Utente
buonasera vorrei chiedere se è possibile che in 17 mesi si sviluppi un adenocarcinoma dello stomaco di 4cm perforante la sierosa gia con metastasi su 19/20 linfonodi , metastasi all ovaio di 8cm, e metastasi epatiche, quando sulla gastroscopia precedente le due biopsie parlavano di gastrite atrofica lieve sia sul angus che sul corpo-fondo dello stomaco, e dopo 17 mesi troviamo questa situazione descritta con questo tumore alla parete posteriore del corpo dello stomaco, vorrei una risposta precisa, grazie la ringrazio in anticipo per la risposta.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
É difficile dare una risposta precisa senza la documentazione. Potrebbe riportare la descrizione della gastroscopia ?

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
grazie per la veloce risposta le riporto la descrizione della prima gastroscopia in data 7/11/2012: esame condotto fino al duodeno || porzione. esofago con aspetto regolare, linea z e giunzione esofago-gastrica a 35 cm dall arcata dentaria con erosioni triangolari non confluenti di circa 0,5 cm. piccola ernia iatale da scivolamento.stomaco con aspetto eritematoso ed a chiazze discroniche in sede antralew. si eseguono biopsie seriate a livello dell'antro,angulus, e corpo fondo. bulbo duodenale e duedeno || porzione regolari.
quadro endoscopico come da esofagite da reflusso grado a di los angeles piccola ernia iatale da scivolamento gastrite cronica antrale.
alle biopsie gastrite atrofica lieve , elicobattery eradicato con cura antibiotica.

nessuna avvertenza di ripetere ad un anno la gastroscopia.

questo dopo 17 mesi:

la gastroscopia del 30/4/2015 : stomaco con presenza di lesione ulcerativa del corpo gastrico sulla parete posteriore di circa 4cm a margini rilevati ed irregolari con fondo fibronoso e vaso visibile al momento non sanguinante, ma lieve sanguinamento a nappo dei margini. si esegue emostasi. risultato biopsie sdenocarcinoma scarsamente differenziato a cellule a castone. ecco le due rispost. cordiali saluti e grazie in anticipo per la risposta.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Adesso é più chiaro. Nel primo esame la descrizione delle pareti gastriche é completa e non ci sono lesioni ulcerative, mentre nell'esame successivo compare una lesione di discrete dimensioni. L'esame istologico indica una neoplasia ad alta malignità e in 17 mesi può manifestarsi ed evolvere. In pratica con tale tipo di tumore e con tale intervallo di tempo ci può stare la prima gastroscopia negativa.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
buongiorno dottore volevo ancora chiederle una cosa : mia moglie è deceduta dopo appena 6 mesi , il tumore aveva preso tutta la colonna e il bacino e infiltrato il midollo non riusciva più a camminare dolori fortissimi, e non venivano più prodotte piastrine dai primi di ottobre, nonostante tutti i giorni andassimo ad oncologia gli anno fatto la prima trasfusione a 11000 piastrine, ed era di venerdi, poi controllata il lunedi dopo erano scese a 5000 e da qualche giorni aveva forti dolori alla testa, il 22 ottobre quindi veniva ricoverata per le piastrine e per un piccolo versamento cranico di 0,5mm, volevo chiederle se era possibile operarla loro non sono voluti intervenire alla testa ma praticavano solo sacche di piastrine, cosi il 24 ottobre alla tac di controllo veniva riscontrata una diminuzione di questa perdita ma aumento di pressione frontale, ma all'altro lato veniva fuori una nuova perdita sempre do 0,5mm, il 28 ottobre e deceduta senza che veniva fatto nulla, le chiedo era possibile operare e salvarla? ed e possibile che queste emorraggie siano dovute a metastasi cerebrali o alle piastrine?

grazie per la cordiale risposta sono veramente disperato.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Come ho avuto modo di riferirle nel precedente consulto non c'era alcuna possibilità chirurgica, anzi l'intervento avrebbe immediatamente aggravato la situazione.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it