Utente
Buongiorno non so se scrivo nella sezione giusta ma volevo un parere. Di solito non sono una persona snsiosa ma da due mesetti mi è insorta una dispepsia a cui il mio mrdico non davs affatto importanza. Inizialmente non mi sono preoccupta perche ho pensato a stress che ho avuto un anno fa x problemi lavorativi o alle vacanze in cui fai più bagordi. Però poi non è passata curando la dieta e avendo due persone care morte giovani di cancro al pancreas, ho iniziato ad agitarmi non poco anche pensando che la mia glicemia da dopo la gravidanza, 4 anni fa, è sempre un po piu alta anche se nei limiti. Non ho dolori allo stomaco e x ora non ho perso peso però ho lentezza digestiva, molta aria eruttazioni al gusto di ciò che mangio , senso di peso alle volte anche la mattina e un po' di crampi tipo colite all'intestino. Feci normali ma sento gas anche nell'intestino. Vorrei andare da uno specislista cosa mi consigliate? Possono essere sintomi di questa brutta malattia?

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara utente, sicuramente deve andare da un gastroenterologo.
i sintomi sono abbastanza indicativi di una sindrome dell'intestino irritabile quindi non si deve troppo preoccupare.
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
Si si ho prenotato la visita per approfondire se si tratta di intestino irritabile, reflusso o gastrite...ben venga faccio quello che devo fare esami, dieta, cura ecc...volevo più che altro rassicurazione anche se so che non vedendomi nemmeno in faccia più di tanto non si può fare....su quel tipo di cancro, se potevo stare abbastanza serena. Volevo anche sapere, se gentilmente potrà rispondermi: da due giorni sto prendendo someticone x aria in pancia...ieri sera non ho avuto aria, oggi ho avuto più appetito ma eruttazioni di nuovo tante colazione poi meno a pranzo. Ci vogliono più giorni prina che l effetto sia significativo? Perché a quanto sapevo si da anche per le colichette dei neonati e dovrebbe avere effetto immediato. Poi una curiosità: da poco ho fatto il bagno e ho notato che da quando ho questi disturbi mi viene un po' di nausea, cosa che non mi capita sotto la doccia...perché? La ringrazio molto. Buona serata.

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
il simeticone non è un farmaco miracoloso....
per la doccia non saprei che dirle...
cari saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente
Eh in effetti non lo so nemmeno io...mi pareva una cosa curiosa. Ma probabilmente sarò più sensibile. So che il someticone è blando ma non volevo inizare cura fai da te e aspettavo lo specialista. Non avevo pensato al colon perché non sapevo che potesse dare questa nausea transitoria che si risolve eruttando...ogni tanto dei crampetti in quella zona li avevo anche da più giovane, meno negli ultimi anni ora che ci penso alle volte in contemporanea faccio anche aria dall'intestino come se ci fosse qualcosa fermo sotto lo stomaco.

[#5] dopo  
Utente
Buongiorno dottor Di Camillo, volevo aggiornare lo stato delle cose. Essendomi svegliata con dei crampi all'altezza della vita x due notti la scorsa settimana, sono andata con visita intramoenia perché ammetto la mia agitazione. Il gastroenterologo visitandomi e ascoltando i miei problemi mi ha diagnostocato sindrome del colon irrtabile e dato integratori e preparato con prebiotoco oltre che anti metorismo. Non ha ritenuto necessario uteriori indagni strumentali anche se io avevo fatto richeista al mio medico per eco addome e test helico bacter che comunque farò. Volevo chiederle: è possibile scoprire il colon irritabile a 42 anni? Ok che da giovane avevo avuto alle volte crampetti e un po' di stipsi o diarrea a periodi, ma pensavo fosse una cosa normale. Lo specialista mi ha detto che durante la digestione intevengono meccanismi complessi e un colon irritabile può modificarli. Mi ha anche detto che ci puo volere tempo prima che la situaizone si normalizzi. Il fatto di non avere dolori allo stomaco nè bruciori o acidità ha fatto escludere ernie, reflussi e gastriti varie. Io ho letto però abbondantemente che ci sono gastriti che possono non dare dolore o bruciore, ma solo pesantezza ed eruttazioni con vago senso di nausea come succede a me. Devo dire che le eruttazioni con gusto di cibo erano un po' diminuite, ma persistono quelle d aria e a stomaco vuoto è quando più avverto nausea. Non sono dimagrita anche se negli ultimi giorni, sicuramente anche per la preoccupazione avevo lo stomaco chiuso. In sintesi secondo lei si possono veramente escludere patologie più gravi tipo tumori del fegato-pancreas?

