Utente
Buongiorno, volevo chiedervi un parere. da circa 10 giorni sto soffrendo di reflusso gastrico. premetto che non bevo e non ho mai fumato, ma ho dovuto assumere, a fine Febbraio, Artotec 75 (mattina e sera) per più di una settimana a causa di una fastidiosa artrosi cervicale. successivamente, per i dolori (su consiglio dell'ortopedico) ho assunto Tachipirina e Novalgina. secondo il mio medico di base, è possibile che quella terapia abbia scatenato qualcosa nel mio stomaco. ora sto in cura con Peridon (da 10), da prendersi prima di pranzo e cena; Lucen 40 da prendere la mattina e Riopan 80 gel da prendere un'ora dopo i pasti. sto assumendo questi farmaci da una settimana. durante il giorno sto abbastanza bene, ma appena mi corico la notte, sento gli spasmi e l'acidità dovuti al reflusso. non ho bruciori di stomaco e neanche allo sterno e l'appetito non mi manca. giusto un piccolo nodo in gola e un senso di affanno al petto dovuto agli spasmi. il mio medico di base mi ha detto di fare questa terapia per due settimane (una è già passata) e poi di effettuare (dopo tot giorni) il test dell'helicobacter. possibile che questi miei fastidi siano dovuti all'assunzione degli antinfiammatori e analgesici? premetto che prendevo l'Artotec insieme ad Antra 20 e, nonostante tutto, avevo fastidi allo stomaco. ho provato a mettere un cuscino sotto al materasso dalla parte del capo ma, soffrendo io di artrosi cervicale, dormo male con il capo rialzato. altra cosa, al mattino mi sveglio con la bocca un po' amara e impastata e la lingua tende al bianco (non bianchissima, ma non è pulita). grazie infinite

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) mettere un cuscino sotto la testa non ha alcun effetto benefico: deve sollevare la testata del letto di 10-15 cm ponendo dei rialzi sotto i piedi della testata stessa!
2) si faccia visitare da un gastroenterologo.
3) la terapia antiinfiammatoria potrebbe solo aver dato il via ad un processo già in atto!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la rapidissima risposta! però una cosa: la terapia farmacologica che sto facendo, va bene? a grandi linee, cosa potrei avere, data la sua esperienza di medico specialista? il cuscino (uno di quelli alti, da divano) l'ho messo sotto al materasso, non sotto alla mia testa, alzando così la testata di più di 15 cm, ma, come scrivevo prima, avendo io l'artrosi cervicale, non dormo bene in quella posizione. comunque, fino a 10 giorni fa, io digerivo pure i sassi. come ho premesso, non ho mai assunto alcool e non ho mai fumato una sigaretta in vita mia

[#3] dopo  
Utente
Comunque, non sono un medico, ma qualcosa mi dice che io sia affetto da una semplice ernia iatale

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Io le continuo a consigliare una visita gastroenterologica anche se << qualcosa mi dice che io sia affetto da una semplice ernia iatale >>.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
Ma sì, certamente. terrò conto dell'evolversi della situazione. tutto sommato, tra ieri e oggi, sto benone. grossi fastidi non ne ho riscontrati. se però entro la prossima settimana ancora non vedrò margini di miglioramento, ovviamente provvederò a contattare un gastroenterologo

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno, ho letto ora su Wikipedia che l'artrosi cervicale può dare dei problemi a livello gastrico (soprattutto reflusso e acidità di stomaco) per una compressione del nervo vago da parte delle prime vertebre del collo. è vero? potrebbe essere questo il mio caso, dato che sono uscito da un attacco acuto di cervicalgia a inizio Maggio? comunque, sto traendo giovamento dalla terapia farmacologica che ho intrapreso un mese fa (Lucen 40, Peridon 10 mg e Ripoan 80 dopo i pasti). la cosa curiosa è che l'appetito non mi è mai mancato e non ho una vera pirosi esofagea (non mi brucia nulla), ma solo (tipo max due volte al giorno) una specie oppressione al livello della faringe o laringe, fastidio tutto sommato sopportabile e che dura un cinque minuti. la notte non ho più reflussi, tanto che dormo tranquillamente in orizzontale. grazie

[#7] dopo  
Utente
Salve, sono stato visitato dal primario di gastroenterologia dell'ospedale Nuovo Regina Margherita di Roma il giorno 10 Luglio scorso. secondo lui, il mio è un caso di gastrite dovuta all'assunzione di farmaci erosivi della mucosa gastrica (nel mio caso, l'Artotec). mi ha consigliato di sospendere la terapia del Lucen 40 e tra 6 settimane di sottopormi all'Urea Breath Test. se questo risulterà negativo, finirò ogni terapia. se invece risulterà positivo, dovrò continuare le indagini tramite una gastroscopia e poi effettuare una nuova cura farmacologica

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
grazie dell'aggiornamento!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Grazie a lei per la risposta! a questo punto, speriamo che il test risulti negativo (lo farò il 10 Settembre) e che tutto si risolva così. ad ogni modo, forse è meglio avere l'HP che la malattia da reflusso, che, da quanto ho capito, è sul serio una condanna a vita!

