Utente 165XXX
Buonasera,
da circa 1 mese ho tosse secca, sensazione di pesantezza ai bronchi, fiato corto, affaticamento facile, affanno al minimo sforzo (anche salire pochi gradini), talvolta (non sempre) sensazione di difficoltà nella deglutizione (come se avessi del cibo in gola che non scende).
Il medico, dopo avermi fatto fare una rx al torace che non ha evidenziato niente di rilevante mi ha prescritto Medrol 4 per 9 gg (2 volte al dì per i primi 3 gg, 1 volta al dì, per altri 3 gg e poi a gg alterni per altri 3 gg).

Ho 2 domande:
- soffrendo io spesso di reflusso gastrico (che generalemnte risolvo prendendo del Maloox) posso prendere un gastroprotettore in concomitanza con il cortisone per evitare danni gastrici, o il gastroprotettore interferisce con il cortisone? Se posso prendere il gastroprotettore quanto tempo prima/dopo rispetto al cortisone va assunto?

- i problemi di tipo respiratorio che ho esposto, potrebbero non essere causati indirettamente da un problema gastrico/esofageo che ha innsescato meccanismi di infiammazione bronchiale? (Specifico che in quest'ultimo mese in cui ho manifestato i problemi respiratori, non ho mai avuto problemi di reflusso)

grazie in anticipo per la disponibilità

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Personalmente non vedo indicazioni alla terapia cortisonica.
Piuttosto curerei il reflusso che può dare disturbi respiratori.

Una visita accurata e competente è prioritaria!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 165XXX

Grazie per la rapida risposta.
In realtà il reflusso è l'unico sintomo che in questo mese non ho avuto(pur essendo una patologia di cui in passato mi è capitato spesso di soffrire).

Se la terapia cortisonica non dà risultati mi rivolgerò sicuramente ad uno specialista, il dubbio che avevo era però pneumologo o gastroenterologo?
Ritiene quindi che i problemi respiratori di questo mese che le ho indicato (tosse secca, sensazione di pesantezza ai bronchi, fiato corto, affaticamento facile, affanno al minimo sforzo, talvolta sensazione di difficoltà nella deglutizione) possano dipendere da un problema da affrontare con uno specialista in gastroenterologia?

Posso comunque prendere un gastroprotettore contestualmente al cortisone per evitare problemi gastrici?
grazie ancora

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
1. Vada dal Gastroenterologo

2. È possibile associare i due farmaci
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 165XXX

Gent.le Dottore,
grazie per la sua risposta.
In questi giorni ho ultimato la terapia cortisonica prescritta dal medico di base e i problemi respiratori sembrano passati.
Resta però la sensazione di bruciore/pesantezza dietro lo sterno, all'altezza dei bronchi e la sensazione di difficoltà a deglutire.

Seguirò a questo punto il suo consiglio fissando una visita da un suo collega gastroenterologo.
Ho una domanda:

- Essendo una prima visita da un gastroenterologo, è necessario svolgere esami diagnostici specifici prima della visita per agovolare una diagnosi oppure posso prendere appuntamento senza aver fatto altri accertamenti preventivi?

grazie infinite ancora per la sua disponibilità

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ritengo che eventuali esami debbano scaturire dalla visita,
ovvero successivamente.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it