. Grazie del supporto.

Buona domenica
G.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Buona domenica anche a lei
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera Dottori,

Vi riaggiorno sulla mia situazione....La tosse era quasi del tutto scomparsa se non fosse che per una decina di giorni ho deciso di "trasgredire"....a 26 anni starete pensando giustamente a una decina di giorni libertini bevendo alcolici e compagnia bella. Invece no, ho mangiato del cioccolato perchè anche io sono umano!!!! Circa 100 grammi al giorno, ho voluto togliermi lo sfizio perchè stavo bene e perchè da un anno sono in regime alimentare ultra regolare e salutare. Poi sono stato al mare tre giorni e ho mangiato con amici focacce come fan tutti e ogni tanto al ristorante. Morale della favola: la tosse è tornata =(.
Non è tosse di bronchi ma il colpo di tosse deriva dalla necessità di schiarire la gola, che l'otorino aveva già trovato arrossata.
A questo punto, anche se non ho la minima voglia, a settembre farò l'esame delle 24 ore per valutare la natura del reflusso (acida, gassosa, ecc....), si chiama pH-impedenziometria esofagea multicanale, giusto? ho letto l'articolo molto interessante proprio su questo sito: https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/951-reflusso-gastroesofageo-come-ottenere-una-diagnosi-perfetta.html

Inoltre Vi chiedo: l'otorinolaringoiatra mi aveva guardato in gola con un aggeggio dopo averla scaldato penso per disinfettarlo. è una laingoscopia indiretta? Se sì, è scienfiticamente affidabile? o la conferma oggettiva l'avrei con una laringoscopia diretta?

Se avete altri esami che possano avere un senso per compredere la mia sintomatologia, Vi prego di segnalarmeli e con il medico di base valuterò se farli o meno. Scusatemi la "fretta" che ho nel volerli fare ma sto programmando di andare all'estero e vorrei chiudere il quadro lato esami prima di partire, dato che dire ad un dottore che ho bisogno di fare la larnigoscopia in tedesco mi pare molto arduo...

Vi ringrazio in anticipo e mi complimento nuovamente con Voi per il servizio offerto!

Buone vacanze!
G.


EDIT: dimenticavo una cosa da chiedere. Se pratico sesso orale alla mia ragazza (tampone negativo ad HPV ed altri batteri/microrganismi) la situazione della mia gola può peggiorare? Questa rinuncia sarebbe tragica per me a livello psicologico ed emotivo

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
EDIT: gli esami diagnostici utili per il reflusso sono:
- gastroscopia,
- pHmanoimpedenzometria.

Il resto da lei citato non ha alcuna relazione con tale problematica,
compreso l'ORL (che non è lo specialista idoneo) ed il sesso orale!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente 156XXX

Grazie. Contentissimo per il sesso orale.
La gastroscopia l'ho già fatta a fine 2013, vorrei evitare di rifarne un'altra nel medio periodo (un anno almeno....) visto il costo e l'invasività, pur non essendo dolorosa. Mi farò prescrivere la ph manoimpedenziometria dal medico di base. Dunque lo specialista idoneo sarebbe solo il gastroenterologo anche per il tratto "alto" (gola, laringe, faringe, ecc..)?


G.

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il <<tratto alto>> è (eventualmente) coinvolto
per responsabilità del <<tratto basso>>,
pertanto la competenza è del gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente 156XXX

Dottore lei è veramente gentilissimo non mi stancherò mai di dirglielo!
Le farò sapere.

La saluto
G.

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla e auguri.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente 156XXX

Buonasera Dottori,

Ho ritirato l'esito della ph impedenziometria:

"Esame francamente positivo per MRGE. Si evidenziano 91 reflussi distali e 28 reflussi prossimali a quasi totalità acida. Tempo di esposizione acida dell'esofago > del 50 % (studiando bene tutti i dati ho letto il 50,9%). Score di DeMeester 114, francamente patologico."



Se devo essere onesto, sono rimasto molto molto scioccato dall'esito, specialmente per il "colloquio informale" che ho fatto con il chirurgo all'atto del ritiro. Mi dice che ho un' elevata positività e che è GRAVE. Per quanto gli riguarda, con questi dati ci sono tutti gli estremi per far una rx con contrasto all'esofago e una manometria per poi valutare un intervento al cardias incontinente. Altre vie per lui non ce ne sono. Dice che se vado da un gastroenterologo (prenoto una visita a brevissimo....) mi dirà di prendere dell' omeprazolo a vita. é anche del parere che questi reflussi acidi ci siano da anni. Mi ha spiegato grossolanamente come funziona l'intervento in laparoscopia al cardias (incontinente da una gastroscopia di 12 mesi fa), dato che secondo lui i miei sintomi sono riferibili a quello e non all'ernia iatale (da scivolamento, 2 cm).

è stata una doccia gelata per me, ero tranquillo dato che ora tossisco solo ogni tanto e ho però sempre solo una sensazione di lieve prurito in gola che ormai ho imparato più o meno a sopportare. In attesa di una visita dal gastroenterologo, sapreste dami un parere/una parola di conforto su quanto mi han detto oggi? Mi rendo conto che a mondo c'è di peggio, ma a 26 avere tutti sti problemini continui mi fa sentire una mosca bianca.

La sala operatoria mi spaventa e vorrei evitarla a TUTTI i costi (benvengano le alternative, se ce ne sono.....), e poi vorrei chiedervi: sono un buon candidato all'esofago di Barrett con tutto quell'acido?

Grazie in anticipo,

Cordiali saluti,
G.