[#6]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
beh mi pare che io ed il collega siamo sulla stessa linea. si , può averlo a qualsiasi età il colon irritabile
non credo abbia cose tumorali stia invece più tranquilla...
ci aggiorniamo dopo gli esami che vuole fare
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#7] dopo  
Utente
Certo dottore l'aggiornerò sicuramente. Proverò a stare più tranquilla, il mio medico mi ha rassicurata dicendomi che malattie serie come quelle non stanno tanto a covare e quando iniziano a manifestarsi, dopo due mesi avrebbero gia dato sintomi ingravescenti, dolori, stanchezza, dimagrimento...non capisco allora perché si trovino abbondanti articoli su queste malattie in cui si parla di esordio subdolo e di vaghi probelmi digestivi come gonfiore, eruttazioni e cose simili se poi la sontomalogia è nem più severa.

[#8] dopo  
Utente
Buonasera dottore scusi il disturbo, volevo aggiornarla sul fatto che ad una settimana di fermenti e colinox non noto grossi miglioramenti. È vero che il gastroenterologo mi ha parlato di tempi relativamente lunghi, ma credevo almeno di vedere qualche progresso. Le eruttazioni andsvano già meglio prima della visita e sono stata un paio di giorni quasi senza ma da due ci sono di nuovo. Ho invece sempre un sacco di gas intestinale, dolorini vaghi e crampetti, alle volte spasmi. Vado in bagno sovente senza troppo dolore, ma le feci sono sovente sfatte con i pezzi di verdure o frutta, alle volte spumose e galleggianti altre più solide e formate ma sempre mollicce. L odore non è sgradevole, il colore è chiaro ma sempre marrone...non mi pare ci sia muco nè che siano appiccicose pero alle volte sulla carta pare ci sia una specie di patina trasparente leggermente unta e mi sono agitata pensando a steatorrea. Ho chiesto parere al medico di base x tel e mi ha detto che la steatorrea vera è piuttosto evidente e molto maleodorante. anche se ho adottato un'alimentazione priva di zuccheri raffinati, latticino e lieviti s parte perdere un kg e mezzo non noto meno aria. Secondo lei è sempre normale nel quadro del colon irritabile? Se fosse dovuto o peggiorato dallo stress non ci sarebbe qualcosa che aiuta in questo senso? Grazie! Buona serata.

[#9] dopo  
Utente
A dimenticavo...prima ovvero fino a due settimane fa non ero dimagrita nonostante l ansia mi avesse chiuso lo stomaco per qualche giorno, poo dopo la visita mi sono rasserenata e nei giorni successivi ho ripreso il mio appetito, però ho tolto alcune cose dalla mia dieta: tutti i formaggi (latte già non ne bevevo) vino la sera (a pranzo non bevevo) e i lieviti ad eccezione di qualche fetta biscottata la mattina. Fino a tre giorrni fa avevo perso 1.5 kg,plausibile in una settimana di restrizioni e con evacuazione abbondante...ma oggi mi sono ripesata e.... in pochissimi giorni ho perso quasi un altro kg e mezza! E ora sono due giorni (da lunedi che ho avuto tre evacuazioni) che vado in bagno una volta e poco. Può anche farmi piacere perdere un po' di peso...ci provavo da un po', ma onestamente mangiando colazione, pranzo e cena e alle volte uno spuntino a metà mattina e tisana con miele al pomeriggio o sera dopo cena, mi pare davvero tanto. Consideri che non sto facendo la fame, non mi alzo a tavolo con appetito, sto solo evitanto tutti gli alimenti che potrebbero infiammare il colon in attesa di avere esito intolleranze (che poi mi hanno detto essere poco affidabile).
Mi dia una sua opinione! Ho sempre fatto fatica a dimagrire tranne sotto stress, potrebbe aver influito lo stato d ansia?
Grazie e scusi il disturbo.

