Utente
Buongiorno,
chiedo informazioni per un nuovo sintomo del mio reflusso: da 8 mesi ho problemi digestivi che all'inizio mi hanno molto spaventato, mi impedivano di dormire la notte e mi causavano capogiri durante il giorno. Sono in cura con l'omeprazolo 20 da allora, ho effettuato molti esami, tra cui esami del sangue, dove tutti i valori sono risultati nella norma, tranne la Ferritina a quasi 600, poi delle ecografie all'addome che non hanno evidenziato alcuna patologia. Anche un esame di elastografia epatica ha dato un risultato di fibrosi normale (3.53 Kpa).
A circa un mese dall'inizio dei problemi intestinali ho iniziato ad avere forti difficoltà a deglutire, ed una vista OTRL ha evidenziato una faringo-laringite posteriore da mGRE.
Una successiva visita da un gastroenterologo e nuovamente dal chirurgo intestinale hanno confermato la diagnosi sulla base dei referti delle ecografie e degli esami del sangue.
Dopo alcuni mesi ho provato ad interrompere i farmaci, ma a circa una settimana dall'interruzione i sintomi a livello di stomaco sono ripresi, con forse anche un aggravamento del dolore e soprattutto ho ripreso a non riuscire a dormire la notte: mi addormento ma dopo circa 3 ore mi sveglio per il fastidio allo stomaco che si protrae per tutta la notte.
Mi hanno fatto riprendere l'omeprazolo 20 per almeno un altro mese,
Mi hanno fatto fare anche l'esame 5-HIAA, per escludere una sindrome da carcinoide, risultato per fortuna negativo.
Mi ha visitato anche un allergologo, su consiglio del gastroenterologo, che non ha riscontato nessuna allergia e mi ha prescritto un esame per la triptasi sierica, anch'esso negativo.
Sono negativo alla celiachia, ma ho provato anche a seguire una dieta priva di glutine per circa un mese, senza risultati.
Anche la gastroscopia non ha riscontrato nulla e la biopsia per gastrite atrofica è risultata negativa e non ho Helicobacter.
Ma se smetto per due giorni l'omeprazolo ritornano tutti i sintomi.
Nell'ultimo mese ho trovato giovamento dall'utilizzo combinato di Levopraid 25, prima 3 volte al giorno, per poi ridurlo ad una sola compressa la sera, sempre con l'omperazolo la mattina ed il Faringel la sera prima di addormentarmi.
Negli ultimi giorni si verifica sempre più spesso un fenomeno che mi sta preoccupando: alla mattina, ma talvolta anche una mezz'ora dopo i pasti, mi ritrovo con del sangue in bocca, talvolta solo saliva rosata, talvolta più abbondante, come quando si spazzolano troppo energicamente i denti. Dopo un paio di minuti passa tutto e sciacquandomi la bocca non ho altri sanguinamenti.

Ho già chiesto molti pareri, e la mia ansia non mi aiuta, ma volevo sapere se devo effettuare dei nuovi controlli, e di che tipo?

Omeprazolo e Levopraid: mi hanno detto che posso prenderli per tutta la vita, senza conseguenze? E' così?

Il mio terrore, visto tutti gli esami che mi hanno fatto fare, è di avere un tumore, e questo sanguinamento mi sta preoccupando di nuovo molto.

Grazie mille per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non si allarmi del sangue nella saliva: si tratta di un sanguinamento gengivale....Può assumere tranquiillamente l'omeprazolo e la levosulpiride. Noto di base un forte stato ansiogeno.....


Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta immediata.
Sicuramente sono molto ansioso, principalmente per questo reflusso che non passa....
Lei parla di sanguinamento gengivale ma non vedo mai tagli o lesioni quando mi succede, ed anche il dentista, che mi ha vistato due settimane fa, non ha riscontrato danni alle gengive.
Il sangue che vedo è rosso vivo se può servire come indicazione.

La terapia di omeprazolo e levopraid mi ha fatto passare quasi completamente i dolori ma permane un senso di gonfiore e tensione a livello addominale, c'è qualcos'altro che posso fare per alleviare anche questi sintomi?

Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente
Scusi ancora volevo solo specificare che questi sanguinamenti avvengono dopo i pasti ma prima che io mi lavi i denti.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La causa più probabile é quella gengivale o dalle vie respiratorie superiori. Sicuramente non digestiva.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie mille per le sue pronte ed esaurienti risposte.

Ne approfitto per chiederle un ulteriore consiglio: ho effettuato una gastroscopia 3 mesi fa, che non ha rilevato nulla (ero sempre sotto terapia di omeprazolo) con il seguente referto:

Referto:
Esofago di calibro regolare, pareti elastiche, rivestite da mucosa indenne da lesioni. Cardias regolarmente posizionato.
Cavità gastrica ampia, ben distensibile, pareti elastiche, reviste da mucosa scabra, di aspetto atrofico, indenne da lesioni ulcerative o infiltrative. Lago mucoso non contaminato da sangue o bile. Plicatura e peristalsi regolari.
Piloro pervio elastico, bublbo duodenale elastico, rivestito da mucosa rosea, indenne da lesioni. Seconda porzione duodenale nella norma.

Referto istologico:
Atrofia: assente
Flogosi: assente
Metaplasia intestinale: assente
Helicobacter: assente

Entro quanto mi consiglia di rieffettuare l'esame, se necessario?

