Utente
salve, a giugno 2014 mio figlio di 24 anni ha avuto un forte dolore al fianco destro con febbre a 38,5 al pronto soccorso hanno fatto analisi ecografia e accertamenti vari, lo hanno messo sotto flebo e tenuto due giorni in osservazione, diagnosi sospetta appendicite. Dopo due giorni dimesso con terapia di tre giorni di rocefin, controllo analisi dopo una sett. tutto ok, mi hanno detto che è stata raffreddata l'appendicite e che non era necessario operare. Però gli è rimasto un dolore non forte al fianco destro e non è più regolare a defecare (prima lo era) ci siamo rivolti da poco ad un gastroentereologo che leggendo il responso del pronto soccorso è stato allarmato dalla risposta dell'ecografia che riporta :all'etg dell'addome segen di ispessimento delle pareti di alcune anse intestinal iin fossa iliaca destra.
per la visita risulta tra l'altro dolente e dolorante in fid, blumberg +/-,in piu globuli bianchi elevati.
lo specialista ci sta facendo fare altri accertamenti , analisi del sangue, feci, coloscopia e rx torace, tutto questo per sospetto MC. Leggendo sul portale mi sono venuti dei dubbi, ho letto che tale patologia da nel punto dove ha il problema dovrebbe dare diarrea ma lui ha stipisi, dovebbe essrci sangue nelle feci e io non l'ho mai visto, è vero pero che ha avuto un forte mal di schiena senza evidente motivo che è però passato spontaneamente, a breve avremo le risposte degli accertamenti ma le chiedo:
Se fosse MC e avesse dei problemi non intestinali ma ad altri organi, questi passerebbero spontaneamente o dopo terapia specifica?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ritengo che la sintomatologia sia di natura enterica.
Pertanto è corretto indagare suil'
<<ispessimento delle pareti di alcune anse intestinal iin fossa iliaca destra.>>.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
gentilissimo dottore , mi sembra di aver capito che anche lei dubita sull'appendicite e propende più su un problema intestinale, in effetti abbiamo notato che il problema si fa sentire più durante la settimana che nei fine settimana e giorni di ferie ( mio figlio lavora e non è molto soddisfatto del suo lavoro ) e nel tempo indietro nei momenti di particolare agitazione ( scuola ed altro ) aveva sempre mal di pancia.
VOLEVO DELLE RISPOSTE AD ALCUNE DOMANDE.
IL MC è EREDITARIO?
SE COLPISCE ALTRI ORGANI SI RISOLVE SPONTANEAMENTE O FINO A CHE NON SI CURA RESTANO I SINTOMI?
NEL TEMPO ANCHE SE CURATO PUO DEGENERARE?


GRAZIE

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non è ereditario.
Non evolve in cancro.
Può avere periodi di remissione
ma non si può parlare di guarigione definitiva.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio per le risposte, mi auguro che dagli accertamenti non esca alcun problema cronico, ma dalle risposte da lei datemi mi sono comunque un pò tranquillizzato
di nuovo grazie

[#5] dopo  
Utente
oggi colonscopia, risultati biopsia tra qualche giorno, a detta dello specialista si evidenzia una infiammazione, non c'è ancora la certezza di un MC, domani rx e antitubercolina, nel frattempo ci ha dato la seguente terapia farmacologica:
INTESTICORT 3mg 3 pillole la mattina per 8 settimane
PENTASA 500mg 3 la mattina e tre la sera per 8 settimane
CIPROXIN 500mg 1 la mattina e 1 la sera
Domanda, visto che si è visto che c'è un'infiammazione e non si sa ancora con certezza a cosa sia dovuta, la terapia è confacente, non sarebbe meglio aspettare i risultati?

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Se il medico è molto orientato e convinto circa la problematica
questa è una terapia possibile.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
grazie per la risposta, ho dimenticato una cosa importante, lo specialista aveva le risposte delle analisi del sangue e feci e da queste non ha la certezza della diagnosi ma ci ha detto che se fosse confermata la diagnosi di MC dalla biopsia sarebbe in forma lieve e quindi ci ha dato la terapia descritta precedentemente,
GRAZIE

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Molto bene.

