Utente
Buongiorno,
da circa 3 settimane non ho una ottima regolarità intestinale.

Tutto è iniziato così:
circa tre settimane fa prendendo del voltaren bustine per mal di schiena, ho avuto delle perdite di sangue rosso vivo nelle feci.
Mi sono recato al prontosoccorso. Mi hanno fatto le analisi del sangue e rettospezione ed i valori erano nella norma. Non c'erano emorroidi o altro.
Il sangue il giorno seguente è sparito. La Gastrointerologa che mi ha seguito mi ha detto che era causa del Voltaren e mi ha fatto fare una cura di Normix e Duspatal ed inoltre una cura di fermenti lattici.
Stavo discretamente, ma poi ho cominciato ad avere paure ed a somatizzare. Ora da circa 3 settimane ho gonfiore addominale sinistro soprattutto al mattino. Con diverse evacuazioni abbastanza formate ma con molta quantità espulsa. Mi reco nella mattinata anche 5/6 volte a defecare. Non c'è traccia di sangue o muco. Feci che cambiano colore, da chiare, marroncine etc. ma mai scure.
Mi capita che se mi sveglio di notte ho nausea se sono girato da una parte a dormire. Allora mi giro sull'altro fianco e un po' si attenua. Al risveglio al mattino ho nausea che sparisce solo dopo essere riuscito definitivamente a scaricarmi completamente.
Questi sintomi purtroppo mi causano una notevole ansia e paura di avere mali incurabili. Continuo sempre a guardare il colore e la forma delle feci per paura di avere sangue.
Ho sempre sofferto di colite e colon irritabile ma sembra che questa volta i sintomi siano veramente insopportabili.
Ho prenotato una colonscopia per venerdì prossimo ed ho ancora più timore causato da questo esame.
In base a quanto scritto cosa potrei fare e di cosa potrebbe trattarsi?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Nessun male incurabile,
... ma
... il solito colon irritabile!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dott. per la sua risposta pragmatica-
Mi chiedevo quindi se fosse possibile che tutto si trattasse di somatizzazione da ansia o se centrasse in qualche modo l'alimentazione.
Già da tempo (anni) non bevo caffè, non faccio una vita sedentaria (nuoto, piscina, corsa, trecking), evito o cerco di evitare situazioni stressanti e così via.
Cerco di mangiare solo cose salutari: pesce, verdure, carni bianche, pasta di kammut, orzo, riso. Insomma cercando una dieta ed uno stile di vita migliore che si possa. Tuttatavia anche se mangio un piatto di riso in bianco è probabiile che al mattino mi svegli lo stesso con nausea è diverse evacuazioni talvolta molti, talvolta dure, talvolta solo mucco.
Insomma, per farla breve, non ne posso più e mi son deciso a fare la colonscopia sperando di non aver niente di anomalo, ma alla luce di tutto quello che ho scritto mi sembra davvero impossibile.
Altra cosa, avendo fatto analisi del sangue e risultando tutti i parametri ok, potrei lo stesso avere problemi di salute diversi dal colon irritabile?

Se si trattasse invece di colon irritabile che strade dovrei percorrere per stare meglio?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'alimentazione sana è utile ma non risolutiva
dei disturbi del colon irritabile,
legati, secondo meccanismi non ancora ben noti,
anche a fattori inerenti la sfera psichica del paziente.

Sinceramente non vedo spazi per dover/poter formulare ipotesi alternative.

La gestione terapeutica,
da molti medici quasi "banalizzata"
è invece complessa
con non facile controllo dei sintomi.

Come tutti coloro che hanno tale problema
anche lei ha bisogno di un bravo e competente
gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Grazie, le farò sapere se anche la colonscopia conferma quanto da lei gentilmente ipotizzato...incrociamo le dita

[#5] dopo  
Utente
Egregio Dottore, ho fatto la colonscopia e fortunatamente non è stata riscontrata alcuna anomalia.