Ho cambiato gastroneterologo ed il nuovo si è rammaricato di non aver potuto effettuare lui l'esame ed è intenzionato a farmelo ripetere per "vedere meglio". Io onestamente preferirei evitarlo se non strettamente necessario.

Grazie ancora per tutto

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Esame negativo macroscopicamente ed istologicamente. Non serve ripetere la gastroscopia (adesso ed in futuro...)...


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno,
scusi se la disturbo nuovamente:
ho effettuato gli esami del sangue prescritti dal gastroenterologo in attesa di effettuare anche una manometria esofagea tra pochi giorni.

Purtroppo mi hanno chiamato per avvertirmi di un marcatore tumorale molto alto: la cromogranina a 372.
L'aumento potrebbe essere dovuto, come ho letto, al mio uso continuato di Omperazolo, da più di 6 mesi o devo preoccuparmi per un eventuale tumore ed effettuare altri esami?
Tempo fa mi avevano fatto fare il dosaggio 5-HIAA (risultato nella norma 3.6 su 2-10 di scala) e TRIPTASI 5.9 (rif <10)

Per la manometria esofagea:
Secondo lei si tratta di un esame utile?
Purtroppo per tale esame mi faranno sospendere sia il levopraid che l'omeprazolo, sostituendoli con il riopan: la cosa mi preoccupa, perchè bene o male ero riuscito a riguadagnare un livello di vita accettabile con tali farmaci, e non vorrei ritornare ad avere tutti i sintomi.

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno,
scusi la mia insistenza, ma in attesa della visita prevista la prossima settimana dal gastroenterologo, sono andato alla visita di controllo ematologica per la mia Ferritina alta (600) e l'ematologo vedendo i valori della cromogranina mi ha prospettato una TC a collo torace ed addome, non ritenendo che l'omeprazolo possa aver alterato i valori, ma ha anche detto di aspettare comunque il parere del gastroenterologo.
Mentre invece non sembra ritenere la Ferritina degna di attenzione in quanto costante.

A questo punto sono ovviamente molto spaventato e volevo sapere la vostra opinione.

Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia prudente eseguire
la TAC indicata...
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Grazie innanzitutto per la risposta sempre chiara ed esauriente.
Il GAE che mi segue, che sono riuscito a contattare telefonicamente questa mattina, mi ha detto di non preoccuparmi assolutamente, che si tratta solo di un valore (cromogranina) che lui usa per definire la terapia e dovuto unicamente al fatto di aver assunto omeprazolo per mesi.
A questo punto sono in una situazione ambigua: c'è chi mi consiglia la TAC, chi addirittura una scintigrafia (che mi dicono essere più utile rispetto alla TAC) e chi mi dice di non preoccuparmi...
Il mio livello di ansia mi induce a fare lo stesso questo esame, proprio per escludere un tumore e non avere rimpianti del tipo "se lo avessi fatto...": ma si tratterebbe di un esame risolutivo: un esito negativo lo escluderebbe del tutto?
Potrebbe essere utile ripetere l'esame della cromogranina sospendendo l'omeprazolo? (Lo sto già facendo per l'esame della manometria esofagea: ho sospeso del tutto omeprazolo e levopraid e assumo solo più riopan, su indicazione del GAE)
In questo caso dopo quanto tempo?

Grazie mille per la sua disponibilità



[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Eseguirei la cromogranina dopo sospensione dell'omeprazolo.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno,
sperando di fare cosa utile anche per tranquillizzare altri malati di reflusso in cura con l'omeprazolo riporto i risultati degli esami dopo una sospensione di tre mesi di omeprazolo.
la cromogranina è passata da 372 (valore sotto omeprazolo) a 33. (valori normali 19-98)
Attualmente sono in cura da tre mesi solo con il Riopan (3 volte al giorno) ed i sintomi a livello di stomaco si sono notevolmente ridotti, con spesso anche intere giornate senza problemi.
Perdura invece il sangue nella saliva, con anche un incremento negli ultimi periodi, con anche 5-6 episodi durante il giorno, che hanno portato il mio medico curante a farmi effettuare una rx torace, con il seguente esito:
Non si evidenziano significative lesioni pleuro parenchimali a focolaio in attività
E' apprezzabile lieve ingrandimento di aspetto vascolare delle ombre ilari. I seni costo frenici sono liberi. L'ombra cardio vascolare presenta dimensioni nei limiti della norma.
A vostro giudizio dovrei effettuare altri esami?

Grazie mille e cordiali saluti




[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ottimo per i problemi dello stomaco; radiografia del torace negativa, mentre il sangue nella saliva reputo sia di origine gengivale (o del tratto bocca-vie respiratorie superiori), ma non di natura digestiva o polmonare.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Come al solito è rapidissimo e molto esauriente.
Il dentista esclude le gengive come fonte del sangue, potrebbe essere quindi dovuto al reflusso, anche se ho i sintomi molto attenuati?
Per quanto tempo ancora potrò prendere il Riopan?
Essendo molto ansioso ho notevoli timori di cosa succederà quando dovrò interrompere il trattamento: ogni volta che provavo ad interrompere l'omeprazolo i sintomi ritornavano con anche maggiore intensità.

Grazie mille di tutto

[#15]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il farmaco va assunto sulla base della sintomatologia.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it