La saluto cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
gentilissimo dottore oggi sono andato in farmacia ed il farmaco pentasa ne avevano una sola scatola da farmi arrivare dai magazzini dove si servono e mi hanno detto che è un po difficile da reperire, ho chiamato lo specialista dicendo che rischiavamo di rimanere qualche giorno senza il farmaco durante le 8 sett. di terapia, mi ha risposto di non preoccuparmi perchè in settimana sarebbero arrivate le risposte della biopsia e che se non era confermato il MC avremmo interroto la terapia.Domanda: ma se non si è sicuri della diagnosi perchè non aspettare visto che si tratta di qualche giorno? stiamo comunque parlando di antibiotici, cortisone e antinfiammatori che non penso facciano proprio bene se non servono. Io comunque vorrei aspettare le risposte, a cosa andiamo incontro se non iniziamo subito la terapia? vorrei mettere in evidenza una cosa, dopo la colonscopia mio figlio non avverte più il dolorino al fianco e va regolarmente in tutti i sensi a defecare
grazie

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Mi spiace ma la sua richiesta
esula dalle linee guida
poichè chiede di entrare nel merito delle precise scelte terapeutiche effettuate da un collega "sul campo".

https://www.medicitalia.it/consulti/linee-guida-consulto-online/
" ricorda che questo servizio non può sostituire la visita reale presso un medico, che è l'unica metodica consentita per eseguire diagnosi e prescrivere un trattamento
lo scopo dei consulti è quello di ==>valorizzare e mai di sostituire<== la visita medica, di offrire (quando possibile) orientamento alle problematiche, senza azzardare diagnosi o terapie per via telematica "

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente
gentilissimo dottore mi scuso per la richiesta fatta, ma penso di essermi espresso/spiegato male, la mia domanda voleva essere la seguente:
1) Se a causa del mancato reperimento del farmaco dovessimo ritardare a iniziare la terapia di qualche giorno, la condizione +o- lieve di MC rischiamo di aggravarla?
2) Una forma lieve se curata in caso di ricaduta tornerebbe solo lieve o potrebbe essere anche diversa?
3) Una eventuale ricaduta da cosa la dovremmo capire, dai sintomi o da controlli cadensati nel tempo ( nel caso quali controlli )?
GRAZIE

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
1. No
2. Non è possibile prevederlo
3. Dai sintomi rappresentati allo specialista.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
Utente
Grazie per la pazienza e la gentilezza

[#14] dopo  
Utente
gentilissimo dottore, tra qualche giorno avremo le risposte della biopsia, mio figlio dal giorno della coloscopia non avverte più i sintomi che ci ha spinto a fare gli accertamenti, va regolarmente a defecare e le feci sono composte e di colore regolare, premetto che non ha fatto nessuna terapia e non ha preso nessun medicinale,l'unica cosa che sta facendo è andare a defecare quando ha lo stimolo ( prima stando fuori casa la trattenava) le chiedo:
E' possibile che i preparati per la coloscopia abbiano avuto un effetto " curativo"?
Se cosi non fosse, una malattia cronica può regredire cosi spontaneamente ed improvvisamente senza terapia?

GRAZIE

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
No.
... a questo punto aspetterei il referto istologico!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#16] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore ho appena ritirato l'esame istologico cosi descritto:
MATERIALE INVIATO
1) Mucosa ileale
2)Valvola ileo-ciecale
DIAGNOSI
1)Mucosa del piccolo intestino con flogosi cronica e con tessuto di granulazione come da fondo di erosione ed ulcerazione senza caratteri di specificità
2)Malattia infiammatoria cronica del grosso intestino senza caratteri morfologici di specificità
A detta dello specialista SEMBREREBBE ( ha usato proprio questo termine ) confermata la diagnosi di MORBO di CROHN,
Gli ho detto che il ragazzo da dopo la coloscopia stà bene, e comunque non aveva neanche prima diarrea, febbre e sangue nelle feci, il suo problema era che sentiva dolore al fianco destro in basso e aveva defecazioni meno regolari in numero. Mi ha risposto che comunque la mucosa è infiammata e ci sono ulcerazioni che vanno curate, ci ha prescritto la seguente terapia:
INTESTICORT 3mg 3 pillole la mattina per 8 settimane
PENTASA 500mg 3 la mattina e tre la sera per 8 settimane
CIPROXIN 500mg 1 la mattina e 1 la sera per 7 gg
Controllo analisi specifici del sangue tra 3 mesi
N.B. Le analisi del sangue e delle feci e la coloscopia sono state eseguite in ospedale e non sono in possesso dei risultati delle analisi, ma a detta dello specialista nelle analisi del sangue ci sono dei valori al limite che fanno pensare ad una forma lieve di MC e che verranno confrontati con le analisi che faremo tra 3 mesi
GRAZIE
GRAZIE