Devo dire che dopo aver fatto la pulizia del colon, sono stato molto molto molto meglio. E' come se mi fossi liberato del tutto.

Adesso però ricomincio ad avere le nausee mattutine almeno fino a quando non vado al bagno e mi libero completamente.

Cosa mi consiglierebbe di fare al fine di superare questo problema? Dovrei fare anche una gastroscopia per eliminare ogni dubbio?

Grazie mille

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi sembra di dover unicamente riconfermare il suo bisogno di un bravo e competente
gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
Porti pazienza ma di tre medici gastrointerologi che mi hanno visitato, tutti e tre mi hanno liquidato dicendomi che è colon irritabile e che non c'è niente da fare.

Il fatto è che ormai vado avanti da 2/3 anni con disturbi sempre più fastidiosi e questa cosa mi aumenta l'ansia di affrontare la giornata.
Purtroppo svegliarsi spesso con nausea e dover andare più volte al bagno al mattino non è una bella sensazione.

Esistono cure per il colon irritabile? Oltre alla colonscopia meglio fare anche una gastroscopia?

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sia la colonscopia che la gastroscopia non trovano indicazione nel colon irritabile.

La terapia di tale sindrome
è complessa e non sempre si riesce ad ottenere un completo controllo dei sintomi.

In questo articolo è rappresentato quanto è possibile fare
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1848-colon-irritabile-o-sindrome-dell-intestino-irritabile-ibs-quale-terapia-e-quale-dieta-seguire.html
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua pazienza. L'articolo è molto interessante. Proverò a mettere in atto i suoi consigli.

Le chiedo un'ultima cosa, di notte se mi alzo per andare al bagno e poi mi ristendo, subito dopo essermi disteso mi viene la nausea.
Potrebbe essere un problema dovuto all'ernia iatale?

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
E' possibile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente
dottore buongiorno, questo è l'esame istologico della colonscopia che ho fatto:

1) biopsia ileo: frustoli di mucosa del piccolo intestino comprendente follicoli linfatici, lieve flogosi granulocitaria eosinofila della lamina propria
2 e 3) colon ascendente e traverso:frustoli di mucosa colica ad architettura ed attivitá mucipara conservata, edema, infiltrazione flogistica cronica, in aggregazione follicolare e granulocitaria eosinofila della lamina propria
4) Polipo rimosso: frustolo di mucosa colica con ghiandole iperplastiche, moderata infiltrazione flogistica cronica e granulocitaria eosinofila della lamina propria
5) sigma: frustoli di mucosa colica ad architettura ed attivitá muciparia conservata, lieve edema della lamina propria.

secondo lei, oltre a farlo vedere ad un gastrointerologo, devo preoccuparmi?

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
[#13] dopo  
Utente
grazie mille.
domani ho appuntamento con la gastrointerologa. speremo ben

[#14] dopo  
Utente
Gentile Dottore, come suggeritomi ho contattato la mia Gastrointerologa che mi ha suggerito diverse analisi da fare...yersina, tre zuccheri, batteriologica, emocromo etc etc. La mia infiammazione dice che deve essere studiata a fondo e potrebbe trattarsi anche di RCU o MC e le analisi che mi ha consigliato ci indirizzeranno meglio.

Anche la GE come il medico di base mi ha consigliato Mesalazina per 3 volte al giorno.
La sto prendendo ma mi sono subito accorto che sulle feci c'erano alcune striature bianche che non somigliavano assolutamente a muco. Sembravano come se fossero dipinte sulle feci.

Può essere la mesalazina non completamente assimilata? Ho letto su internet che già ad altre persone è capitata la stessa cosa. In tal caso dovrei provvedere a cambiare farmaco?

Da quando la prendo non ho più avuto scariche diarroiche e le feci sembrano essere sempre ben formate anche se continuo ad andare 3/4 volte al giorno espellendone in grande quantità.
Non sembra ci sia sangue o muco (a meno che non sia quello che io confondo con Mesalazina).
Unica cosa che ho notato oggi è che le feci erano divise in due parti: una marrone chiaro ed un'altra marrone più scuro, ma non sembrava trattarsi di sangue. Ieri ho mangiato riso con il radicchio.