[#10]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara utente solo una fase di stress...
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#11] dopo  
Utente
Bene meglio cosi. Che lei sappia c'è qualche integratore che può essere efficace per calmare l ansia e avere un effetto positivo sulla muscolatura dell apparato digerente senza però diminuzione della peristalsi?

[#12]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
si ce ne sono tanti ma le terapie le faccia prescrivere dal suo medico curante.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#13] dopo  
Utente
Avevo chiesto al mio medico e mi ha parlato di un integratore che si chiama vagostabil, ho guardato sul web, mi pare agisca sul sistema nervoso centrale non parlava di utilizzo x colon irritabile o dispepsia funzionale quindi mi è rimasto il dubbio se facesse al caso mio.
Buona giornata !

[#14]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
il colon irritabile proviene proprio da problemi di natura nervosa, quindi siamo sulla stessa linea di pensiero...
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#15] dopo  
Utente
Bene, allora proverò ad assumere questo integratore e le farò sapere. Buon week end dottore!

[#16]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
grazie anche a lei
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#17] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, da una settimana assumo vagostabil, sicuramente noto di essere più rilassata, ma non vado più in bagno. Il mio medico mi ha dato movicol bustine dicendo che non ha effetto irritante ed in effetti ieri e oggi sono andata un bagno senza alcun dolore, ma non penso proprio di essermi svuotata del tutto anche perché, pur seguendo la dieta, mi pare di avere più appetito e quindi ho mangiato abbastanza. Possibile che da fare praticamente diarrea ora io stia dei giorni senza andare? Credo che l intestino si muova poco e non centri l alimentazione, o almeno questa è la mia idea, perché le feci non sono mai grosse e dure, sono formate, ma sempre molto morbide e di colore marrone chiaro. Sono passata ad assumere una sola bustina di fermenti mentre continuo antigas 3 volte al giorno. Le eruttazioni infatti, persistono: anche se certi giorni ne faccio meno, altri giorni ne faccio ancora molte. A me continua a sembrare strano pensare che sia tutta colpa dell intestino, poi ora non ho più nemmeno molta flatulenza. Adesso che mi sento più serena sulla non gravità del disturbo ma vorrei comunque risolvere! Di sicuro non è piacevole avere eruttazioni cosi frequenti e bolle di aria che pesano sullo stomaco. Lei pensa che debba richiedere un'altra visita x ridefinire la terapia? È assolutamente da escludere il reflusso, ernia jatale o hb? Ah dimenticavo ho fatto.test delle intolleranze su prelievo di sangue dal dito in farmacia ed è risultata solo una blanda intolleranza al latte. Scusi le domande, ma veramente vorrei risolvere! buona giornata!

