Utente 348XXX
Salve,
sono un ragazzo di 32 anni, e da 8 anni ormai soffro di bruciori di stomaco,
all’inizio avevo una forte nausea oltre al bruciore e sentivo come se ci fosse qualcosa che mi ribolliva nello stomaco, poi per un po’ di tempo i sintomi si sono alleviati,
ma poi il bruciore è ricomparso di nuovo, ma senza più quella nausea.

sono normopeso, ma con un po di pancia,

quasi tutti i giorni sento questo fastidioso bruciore di stomaco che va e viene,
magari si presenta per un po’, poi scompare per qualche ora, e poi si ripresenta di nuovo,

ho notato che ne soffro di più quando sono a letto a pancia in giù, e a digiuno,
dopo aver mangiato invece in genere sto meglio,

mi sembra inoltre di avere un eruttazione eccessiva,

anche quando mi abbasso per legare i lacci delle scarpe, sento quel bruciore e mi viene eruttazione,

prendendo il maloox o il gaviscon quando ho il bruciore, questo diminuisce o passa, ma dopo un po’ si ripresenta,

ho fatto una cura con lansoprazolo 30 per un mese e mezzo sotto consiglio del mio medico,
e il bruciore è svanito, mi sembrava di avere solo un po’ di eruttazione, ma forse era normale, non so,

purtroppo quando ho smesso di assumere il lansoprazolo, nel giro di 3-4 giorni il bruciore è tornato.

Ora sto prendendo il lansoprazolo 15 e il bruciore passa per 3-4 giorni, dopodiché ritorna e sono costretto a prendere un'altra compressa.

Ho fatto anche sotto consiglio del mio medico le analisi del sangue per la ricerca degli anticorpi contro l’Helycobacter, ed sono risultati negativi,

non ho dolori di stomaco, anzi devo dire che io il dolore di stomaco non so neanche cosa sia, visto che non mi ha mai fatto male,
e non ho problemi a digerire, o almeno così sembra,

Cosa può causarmi questo problema? ….. Che mi consigliate di fare?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Reflusso?
Sarebbe utile eseguire una gastroscopia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 348XXX

Salve Dott. Quatraro,
la ringrazio molto per la risposta,

- ma se si tratta di reflusso si può curare o ci devo convivere a vita?

- dice che l'autogestione è pericolosa, ma si riferisce al lansoprazolo?
è il mio medico che me l'ha prescritto, dicendomi di prenderlo a digiuno ogni mattina, e io siccome ho visto che con una compressa il bruciore scompare per 3-4 giorni, invece di abusarne prendendolo tutte le mattine, ne prendo una compressa ogni 4 giorni, faccio male? può provocarmi danni?

- il discorso della gastroscopia me l'ha fatto anche il mio medico, ma non so se la reggerei,
perchè prima di tutto soffro di allergia all'acaro della polvere e ho il naso chiuso tutti i giorni, per cui con quel tubo in gola non so se riuscirei a respirare,
e seconda cosa io pure se quando mi lavo i denti con lo spazzolino tocco in fondo vicino la gola, mi viene da vomitare forte e tossisco,
con quel tubo in gola non penso riuscirei a resistere nemmeno per un secondo
non c'è un alternativa alla gastroscopia?

- in caso decidessi di provare a farla, meglio con l'anestesia o senza?
rischio qualcosa?
qualche giorno fa in tv ho sentito di una bambina morta perchè le ha fatto male l'anestesia per la gastroscopia

grazie per l'aiuto


[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La gastroscopia (se ne eseguono milioni)
è un esame sicuro, oltre che utile per la diagnosi,
è non impedisce affatto la respirazione.
In genere un adulto non ha bisogno di anestesia generale.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 348XXX

non parlavo di anestesia totale,
ma un calmante o qualcosa del genere non lo fanno?
se vado a farla mi consiglia di non farmi fare niente o di fare un calmante?

può rispondere anche alle altre mie domande poste nel precedente messaggio? ossia se si guarisce dal reflusso e se posso continuare ad assumere lansoprazolo o è meglio smettere fino alla gastroscopia?

grazie

[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si esegue una sedazione.

Il reflusso non guarisce.

Può assumere farmaci su indicazione del suo medico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente 348XXX

domattina vado dal medico e mi faccio prescrivere questa gastroscopia,

lei mi consiglia di farmi sedare o di non farmi fare nulla visto che dopo devo guidare per tornare a casa?

se il reflusso non guarisce ed ho effettivamente questo problema, devo prendere il lansoprazolo a vita?

per quale motivo viene il reflusso?
io mangio con moderazione, mangio poco, un pezzo di pane di sera e pasta di giorno, un po di carne solo alcuni giorni, stessa cosa con insalata e frutta,
non fumo, non bevo,
non capisco perchè questo problema sia venuto a cercare proprio me,
speriamo si tratti di altro che sia curabile, in modo da non portarmi dietro questo fastidioso problema a vita.

grazie

[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Quello che sarà utile fare lo deciderà "di persona" il medico a cui si rivolgerà.

Il reflusso si ha per scarso contenimento dei meccanismi anatomici antireflusso.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it