x

x

Inibitori pompa uso cronico

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve,

sono un ragazzo di 25 anni. Da 4 anni soffro di reflusso gastrico, che talvolta mi da faringite nei momenti acuti. Dopo indagini, tramite gastroscopia mi è stata scoperta un'ernia iatale. Nei periodi in cui non lavoro sto bene, ma ora è già quasi un anno che faccio uso continuo di pantoprazolo 40 mg ogni giorno, eccetto i periodi di vacanza.

Ho letto su internet però che questi farmaci a lungo andare creano dei problemi, quali calo di Ferro, potassio calcio vitamina B12 e magnesio. Il mio medico di base mi ha detto di stare tranquillo perchè sono problemi che vengono dopo molti anni e di solito agli over 70.


Voi che dite? posso prenderli in totale tranquillità?

grazie
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Può assumerli serenamente
sotto la guida di un medico consapevole ed esperto.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie dottore,

un altra domanda è: è possibile l'assuefazione da inibitori di pompa?

Nel senso, è possibile che io con un uso costante di pantoprazolo 40 mg in forti momenti di stress questi 40 mg non mi siano piu sufficienti a controllare la sintomatologia?

In tal caso, come muoversi?

grazie ancora
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
No, nessuna <<assuefazione>>

come le ho già scritto
https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/462484-reflusso-e-inibitori-di-pompa-4-mesi-possono-creare-danni.html

.. deve rispettare le norme antireflusso
e dosare tempi e modi della terapia con l''aiuto di uno specialista competente!
[#4]
dopo
Utente
Utente
ok la ringrazio.

Le ho riposto la domanda perchè da 4 mesi a questa parte dopo una pausa di 3 settimane sono passato dall'esomeprazolo 40 mg al pantoprazolo 40 mg.

In questa settimana però, ho avuto 2 importanti faringiti da reflusso, di cui uno anche con febbre seppur sotto pantoprazolo da 40 mg, cosa mai accaduta ne prima con l'esomeprazolo ne con il pantoprazolo, anzi con il dosaggio pieno digerivo anche i sassi.

Ora sono preoccupato. Cosa può essere successo? Forse il pantoprazolo funziona meno ed è meglio tornare all'esomeprazolo?


grazie ancora

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio