Utente
Salve gentili medici, nell ultimo anno ho dei disturbi intestinali che mi provocano alvo alterno, notevole meteorismo riscontrato anche in ecografia e anche delle piccole afte ricorrenti in bocca. In prima istanza il mio medico di base mi ha in prima istanza fatto assumere farmaci tipo colonactive ma poi io mi sono rivolto l anno scorso ad un gastroenterologo che dopo avermi visitato ha escluso di effettuare una colonscopia "licenziandomi" con una diagnosi di colite. Alternado fasi di benessere a disturbi circa un mese fa mi sono rivolto ad un nuovo gastroenterologo il quale dopo aver raccontato le mie vicissitudini e dicendogli pure di avere una fistola da un anno ha deciso di programmare una colon anche perché avevo avuto episodio di piccole tracce di sangue. Sono tornato dal Proctologo che dopo visita accurata ga appurato l assenza della fistola e lacoresenza di una piccola ragade non da operare ma che poteva comunque sanguinare. Mi ha comunque consigliato di effettuare la Calprotectina fecale e il pcr la prima è risultata negativa e la pcr 2.75 su un range tra 0.7-5. Il resto dei valori direi perfetti. Ho anche effettuato il fob test domiciliare per la ricerca del sangue occulto per tre volte e comunque sempre negativo. Il gastro mi ha dato, in attesa della colonscopia solamente il neocarvi e devo dire che la consistenza delle feci è normale. Continuo ad avere fastidio zona ombelicare destra( può essere meteorismo?). Mi chiedevo da profano prima di arrivare alla colonscopia come esame invasivo nessuno mi ha chiesto di effettuare dei test per intolleranza o per un eventuale sibo. Ho richiesto al gastroenterologo comunque un nuovo incontro per sottoporgli al suo parere l esito della visita proctologica, i risultati delle analisi per unaxsua eventuale rivalutazione. Mi scuso per il lungo commento che ho inserito e attendo vostro consiglio. Buona giornata

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perchè effettuare test per intolleranza (quale?) e/o Sibo se non ha diarrea?
A distanza e senza poterla visitare, ipotizzerei una sindrome dell'intestino irritabile!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua sollecita risposta ect. Dottore. Io da profano come le dicevo ipotizzavo anche per capire se il notevole meteorismo riscontrato in ecografia e che credo possa essere la causa dei dolori al lato destro e che credopossa essere causato da qualche sorta di intolleranza. E per quanto riguarda una nuova rivalutazione del mio gastroenterologo prima di arrivare alla colonscopia lei cosa ne pensa anche perché credo che la scelta di effettuare la colonscopia sia stata dettata dal fatto di aver riferito della presenza della fistola(poi scongiurata dalla visita proctologica). Grazie ancora della sua cortese attenzione.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
penso che se il collega gastroenterologo le ha consigliato la colonscopia, avrà avuto i suoi motivi!
Ovviamente il collega l'ha visitata mentre io non posso farlo!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Certamente dottore...

[#5] dopo  
Utente
Mi rendo sicuramente conto che un consulto online non può sicuramente sostituire la visita diretta. Il suo collega comunque non ipotizzaza nulla di grave stante anche la prenotazione a 40 giorni vista la non urgenza. capisco anche di aver riferito una rettoraggia poi verificata con la presenza della ragade dalla visita proctologica.Mi parlava di un eventuale infiammazione. Comunque ringraziandola nuovamente per la sua gentile disponibilità ricontattero il mio gastro per chiedergli una nuova rivalutazione.nb: vorrei aggiungere che da qualche tempo assumendo lexotan ka sera prima di dormire la sintomatologia sembra migliorata. ..

[#6] dopo  
Utente
Hi effettuato nel mese di giugno la colonscopia con il segue te risultato: esame endoscopico,ostacolato da una toletta intestinale non ottimale è stato eseguito fino all'ultima ansa dell ileo. Non si segnalano alterazioni nei tratti esplorati anche se, per i motivi di cui sopra,eventuali lesioni minime non sono valutabili. Si eseguono biopsie sistematiche al retto,colon ascendente ed ileo. Si segnale ipertono dello ssfintere anale,senza in atto ragade.

Diagnosi:ipertono fingere anale. Esame endoscopico normale. Vedi referto.

Esame istologico:
Ileo:frammenti di mucosa il reale con aggregato linfocitario
Colon ascendente: frammenti di mucosa colica con moderato infiltrato infiammatorio cronico, discreto edema dello stroma. aggregati linfocitari simil-follicolari.
Retto: frammenti di mucosa intestinale con moderato infiltrato infiammatorio cronico, lieve edema del corion.

Alla fine del percorso diagnostico il gastro mi ha detto che non riscontrava nulla di grave e che sulla luce della diminuzione dei sintomi non dovevo assumere nulla. Ma da qualche giorno i sintomi si sono ripresentati con diarrea dolori addominali localizzati sopratutto a destra dell ombelico, flatulenza e diarrea. Il mio medico di base mi ha invece prescritto asacol 800 una al di per aiutare la intestino a "sfiammarsi". Grazie per la vostra gentile risposta.

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ancora più forte l'impressione che sia un intestino irritabile!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Grazie dottore per la sua celebre risposta. Anche il mio medico di base concirda con il suo giudizio infatti oltre a raccomandarmi più serenità mi ha detto di utilizzare al bisogno farmaci antidiarroici e adsorbenti per mitigare i sintomi. Grazie ancora per la sua gentile disponibita.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Scusi torno a disturbarla. Cosa posso associare al diosmectal contro i crampi

[#11] dopo  
Utente
Torno a scrivere,in cerca di conforto. Alla data degli ultimi post la situazione è rimasta più o meno stabile. Continuo ad avere gli stessi disturbi. Mi sono recato più volte dal mio medico di Base (devo dire provando anche un po di vergogna a ripetere la stessa cosa) e lui, visti gli esami colonscopia e biopsia conferma il colon irritabile. Mi ha prescritto spasmomen somatico e neocarvi. La situazione la vivo come una vera e propria "invalidità". La paura di mangiare, la flatulenza, l'alternarsi di stipsi e feci molli (prevalenza feci molli), i dolori addominali.....La preoccupazione di scegliere i cibi giusti ma che poi in realtà, a prescindere dalle scelte non sempre si rilevano appropriati.Possibile che dovrò semplicemente convivere con questa situazione? Non esistono cure risolutive?

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
l'intestino irritabile, se di questo si tratta, non "guarisce" ma si può tenere a bada!
Insista con il suo medico!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#13] dopo  
Utente
Intestino irritabile, questo mi è stato risposto sia dal gastroenterologo che dal medico di base in base alle risultanze della colonscopia, che lei ha letto e dai referti delle biopsie, come del resto aveva anche supposto lei.

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
non posso darle terapie via web!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente
Ci mancherebbe, sono consapevole di questo. Mi ha agitato solo la sua frase "se di questo si tratta". Un ultima domanda: sarebbe il caso, secondo il suo giudizio di effettuare il test celiachia e l'intolleranza al lattosio?

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
dico << "se di questo si tratta" >> semplicemente perchè, come potrà intuire, non si fanno diagnosi via web!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#17] dopo  
Utente
Ma per quanto riguarda i test? Un consiglio?

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non posso dirle di più di quanto detto!
Senza visitarla non ha senso che io le consigli un test piuttosto che l'altro!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
Capisco. La ringrazio per il tempo che mi ha dedicato.

[#20]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
di nulla!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia