Utente
Buonasera. Da circa 3 mesi ho difficoltà a respirare. Ho effettuato una visita gastrointerologa dove mi è stato prescritto pantoprazolo 40 per 2 volte al giorno e Foster mattino e sera.
La situazione non è migliorata e ho svolto una visita dall'otorino laringoiatra nella norma. Ho preso appuntamento da uno pneumologo e mi è stata diagnosticata asma bronchiale. La domanda è: ho letto che il reflusso può portare ad avere asma ma in che senso? Asma intesa come difficoltà respiratoria o proprio come patologia? Episodi di reflusso gastrico ne ho avuti, ma solo un paio in 3 mesi. È vero che dopo mangiato ho qualche difficoltà in più a respirare, ma il mio problema è costante, anche lontano dai pasti. Ho molte difficoltà a svolgere sport e questo sta diventando un problema. Ultimamente noto un aumento di eruttazioni e flatulenza con pancia gonfia. La situazione mi sta dando parecchio fastidio, che ne pensate? Può essere solo asma o è tutto causato dallo stomaco? Oltretutto il Foster non mi aiuta, il pneumologo mi ha consigliato il Ventolin, però credo che dopo 2 mesi qualche beneficio dovrei averlo con queste medicine o sbaglio? Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Bisogna prima escludere problematiche pneumologico e poi pensare ad un reflusso con sintomi extraesofagei di tipo respiratorio (causa meno probabile).

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la celere risposta e mi permetta di farle i complimenti, ho spesso letto alcune sue risposte in questo blog e le ho trovate sempre molto puntuali. Tornando al mio problema: ho effettuato la visita pneumologica e mi è stata riscontrata un'asma bronchiale. Quindi credo di aver fatto il passo giusto per avere una diagnosi corretta e il pneumologo non mi ha prescritto ulteriori accertamenti, ad eccezione delle prove allergiche. Io credo che la digestione giochi un ruolo importante in questo mio disagio, solo che non so chi sia la causa e chi la conseguenza! Inoltre ho notato che assumendo gaviscon dopo i pasti la respirazione andava migliorando. La spirometria e l'esame obiettivo dei polmoni sono stati definiti "perfetti", addirittura la spirometria oltre la norma.
Sinceramente non so che pesci prendere! Le comunico altri sintomi, allo scopo di farle accendere qualche lampadina, data la sua grande esperienza e magari chissà, ne vengo fuori! Salivazione importante durante le "crisi", senso di ostruzione in gola, battiti sempre normali, solo 2 episodi di bruciore di stomaco, pancia gonfia. Le partecipo inoltre che, durante la visita pneumologica avvertivo senso di costrizione e difficoltà respiratorie, eppure l'esame restituiva risultati ottimi! È per questo motivo che credo sia un problema di apparato digerente ma, da profano, attendo un suo autorevole parere e la ringrazio ancora cordialmente

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Escluse le problematiche pneumologiche ed allergologoche (che potrebbero essere alla base dell'asma) non resta allora che il reflusso gastroesofageo. In questi casi si può attuare una terapia ex iuvantibus con una dose doppia di IPP , due volte al giorno e per 60 giorni e poi ridurre.. Altra possibilità é quella di eseguire una pHmanoimpedenzometria esofagea per lo studio del reflusso.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Non potrebbe essere un'ernia iatale? Quando erutto sento come una bolla d'aria alla bocca dello stomaco e i miei problemi di respirazione è come se fossero causati da un'istruzione in gola. Proprio per questo ho effettuato una visita dal laringoiatra che, dopo aver esaminato la laringe, non ha notato nulla di problematico. Non so perché ma faccio fatica a credere che l'asma, ancorchè diagnosticata, mi possa dare questo tipo di problemi. Il mio sembra un problema di esofago, sento come una pesantezza nei 20 centimetri dalla gola allo stomaco. Grazie ancora!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non l'ernia di per se, ma l'eventuale reflusso condizionato dall'ernia...


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottore la disturbo nuovamente! Ho effettuato le prove allergiche per inalanti e mi è stata riscontrata un'allergia da acari, graminacee, cipresso. Alcuni giorni fa ho effettuato una seconda visita dal gastrointerologo. Il suo collega ritiene che non abbia un reflusso gastrico in quanto escluso dall'otorino e sostiene che il tutto sia causato dall'asma. A distanza di alcuni mesi la situazione è stabile, forte dispnea a stomaco vuoto e a stomaco pieno e costante dispnea durante il giorno. Il suo collega mi ha consigliato di interrompere il pantoprazolo in quanto, se avessi il reflusso, dopo 2 settimane dovrei avere dei benefici. Mi ha consigliato di bere un bicchiere di coca cola con limone e contattate un secondo pneumologo perché la cura con foster e Ventolin non ha effetto. Ho smesso di prendere il farmaco da qualche giorno e ho notato episodi di acidità dopo i pasti, oltre a non avere benefici respiratori. È possibile che dopo tutto questo tempo, dopo l'utilizzo di spray per l'asma, di farmaci per lo stomaco e di peridon prima dei pasti, la situazione è la medesima? Cosa mi consiglia di fare? Il gastrointerologo mi ha anche detto che trova inutile effettuare ecografia e gastroscopia (che comunque sarebbe risultati alterati da 2 mesi di pantoprazolo).

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Concordo con il gastroenterologo e insisterei sulla natura respiratoria dei suoi disturbi.

Auguroni.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Buonasera Dottore. La contatto nuovamente per riferirle quanto segue. A seguito dell'ultima visita gastrointerologa ho interrotto tutti i farmaci per lo stomaco. Da quel momento ho avuto frequenti episodi di acidità e dispnea che mi stanno letteralmente assillando. La dispnea è presente tutto il giorno ma aumenta, circa 3 ore dopo i pasti. Ora se il pantoprazolo e peridon non hanno avuto effetti ed ammesso a questo punto che sia un problema di digestione, cosa mi consiglia di fare? Grazie

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ricontattare lo specialista pneumologo...



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Carissimo Dottore buonasera. La vorrei aggiornare sul decorso della mia malattia. I sintomi non si sono affievoliti e pertanto ho contattato un pneumologo, il quale, nonostante la mia insistenza, non ha ritenuto opportuno eseguire una rx ai polmoni. Ho effettuato un'altra visita da un terzo gastrointerologo, molto rinomato, che mi ha diagnosticato una discinesia biliare, reflusso misto. Il suo collega, dopo aver visionato l'ecografia ritenuta negativa dall'ecografista, sostiene che la cistifellea presenta conformazione non proprio regolare. Questo e la successiva visita, hanno spinto il dottore a diagnosticare il reflusso misto. Mi ha inoltre detto che trova inutile effettuare una gastroscopia in quanto pare certo della sua diagnosi e mi ha prescritto pantoprazolo e acido ursodesossicolico, utile a rieducare la cistifellea. La cura dovrebbe durare circa 9 mesi. In base alla sua esperienza pensa che sia plausibile? Dopo quanto tempo potrei avere anche solo dei leggeri benefici? La dispnea continua e non è certo piacevole! Nella giornata odierna ho notato un nuovo sintomo, ovvero un fastidio alla lingua, quasi come se fosse ustionata nel mezzo è una patina bianca in fondo alla stessa. La ringrazio per il tempo concessomi e la saluto cordialmente

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É difficile pensare che i problemi respiratori siano legati alla colecisti....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Non so cosa pensare. Mi è stato detto che ho le vie aeree irritate dal reflusso e per questo ho anche la lingua abbastanza bianca sul fondo. Ma se non è un problema pneumologico e nemmeno gastrico allora cosa potrebbe essere?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il chiarimento può venire solo da visita diretta e non via web....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it