La ringrazio come al solito per la cortesia se mi vorrà rispondere.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Beh ... credo ci sia ben poco da aggiungere,
se non che la situazione evolve per il meglio
secondo le indicazioni della sua specialista
con la quale la invito a raccordarsi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Pertanto è possibile che la Mesalazina venga espulsa e sia ben visibile sulle feci?

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
molto strano, non avevo mai avuto una cosa simile ed è iniziato a capitare in concomitanza con l'assunzione di pentacol. e sono certo che non si tratta di muco visto che in precedenza mi era venuto ed era assolutamente molto gelatinoso. quindi non capisco

[#19]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
... a questo punto faccia visionare al suo medico,

... è la soluzione più opportuna.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#20] dopo  
Utente
Ho chiesto alla GE e ha detto che è normale trovare i granellini, è il modo naturale in cui il Pentasa viene espulso.

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Se lo dice la sua specialista che ha visione diretta del caso
direi che deve fidarsi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente
Molto bene, speriamo di trovarne soluzione, motivo e risoluzione di questa infiammazione. Oggi solo 2 evacuazioni ben formate.

[#23] dopo  
Utente
Gentile Dott. come al solito continuo a farle un sacco di domande, porti pazienza lo sfinimento :)

Poichè sono in attesa delle analisi prescritte dalla GE e nell'impossibilità di poterla incontrare in questi giorni, volevo chiederle un consulto.

Mediamente vado al bagno 3 volte al giorno. Da quando prendo Mesalazina le feci sono sempre ben formate e da ormai oltre 2 mesi non ho diarrea.

A volte però mi capita, come questa mattina di andare al bagno anche 6 volte. Sempre formate le feci e di forma regolare. Senza muco o sangue visibili ad occhio nudo.

Purtroppo mi capita di dover andare spesso al bagno al mattino, prima e dopo colazione.

Le feci formate sono comunque un segno che l'infiammazione è in fase di remissione? Devo preoccuparmi se le evacuazioni sono più di 3 al giorno anche se sono ben formate?
Quando le feci sono ben formate e di buono aspetto significa che il colon ha ripreso a funzionare bene?

Grazie della pazienza

[#24]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Di quale infiammazione parla?
Continuo a sottolinearle che si tratta di colon irritabile,
... E non c'è nulla di infiammato!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#25] dopo  
Utente
mi scusi, ma come indicato nel referto istologico sembra infiammazione. secondo lei potrebbe trattarsi comunque di colon irritabile?


1) biopsia ileo: frustoli di mucosa del piccolo intestino comprendente follicoli linfatici, lieve flogosi granulocitaria eosinofila della lamina propria
2 e 3) colon ascendente e traverso:frustoli di mucosa colica ad architettura ed attivitá mucipara conservata, edema, infiltrazione flogistica cronica, in aggregazione follicolare e granulocitaria eosinofila della lamina propria
4) Polipo rimosso: frustolo di mucosa colica con ghiandole iperplastiche, moderata infiltrazione flogistica cronica e granulocitaria eosinofila della lamina propria
5) sigma: frustoli di mucosa colica ad architettura ed attivitá muciparia conservata, lieve edema della lamina propria

devo preoccuparmi?

[#26]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si ... potrebbe ugualmente trattarsi di colon irritabile.

L'infiammazione rilevata istologicamente non mi sembra rilevante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#27] dopo  
Utente
questo colon irritabile è una rogna pazzesca!!
speriamo allora. la ringrazio nuovamente.

[#28] dopo  
Utente
Dottore buongiorno,
ho avuto le prime risultanze degli esami del sangue che ho fatto.

