Utente 281XXX
Carissimi Dottori e staff di Medicitalia innanzitutto grazie per il prezioso contributo che riuscite a dare tramite i vostri consulti online e grazie soprattutto per la bontà con cui impiegate il vostro prezioso tempo nel dare indicazioni utili a chi ne ha bisogno. Ma veniamo al quesito. Da poco più di un mese mi sono accorto che dopo aver defecato e quindi durante il momento della pulizia con carta igienica, alla quarta/quinta "passata" di carta ho rilevato sulla stessa minuscole tracce di sangue rosso vivo sempre separate dalle feci. A questo punto ho iniziato ad osservare anche le feci nel water ma non ho rilevato mai tracce di sangue.Inoltre subito dopo aver defecato avverto un fastidio in zona anale e ho visto che al tatto ho due rigonfiamenti compatibili con emorroidi. Tali emorroidi dopo la defecazione rientrano spontaneamente. Premetto che nell'ultimo anno, anche a seguito dell'altro consulto richiesto in altra sezione in cui mi veniva consigliato di scendere di peso, ho seguito una dieta ipocalorica consigliatami da un nutrizionista perdendo 16 kg ed ho smesso di fumare. Purtroppo negli ultimi due mesi non ho seguito alla lettera la dieta, che prevede l'assunzione di carboidrati, carne, pesce pesati e frutta e verdura in quantità con limitazione sui condimenti ed ho mangiato meno pasta e verdure.Il risultato è stato che non vado più in bagno una volta al giorno ma ogni due/tre giorni e di conseguenza le feci non sono più morbide ma dure. A seguito di tali disturbi, subito dopo Natale, mi sono recato dal medico curante il quale, dopo aver ascoltato tutto questo che sto dicendo a voi e senza avermi visitato, mi ha prescritto la crema preparazione H da applicare in zona anale per una decina di giorni in quanto sicuramente trattasi di emorroidi. Durante la cura e fino a ieri sera il problema delle tracce di sangue sulla carta igienica sembrava risolto. Purtroppo ieri sera si è ripresentato sempre nella solita forma e sempre alla quarta/quinta passata di carta igienica. Preciso che l'alvo non risulta variato (se per alvo si intende l'alternanza stipsi/diarrea ovvero non ho mai diarrea) e che non presento altri sintomi degni di nota. Sarebbe gradito un vostro parere (sempre con i limiti della valutazione a distanza) e un consiglio su come devo procedere per risolvere la problematica. Non vi nascondo che la cosa mi causa preoccupazione e a volte, pur sentendone lo stimolo, sono tentato di non andare in bagno subito per paura di ritrovarmi di fronte a quelle piccole macchie di sangue. Grazie di cuore

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Il sangue che rinviene sulla carta igienica è con ogni probabilità di origine emorroidaria. Non sembrano esistere in base alla sua descrizione ,motivi di preoccupazione.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 281XXX

Carissimo professore grazie innanzitutto per la celere risposta. Nel post precedente ho dimenticato di scrivere che altre volte (a memoria da 15 anni a questa parte) si era presentato questo sintomo e sempre in concomitanza con periodi di feci dure solo che la durata del sintomo era di soli 3/4 giorni. Altra cosa che ho omesso è che ho familiarità con cancro al colon in quanto a mio padre nel 2011 è stato asportato un cancro al colon destro per fortuna senza gravi conseguenze vista la stadiazione. Per tale motivazione, e tenendo presente la sintomatologia che le ho riferito, mi consiglia di seguire le linee guida sulla prevenzione e quindi eseguire la colonscopia dopo i 50 anni (mio padre al momento della diagnosi ne aveva 63) oppure anticipare ed eseguirla adesso a 40 anni? Grazie infinite

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Senza segni di allarme non è indicat una colonscopia prima dei 50 anni. È invece opportuno eseguire la ricerca del sangue occulto che non deve essere confuso con le minime tracce di sangue rilevate sulla carta igienica.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 281XXX

perfetto! proverò innanzitutto ad ammorbidire le feci con un'alimentazione ricca di fibre e bevendo tanta acqua. Dopodichè seguirò lo screening tramite colonscopia nei tempi che Lei ha indicato. Nel frattempo lasci che la ringrazi per la gentilezza, la celerità e la professionalità con cui ha risposto ai miei quesiti. Buon lavoro