[#18] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, dopo qualche settimana torno a disturbarla. Le cose a livello di stomaco andavano meglio ultimamente (molte meno eruttazioni) quindi avevo ridotto a due pastiglie di colinox e per intestino sempre fermenti e ogni tanto un clisterino di glicerina perché non andavo molto in bagno, anche se le feci erano sempre e comunque marrone chiaro e mollicce anche se formate . Nel complesso comunque ero contenta. La settimana scorsa abbiamo avuto tutti in famiglia un'influenza intestinale con vomito e diarrea, per fortuna durata solo un paio di giorni. Da allora però nonostante non abbia mai interrotto i fermenti lattici ho ripreso ad avere una flautlenza mostruosa, veramente imbarazzante. Anche le eruttazioni erano di nuovo aumentate, quondi sono passata a colinox 4 volte al dì e pare che ora si stiano un pochino rinormalizzando anche se sto notando certe volte un po' di acidità che prima non avevo (nonostante stia assumendo pantoprazolo da 20 la mattina perché ho avuto probelmi con la schiena di cui soffro da anni e sto terminando ciclo di antiinfiammatori.), comunque l'appetito è molto buono. La cosa che però onestamente mi disturba è questa incredibile flatulenza, anche se non sempre è maleodorante perché io lavoro con il pubblico ed è anche rumorosa. Inoltre non so come fare a normalizzare il mio intestino...dopo l influenza x tre giorni non sono andata in bagno, poi sono andata tre volte in un giorno di cui due con feci molissime. Altri tre giorni senza evacuare e stamani finalmente vado una prima volta dopo aver fatto molta aira, ma adesso sono già 5 volte e solo la prima erano un po' formate, poi aria e un po' di feci molissime ma senza alcun dolore di preavviso...come se "scappassero", per fortuna è sabato e sono a casa! Poi come già avevo espresso nei primi tempi mi è tornata un po' la preoccupazione di avere qualche problema pancreatico, per via di queste feci strane sempre molli, anche se non galleggianti nè particolarmente maleodoranti, ma alle volte sono un po' appicose sulla carta, come se avessero una specie di consistenza untuosa anche se non si vede sopra una patina lucida...non so come spiegare. Ah nel frattempo avevo fatto esami del .sangue con funzionalità epatica ok. Mercoledì avrò test x helicobacter.
Continuo ad evitare i latticini perché ero risultata intollerante nel test e evito se posso cibi lievitati e legumi. I fementi non dovrebbero regolarizzare? Il colinox non dovrebbe togliere aria
Cosa ne pensa?
Cordiali saluti.

[#19]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara, rimango dell'idea di un colon irritabile, assuma fermenti lattici, eventualmente anche antispastici
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#20] dopo  
Utente
Grazie per la celerissima risposta. Continuerò ad assumere fermenti lattici (che ne pensa del recolfos? È quello che assumo da due mesi ormai). Temo che gli antispastici mi blocchino le evacuazioni (lo fanno da sempre) per questo non avendo crampi li stavo evitando. Proverebbe una dieta priva di glutine anche se non sono celiaca? Ho letto che alcune persone ne traggono giovamento, però non so se sia il mio problema perché io non ho in effetti diarrea e gonfiori immediati associati al pasto come so che accade.
Grazie ancora.

[#21]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
la dieta priva di glutine non bisogna farla perché alla lunga comporta seri deficit nutrizionali.
a questo punto vada avanti con i fermenti lattici
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#22] dopo  
Utente
Ah non lo sapevo...perché vedo che ovunque consigliano di provare a mangiare senza glutine forse sarà una moda...