Di seguito quelle un po' sballate:

ELETTROFORESI PROTEICA
Albumina 68.4 * % 55.8 - 66.1
Alfa1 Globuline 3.8 % 2.9 - 4.9
Alfa2 Globuline 8.9 % 7.1 - 11.8
Beta1 Globuline 4.5 * % 4.7 - 7.2
Beta2 Globuline 4.1 % 3.2 - 6.5
Gamma Globuline 10.3 * % 13.0 - 20.0
Rapporto Alb./Glob. 2.16 * % 1.20 - 2.10

Sono valori che possono essere sintomatici di qualcosa che non funziona bene?

E M O C R O M O
Leucociti 7.04 migliaia/mcL 4.50 - 11.00
Eritrociti 5.090 milioni/mcL 4.100 - 5.650
Emoglobina 15.00 g/dL 13.00 - 17.00
Ematocrito 42.70 % 41.00 - 49.00
Volume Corpuscolare Medio 83.90 fL 82.00 - 100.00
Contenuto Medio di Emoglobina 29.50 pg 28.00 - 32.50
Concentraz. Corpuscolare Media di Hb 35.10 g/dL 31.00 - 35.50
Indice di Anisocitosi Eritrocitaria 12.90 % 10.00 - 15.00
Piastrine 221 migliaia/mcL 150 - 400
FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili % 45.30 % 39.00 - 78.00
Linfociti % 43.50 * % 8.00 - 40.00
Monociti % 6.30 % 2.00 - 10.00
Eosinofili % 4.30 % 1.00 - 7.00
Basofili % 0.60 % Inf. a 1.0
Neutrofili 3.20 migliaia/mcL 1.80 - 7.70
Linfociti 3.06 migliaia/mcL 1.00 - 4.50
Monociti 0.44 migliaia/mcL 0.20 - 1.00
Eosinofili 0.30 migliaia/mcL Inf. a 0.7
Basofili 0.04 migliaia/mcL Inf. a 0.2
Chimica Clinica
Proteine Totali 7.5 g/dL 6.3 - 8.4 Colorimetria
Proteina C-Reattiva 0.02 mg/dL 0.00 - 0.70 Turbidimetrico
ALT - Transaminasi GPT 22 U/L 0 - 63 Enzimatica
GammaGT 14 U/L 7 - 50

TSHu 1.10 mIU/L 0.40 - 4.00 Chemiluminescenza
FT4 (Tiroxina Libera) 1.21 ng/dL 0.80 - 1.90 Chemiluminescenza
Ferritina 396.00 ng/mL 28.00 - 397.00 Chemiluminescenza

Domani avrò anche quelli delle feci...

[#29]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
<<Sono valori che possono essere sintomatici di qualcosa che non funziona bene?>>

NO
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#30] dopo  
Utente
Grazie mille.

[#31] dopo  
Utente
Sono arrivati anche gli altri esami:

ASCA Iga 1,2
ASCA IgG 5,4
Anti Proteinasi 3 (PR3) abs < 0.20
Anti Mieloperossidasi (MPO) Abs < 0.20
Calprotectina 46.90

Sono valori nella norma? Posso pensare di escludere MICI e cominciare ad abituarmi all'idea che soffro solo di COLON IRRITABILE?

[#32]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
... può cominciare ad abituarsi all'idea che soffre solo di COLON IRRITABILE.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#33] dopo  
Utente
Gentile Dottore, ho ricevuto l'ultimo esito che stavo attendendo relativo all'esame dei tre zuccheri.
Premetto che sto assumendo Mesalazina 800 da 1 mese circa e che non ho più avuto episodi di diarrea.

TEST DI PERMEABILITA’ INTESTINALE 3 ZUCCHERI
DIURESI 6 ORE 295 mL
LATTULOSIO ESCRETO 0,428 %
MANNITOLO ESCRETO 12,830 %
SACCAROSIO ESCRETO 0,207 %
RATIO LATTULOSIO/MANNITOLO * 0,033 <0,025

Secondo lei cosa può significare?