[#10] dopo  
Utente
Salve e buon Ferragosto, gentile Dott. Bacosi. volevo informarla che ho sospeso il Lucen e ogni altro farmaco per lo stomaco a fine Luglio per poter fare il test del respiro per l'HP a inizio Settembre. la situazione attuale è che avverto un po' di acidità in gola una mezzoretta dopo i pasti principali, che, se è particolarmente fastidiosa, allevio con una pastiglia di Maalox. credo a questo punto che entri in ballo anche un po' di reflusso, nonostante il parere del gastroenerologo che mi ha visitato abbia quasi escluso a priori questa patologia (solo basandosi dal mio racconto, che è lo stesso riportato qua sopra). arrivederla e buone vacanze!

[#11] dopo  
Utente
Buonasera dottore, sono appena tornato da una gastroscopia via naso che non ha messo in evidenza nulla, tranne uno stomaco ad uncino, nel cui lume ristagna abbondante secrezione gastrica (che suppongo mi dia problemi di acidità a stomaco vuoto). il gastroenterologo mi ha dato da prendere il Peridon prima dei pasti e il Riopan dopo i pasti per due mesi. volevo chiederle, che caspita è questo stomaco ad uncino? io non lo avevo mai sentito prima d'ora! il medico mi ha detto di mangiare leggero, perché il mio stomaco ci mette un po' di più a digerire

[#12] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Bacosi, scusi ancora per lo spazio che mi sto prendendo qui. volevo comunque chiederle un parere. avendo io ho sofferto all'inizio di quest'anno di un attacco di artrosi cervicale (per cui ho preso l'antinfiammatorio). da una risonanza magnetica che ho fatto a Marzo era scritto che il mio "disco intersomatico compreso tra C5-C6 è ipointeso nelle sequenze T2 dipendenti ridotto in altezza per fenomeni degenerativi". in più, come terapia per la cervicale, ho effettuato 10 sedute di kinesiterapia/rieducazione motoria. non è che le manovre fisioterapiche (effettuate tirandomi e manipolandomi il collo) e la situazione delle mie vertebre cervicali abbiano in qualche modo sollecitato il nervo vago, facendomi venire tutta questa iperacidità? tenga conto che, nonostante il mio "stomaco ad uncino", io non ho mai sofferto di acidità prima di adesso. la ringrazio per la cortese attenzione e le auguro una buona serata

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo stomaco ad uncino è uno stomaco con forma anatomicamente simile a quella di un gancio.
Non è una malattia ma può ostacolare il deflusso del cibo verso l'intestino.
La trazione del vago per una fisioterapia è pura fantasia!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Dott. Bacosi, ringrazio lei e altri medici qui presenti che mi state dando varie informazioni e supporto vario. io, si figuri, sono stracontento se non ci fosse nessun problema neorologico! quello che non capisco è, come mai, da una gastroscopia in sostanza completamente negativa, io continui ad accusare disturbi (anche di una certa entità) a mesi di distanza. diciamo che sono un po' confuso. che vi devo dire? spero di guarire o, perlomeno, di stare meglio!

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, volevo solo un'ultima spiegazione: perché voi gastroenterologi escludete a priori che i miei fastidi digestivi (che ho ancora oggi) non derivino dall'artrosi cervicale? avendo ora fatto un'endoscopia che non ha evidenziato nulla di particolare, com'è che non sto ancora bene? possibile che un antinfiammatorio preso a Febbraio ancora ne subisca i postumi? sinceramente, a me pare incredibile (e, infatti, il mio stomaco non presenta gastrite, né ulcere). sul serio, vorrei capire perché voi escludiate così categoricamente una compressione del nervo vago o di altri nervi

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non avendo la possibilità di visitarla non posso dirle di più.
Nella mia esperienza non ricordo di aver trovato mai disturbi da "lesione" del vago!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#17] dopo  
Utente
Sì, ma infatti io non intendevo una vera e propria lesione (altrimenti sarei al cimitero!), ma una semplice compressione

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una "semplivce compressione" del vago procura una montagna di guai!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
Ci credo che provoca un sacco di guai! mai messo in dubbio tutto ciò. sa qual'è il problema? è che internet è sì una fonte utilissima per attingere notizie, ma è anche assai fuorviante, in quanto si leggono pure un sacco di inesattezze (se non addirittura scemenze inventate di sana pianta), che altro non fanno che allarmare chi va cercando su Google riferimenti ai propri mali

[#20] dopo  
Utente
Buona Domenica dottore, volevo chiederle solo un'ultima cosa: la lingua bianca che ho ormai da qualche mese (più accentuata nelle ore serali e notturne) è per caso dovuta a tutta questa iperacidità gastrica di cui sto soffrendo in questi mesi? nonostante il Lucen prima (mesi estivi) e Peridon e Riopan ora, la mia lingua ha sempre una patina bianca (specialmente nella parte posteriore centrale), più o meno evidente. grazie

[#21] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, se le interessa, le do' un aggiornamento sulla mia situazione. un suo collega ha ipotizzato che io soffra della sindrome di Barre Lieou. lei cosa ne pensa al riguardo? potrebbe essere fattibile, visto il racconto della mia storia clinica e dei miei sintomi? le volevo anche dire che in questi due ultimi giorni sono stato bene e praticamente non ho avvertito sintomi particolari. la ringrazio e le auguro una buona giornata