x

x

Ragazzo di 37 anni con problemi intestinali.....

Buona sera,mi presento mi chiamo Fulvio e sono un ragazzo di 37 anni.Cominciamo dall'inizio:
I miei problemi intestinali risalgono a circa 23 anni fa,da quando ho iniziato a frequentare le scuole superiori. I miei problemi sono ed erano questi:
Doloretto fastidioso per molte ore al giorno alla parte bassa sinistra dell'intestino,che si attenua dopo qualche minuto che ho evacuato,ma che in realtà non sparisce del tutto. Alternanza di periodi con diarrea e stitichezza non accentuata(è una stitichezza teorica e poi lo spiegherò,perchè in realtà in quei giorni evacuo comunque una o due volte al giorno).
Consideri che la mia frequenza di evacuazione è di circa 4 volte al giorno con delle feci solide e abbastanza normali.Sensazione di incompleto svuotamento,di sera molte volte, ho la sensazione di non aver evacuato "tutto" e se metto una supposta riesco ad evacuare e sto meglio. Nei periodi di diarrea,le volte che evacuo non sono molte di più,ma le feci sono acquose e non "fatte".Poichè la mia media di defecazione è di circa 4 volte ogni giorno,ho anche delle emorroidi di terzo grado che molte volte sanguinano.In più per non farci mancare niente ho anche episodi di reflusso gastroesofageo e gastrite.Consideri anche ,che tutti questi problemi si sono accentuati col passare del tempo e sopratutto all'inizio erano solo accennati,e sopratutto erano dolori allo stomaco,più che allla pancia.
Veniamo quindi agli esami che ho fatto:
Fin dall'inizio ho fatto ecografie (clisma opaco)con Bario,colonscopie,gastroscopie,esami delle feci. Tutto era nella norma nell'intestino,mentre nello stomaco c'era dell'infiammazione, non ulcere ne Helicobacter. Poi ultimamente dopo essere andato da un ottimo gastroenterologo ho effettuato anche gli esami per la celiachia:Del sangue-del dna per la predisposizione-dei villi intestinali. L'unica leggermente positiva è stata quella del dna che mostrava il valore 3(non ricordo bene come venisse indicato) positivo. Ho effettuato gli esami per le allergie alimentari e l'unica positiva è stata quella per il grano,ma in modo molto molto blando. Premetto che prima di effettuare gli esami del sangue e del dna,avevo smesso di assumere prodotti contenente grano,poichè ne trovavo giovamento per quanto riguardava la diarrea,mentre per il numero delle evacuazioni tutto era come prima. Il dottore mi ha consigliato di ri-assumere prodotti a base di grano per almeno un mese prima di fare le analisi,poichè sennò non avrebbero dato valori giusti. Ho seguito il suo consiglio e ho reintrodotto il grano nell'alimentazione in modo da poter effettuare delle analisi corrette. Come detto però non hanno confermato la celiachia. In questo momento NON sto assumendo prodotti contenenti grano,e i problemi di diarrea sono minori,ma non sono spariti. Le dico anche che il latte mi da qualche problema di diarrea e non ne assumo. Comunque la diagnosi dei medici è sempre stata "colon irritabile".Consideri che io non mangio piccante,ne molto grasso.Per lei cosa ho?
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Confermo: Colon Irritabile!

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno dottore e grazie mille per la sua pronta risposta. Capisco che come tutti i dottori che mi anno visitato anche lei mi dia la stessa diagnosi,ma il problema è che questa "malattia" non si cura,ed io ho peggiorato molto con il passare degli anni. Può Sembrare una stupidaggine,ma la vita per chi ha questi problemi è molto particolare. Non si può uscire di casa,se prima non ci si accerta che ci sia un bagno.Lei cosa pensa,dovrei comunque continuare a escludere il grano ed il latte dalla mia dieta??Non è facile mangiare senza glutine,ma oramai ci ho fatto l'abitudine,però non capisco perchè qualche volta,comunque,gli episodi di diarrea si presentano lo stesso. Pensi che io la mattina non riesco a dormire oltre le 7:30-8:00 poichè devo per forza andare al bagno.E' veramente una malattia che ti condiziona il modo di vivere.Molte persone non capiscono cosa vuol dire avere questi disturbi,e pensano che si è "fissati" o esauriti,e che tutto dipenda da questo.io non ci credo e non ci ho mai creduto,anche se nel tempo mi hanno prescritto medicine tipo "debrum" o "debridat" che calmano gli spasmi(dovrebbero ma a me non facevano niente),ma che in realtà ti stordiscono la testa. Spero che mi possa consigliare qualche cosa per migliorare.....
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28.8k 519 63
Conosco bene il problema!
Sono molti i pazienti trattati.

La malattia è funzionale
ed una vera guarigione non è prevista.

Le fornisco il link di un articolo che potrà tornarle certamente utile
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1848-colon-irritabile-o-sindrome-dell-intestino-irritabile-ibs-quale-terapia-e-quale-dieta-seguire.html
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore. Le vorrei chiedere un'altra cosa, da circa due mesi, ho sulla lingua un sapore di amarognolo. Non lo sento sempre , ma va a giorni, quando si e quando no. Premetto che è un disturbo che non ho mai avuto. Premetto oltre a questo che ho la classica lingua chiamata a "cartina geografica" o con "solchi", che però possiedo così da sempre. Potrei avere problemi al fegato?