Ringrazio e saluto cordialmente

[#34]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non mi aggiunge molto a quanto le ho scritto.

La saluto cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#35] dopo  
Utente
mi scusi, essendo il ratio massimo di riferimento 0,025 mentre il mio è risultato 0,033 , volevo sapere se questo valore è di molto elevato ed andrebbe indagato con maggior oculatezza ovvero se è spesso riscontrato in sindromi del colon irritabile.

grazie come sempre.

[#36]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No, come scritto, non mi sembra un dato particolarmente rilevante.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#37] dopo  
Utente
Grazie, come al solito.

[#38] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, il mio GE dopo aver preso visione di tutte le analisi mi ha detto di continuare a prendere Mesalazina 800 3 volte al giorno e mi ha liquidato con poche parole senza alcuna rassicurazione.

Ora, visto che talvolta mi capitano ancora episodi di diarrea o frequente evacuazione non diarroica ma non ben formata, a pezzi, e causandomi un malessere generalizzato, stanchezza, spossatezza, perdita di peso.
Comunque non prendo peso manco se mi impegno e mangio tanto (cosa che non mi fa cmq bene).

E' forse il caso di rivolgermi ad un dietista nutrizionista? Cambiare GE?
Esistono integratori alimentari in grado di aiutarmi nei periodi di debolezza che magari svolgano anche una funzione energizzante? Ho già chiesto al mio medico di base e mi ha detto di andare in farmacia e chiedere qualcosa senza Magnesio.

Mi scusi se le faccio tutte queste domande ma tutti mi liquidano in quattro e quattr'otto e visto che a quanto pare dovrò convivere con questo colon irritabile per sempre volevo sapere la maniera migliore per affrontare la situazione evitando automedicazione o provare integratori senza alcun consiglio.

Grazie infinitamente.

[#39]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ansia e colon irritabile
rappresentano un binomio
da curare simbioticamente.

Non serve un nutrizionista
ma un gastroenterologo esperto della problematica,
capace di assegnarle la corretta terapia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#40] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, ormai da qualche mese continuo la cura con Pentacol 800 come indicatomi dal medico.
Le cose sembrano essere migliorate anche se ogni mattino e con una perfetta regolarità ho almeno 3/4 evacuazioni con molta quantità di feci comunque nel 90% dei casi sempre ben formate.

La quantità di feci espulse è un problema e significa che il colon non lavora bene?

Ho chiesto al medico per quanto dovrò continuare a prendere Mesalazina e mi ha risposto che probabilmente dovrò farlo per tutta la vita.

A questo punto volevo capire, il Pentacol 800 ha effetti collaterali negativi? Per il colon irritabile (borderline tipo il mio) è secondo lei l'unica strada percorribile?

Grazie

[#41]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi spiace,
ma la Mesalazina non mi risulta sia idonea al trattamento del colon irritabile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#42] dopo  
Utente
viene usata solo per malattie infiammatorie quindi. probabilmente la mia GE non pansa che si tratti di colon irritalibile a questo punto. vorrei capire quale diagnosi è corretta allora. COmunque l'importante che io stia meglio e non il nome della malattia o sindrome.

mi chiedevo però gli effetti collaterali dell'uso prolungato di pentacol e se è vero che bisogna prenderla per tutta la vita.

[#43]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il farmaco può essere tollerato ed assunto per lunghi periodi ... ma solo se vi è una diagnosi certa di malattia per cui lo stesso è strettamente indicato.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#44] dopo  
Utente
Lei è gentilissimo ogni volta a rispondermi.
tuttavia a volte vorrei che i medici si mettessero nei miei panni, anche perchè dopo aver fatto esami su esami, speso quattrini, visto almeno 4/5 medici e non sapere ancora la diagnosi, mi creda la cosa é abbastanza frustrante. purtroppo la sensazione é proprio quella di star a prendere farmaci e seguire una dieta alimentare senza una logica precisa.

