Utente
Gent.mi Dottori,
Vi scrivo per ricevere un Vostro parere.

Ad inizio anno, in seguito ad un episodio di copioso sanguinamento anale, ho effettuato una colonscopia, fortunatamente negativa.
Di seguito l'esito "Si esplora il colon sino al cieco. Ileo terminale normale. Colon con decorso tortuoso, di calibro e plasticità conservati, austratura povera. La mucosa è rosea e liscia con normale disegno vascolare. Non lesioni del margine anale in retroversione. Conclusioni: ileo e colon di aspetto normale, con decorso colico tortuoso".

La colonscopia si è resa necessaria perché è dall'adolescenza che soffro di dolori addominali più o meno frequenti e l'episodio di sanguinamento ha allarmato anche il mio medico curante. Invece quest'ultimo episodio sembra essere dipeso dalla rottura di una vena.

Ora Vi scrivo perché ieri ho avuto una colica addominale fortissima: la pancia era rigidissima e non riuscivo a stare nè in piedi, nè seduta nè distesa. Questi episodi per fortuna sono sporadici, mentre molto spesso si formano dei "blocchi" di feci sul lato sx (tuttora ne è in corso uno) che mi provocano forti dolori che si irradiano fino alla schiena.

In questi casi come devo agire? Posso prevenire in qualche modo il formarsi di questi blocchi con una dieta particolare, anche alla luce di quanto emerso dalla colonscopia?
Un tempo utilizzavo le supposte di glicerina, ma ho abbandonato questo rimedio in quanto, dopo aver sciolto un pò il blocco di feci, mi provocavano molta aria con conseguenti forti dolori intestinali.

Specifico che io sono di corporatura magra e adotto un'alimentazione sostanzialmente sana, mangiando molta verdura e cibi ricchi di fibre. Inoltre faccio attività sportiva almeno due sere a settimana. Proprio per questi motivi non so più cosa devo fare per ridurre al massimo questi problemi intestinali piuttosto debilitanti.
Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Perché parla di blocco di feci ? realmente è stitica in questi frangenti ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Cosentino,
vado abbastanza regolarmente in bagno, anche se tendo alla stitichezza. Proprio quando questa regolarità si interrompe, mi capita che si formino questi -che io chiamo- "blocchi di feci" facilmente palpabili con le dita di una mano (a meno che non si tratti di rigonfiamenti duri del colon sx) con relativa estrema difficoltà di evacuare e sensazione di pesantezza/dolore all'addome.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si trata, da come descrive, di una sindrome da defecazione ostruita e vedo utile una valutazione gastroenterologica.




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Cosentino,
La ringrazio molto per la risposta.
Dunque è il caso di fissare una visita specialistica. Nel frattempo, secondo la Sua esperienza, vi è una dieta consigliata da adottare affinchè non si formino questi "blocchi" intestinali?
Io già da tempo, per esempio, ho rinunciato del tutto a legumi e ad alcuni tipi di verdure, come i cavoli, che mi provocano tantissima aria in pancia. Mi conferma, infatti, che anche l'alimentazione gioca un ruolo importante!?
Buona giornata.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Anche l'alimentazione può influire. Eviti tutto ciò che provoca meteorismo ed assuma qualche probiotico con inulina.

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Gent.mo Dott. Cosentino,
ieri mi sono recata in farmacia e, seguendo il Suo consiglio, ho acquistato "Enterolactis Duo", probiotico con inulina, consigliatomi dal farmacista come tra i più efficaci.
Ho assunto subito una prima bustina prima di cena, ma gli effetti non sono poi stati dei migliori. Posto che volevo qualcosa di fresco da mangiare, ho cenato con un'insalatona (rucola e insalata mista) con qualche filetto di tonno e sfilacci di cavallo e un pacchetto di crackers integrali, bevendo solo acqua naturale.
Dopo un'oretta ho iniziato a sentire la pancia in movimento e tante "bolle d'aria" (soprattutto nella parte sx del ventre) con relativo forte fastidio/dolore. Ho avuto anche stimolo di defecazione, producendo poche feci e abbastanza morbide.
E' normale che sia accaduto quanto descritto? Il corpo deve abituarsi?
La ringrazio ancora molto.

P.s. Se mai fosse utile come informazione, aggiungo che una gastroscopia effettuata anni fa ha riscontrato la presenza di ernia iatale con relativo reflusso gastroesofageo e gastrite.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ernia non c'entra e il sintomo può essere l'effetto del probiotico assunto .....


Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it