[#17]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non mi sembra ci siano basi istologiche sufficienti per parlare di Morbo di Crohn!

Ascolterei un secondo parere!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#18] dopo  
Utente
la ringrazio per la celere risposta,
il vostro consiglio rafforza la nostra intenzione di ascoltare un'altro parere prima di iniziare la terapia,

[#19] dopo  
Utente
come da lei consigliato siamo andati da un secondo specialista con tutta la documentazione, giustamente, non si è pronunciato ma ci ha dato da fare altri accertamenti visto che non è convinto della diagnosi e della terapia che non ci ha fatto iniziare, a parer suo la coloscopia e la biopsia considerata l'età (24 anni) dice e non dice, le analisi sono tutte nella norma incluso PCR e VES i sintomi di stipisi sono una rarità nel MC,sempre a detta dello specialista il fatto che non ha febbre,diarrea e che nel momento di sospetta appendicite aveva oltre 39 di febbre senza diarrea e vomito non è comune al MC ( secondo lui in presenza di MC la temperatura non si alza cosi tanto), le analisi del pronto soccorso (fatte il 29 giugno 2014 ) riportavano alti valori di PCR e VES ora normali ( senza alcuna terapia ), tutto ciò mette in dubbio la diagnosi, ci ha prescritto nuove analisi dell'emocromo, PCR celiachia, copricoltura feci ed ecografia delle anse e addome, nel frattempo fermenti e al bisogno lassativo perchè se il ragazzo va regolarmente al bagno stà bene, gia solo con i fermenti sembra che la situazione sia buona
cosa ne pensa?
grazie

[#20]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sono ragionamenti che mi sento di condividere
in linea con quanto ho già scritto in replica #17.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#21] dopo  
Utente
Gentile dottore abbiamo ritirato le nuove analisi che le riporto:
Esame micromocitometrico e formula leucocitaria tuuti i valori perfettamente centrati tra min e max
Esame morfologico nella norma
Piastrine 226 valori normali 120-450
PCR <0,328 valori normali fino a 0,500
Glidina demidata Abs Iga 3,40 valori normali <5,50
Glidina demidata Abs IgG 3,90 valori normali <10
Ab Anti-endomisio IGG assenti <1/10 negativo
Ab Anti-trascglutaminasi IgA 3,6 negativo <9
Ab Anti-trascglutaminasi IgC 3,8 negativo <20
CALPROTECNICTINA FECALE <50 negativo tra 0 e 70

pur essendo ignorante in materia mi sembra di aver capito che mio figlio non è ciliaco
e che dal PCR e CALPROTECNICTINA FECALE confrontato con gli altri accertamenti gia fatti non ha neanche un'infiammazione cronica dell'intestino, a giorni faremo anche l'ecografia delle anse e addome in un centro specializzato.
Da quel poco che ho capito, la diagnosi iniziale di M.C. forse è stata un po frettolosa almeno cosi mi auguro
cordiali saluti


[#22]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ancora una volta
... sono ragionamenti che mi sento di condividere.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#23] dopo  
Utente
gentile dottore, siamo finalmente arrivati alla fine, ieri abbiamo fatto l'ecografia alle anse e addome completo, tutto nella norma, non risultano ispessimenti o altro, la diagnosi finale esclude il M.C., Visto che il malessere coincide praticamente sempre con fattori legati a stati di stress e malumore , non è stata prescritta nessuna terapia, ci è stato consigliato l'uso di spasmex o similari nei momenti di maggiore acutizzarsi del dolore al fianco e di ripetere emocromo e pcr fra 6-8 mesi per controllo
la ringrazio per la pazienza