[#45]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Comprendo benissimo!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#46] dopo  
Utente
Dottore buongiorno,
eravamo rimasti che il mio GE mi faceva prendere Pentacol 800 per 2 volte al giorno.
L'ho preso per circa 6 mesi. La situazione non sembrava migliorare moltissimo. Circa 1 volta a settimana continuavano le scariche diarroiche.
Ora ho interrotto da circa un mese.
Il GE mi ha fatto fare alcuni alcuni esami: PCR e Calprotectina. Entrambi fortunatamente negativi. Calprotectina a 27 e PCR 0,03.

Dal punto di vista alimentare, avevo fatto dei test per le intolleranze basate su BAT e BAF (metodo Recoller). Sono risultato intollerante a Latte, Nichel, Glutine.

Da circa un mese sto seguendo la dieta di rotazione e sembra andare meglio.

Ora la GE mi ha fatto prendere Questran per 2 settimane mezza bustina al giorno e non ho più avuto scariche (finalmente). Mi ha detto di ritornare a mangiare tutto e poi dovrò rifare le analisi per vedere se inserendo il glutine, nichel etc risultano allergie/intolleranze e se il PCR si alza.

Insomma sono sempre sotto controllo ma finalmente qualcosa sembra migliorare!

Volevo chiederle, spesso ho residui di cibo sulle feci, soprattutto carote, melone e o altre verdure o frutta. E' un segnale preoccupante? A cosa può essere dovuto. Devo preoccuparmi?

Voglio precisare che ora sono molto regolare. Vado al bagno ogni mattina subito dopo essermi svegliato ed aver fatto colazione. Poi ci vado una/due volte durante la mattinata. Un totale di 3 volte con feci sempre ben formate a forma di salsiccia. Unico problema spesso sono visibili residui di cibo ed assumono un colore marrone scuro lucido e porosità. La carta igenica non si sporca quasi mai ma ho un leggero prurito.

Grazie Mille

[#47]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No, visto quanto racconta, non mi sembra di socrgere segnali di allarme.

Segua quindi le positive iniziative della sua specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#48] dopo  
Utente
Dottore buongiorno, spero possa vedere la mia richiesta di consulto che brevemente vado a descrivere di seguito. Rispondo a questa discussione al fine di continuare e completare la discussione precedente.

Da Giugno sono riuscito a prendere 3 kg e seguendo una dieta priva di lattosio e glutine sono stato veramente molto meglio.
Ho avuto solo 3 episodi di diarrea e pertanto credevo di essere riuscito a controllare la mia malattia o sindrome.

Domenica, a seguito di una festa da amici, ho bevuto delle bevande fredde ed ho mangiato del salame con patatine fritte (lo so non dovevo farlo ma mi sentivo bene da così tanto tempo).

Alla sera ho cominciato a sentire crampi fortissimi intermittenti allo stomaco ed è ricomparsa la diarrea.
I crampi mi hanno accompagnato fortissimo fino a 2 giorni fa e avvenivano all'altezza dello stomaco. La diarrea, circa 12 scariche in 4 giorni fino ad oggi compare sempre dopo mangiato la sera e di notte verso le 4 del mattino. Quando arriva la diarrea arrivano anche i crampi.

Ora, al mattino non ho mai crampi da due giorni, però la sera un po mi vengono e precedono la diarrea. Feci completamente liquide.

Inizialmente pensavo ad un virus, ma visto che ormai si protrae questa situazione da domenica il mio medico mi consiglia di andare al pronto soccorso e di programmare nuovamente Colonscopia e migliaia di altri esami.

Secondo lei è sempre una causa del colon irritabile o di un qualcosa di più serio?
Nei precedenti mesi quando avevo già fatto la colonscopia non avevo mai avuto diarrea per 4 giorni seguenti e crampi. E' la prima volta che mi capita e mi sembra qualcosa del tutto diversa...

Ringrazio e saluto.

Andrea Spinello