[#23] dopo  
Utente
Dottore scusi se la disturbo ancora ma dopo le numerose evacuazioni tipo diarrea di sabato mattina, li x li rientrate spontaneamente, sto avendo altri problemi. Domenica pomeriggio dopo un'evacuazione assolutamente normale consistente e ben formata mi resta la voglia di andare in bagno fino all'ora di cena. Mentre mangio (eravamo fuori) inizio ad avvertire un dolore continuo sotto le costole a dx, diciamo zona fegato-cistifellea che dura fino a quando arriviamo a casa (circa due ore). In questo lasso di tempo vado di nuovo in bagno, sempre normale. Poi a casa il dolore magicamente sparisce e dormo e digerisco tranquillamente. La mattina di ieri dopo poco che ero in piedi avverto dolore di tipo colico all intestino e vado abbondantemente in bagno ma poco formato. Seguono in mattinata altre 4 evacuazioni sempre poco formate, poco consistenti, di colore marrone scuro con un po' di muco, sempre accompagnate da dolorini e borbottii. Meglio al pomeriggio, ma la sera riprende l indolenzimento ed i borbottii seguiti da altre tre evacuazioni di cui due con feci piccolissime, molto scarse che sembrano bruscolini grandi quanto un'unghia che si depositano sul fondo del vater e una più consistente molle ma quasi normale. Son tutte molto acide, infatti mi provocano un fortissimo bruciore anale e rigonfiamento emorroidi. Prendo un buscopan verso le 22 perché il fastidio è costante su tutto il colon ascendente, trasverso e discendente e non si attenua con le piccole evacuazioni al punto che mi da anche una leggera nausea pet qualche minuto. Mi addormento che sto un po' meglio, ma anche la notte mi alzo tre volte e stavolta sono scariche liquide. Non sono andata a lavoro e sto aspettando di andare dal medico. Mi pare eccessivo che si tratti solo di colite vista la frequenza e l impellenza di evacuare, anche se ieri non ho fatto solo feci liquide, ma lo stimolo era troppo doloroso per la piccola quantità di feci che facevo e il muco e l'acida le fa pensare di aver preso qualche batterio?
Ho fatto influenza poco più di una settimana fa: solo una sera di scariche e poi nausea e vomito per una notte e la mattina successiva. Potrebbe essere uno strascico anche se tutto pareva essere tornato a posto? Lo stomaco va bene e non ho più avuto eruttazioni forse anche grazie al pantoprazolo assunto x poter prendere fans. Ovvio da ieri sera ho la bocca un po' asciutta ed impastata e non tanto appetito, ma nulla di che. Non ho febbre. Sono sempre sotto fermenti lattici. Non so se può essere utile, ma anche il mio bimbo più piccolo da dopo virus con vomito continua a fare diarrea una o due volte al giorno alternate ad evacuazioni più cremose molto chiara e acida nonostante i fermenti dati dal pediatra infatti devo risentire anche lui. Però non lamenta dolori e non piange ed è vivace.

[#24]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Cara, probabile possa trattarsi di una coda della influenza intestinale precedente, a volte anche i bimbi ce la trasmettono e viceversa.
un controllo delle feci lo può comunque fare.
continui con i fermenti.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#25] dopo  
Utente
Salve dottore, grazie per il parere. Sono stata dal medico e dice che pottebbe appunto essere sempre questo virus che gira in famiglia e che probabilmente con il colon irritabile mi da più fastidio. Mi ha detto di non prendere antidoarroici e nemmno lassativi (nemmeno movicol) se dovessi poi passare alla stitichezza ma al max psyllum e supposte glicerina. Per ora mi ha dato polase inverno x reintegrare eventualmente sali minerali, valpinax due cp diarie x spasmi e x-flor fermenti due cp diarie per un mesetto. Gli ho ricordato che prendo già recolfos una bustina a cui ho aggiunto una cp di enterotab (saccaromiceti boulardi) ma lui mi ha detto che questo va meglio x il disturbo più acuto. Poi per sicurezza mi ha prescrotto esame feci ma solo la coprocultura x batteri. Che ne pensa?

[#26]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
mi sembra di poter condividere pienamente
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#27] dopo  
Utente
Ok grazie buona giornata.

[#28] dopo  
Utente
Dottore mi scusi...il valpinax mi intontisce damdomi pesantezza agli occhi e voglia di dormire continua. Anche una lieve ma persistente cefalea. Ho letto infatti che contiene benzodiazepine anche se tra gli effetti collaterali non c'è scritto molto. Non c'è scritto nemmeno x quanto occorre prenderlo se non il più breve tempo utile possibile. Il mio medico anche non ha specificato. Potrei secondo lei cambiare farmaco x gli spasmi o farei peggio? Ora non li sento più ma non so se smettendo riprendono. Non ho avuto scariche oggi...siccome il mio problema è passare poi alla stitichezza per quanto tempo dovrei assumere un antispastico? Solo al bisogno è sbagliato?

[#29] dopo  
Utente
Scusi dottore ho calato da due ad una pastiglia di valpimax perché proprio non riuscivo a fare bene le mie cose vista la sonnolenza. Prendo fermenti xflor due volte al di, acqua e limone al mattino, evito come già detto formaggi, legumi e lieviti tuttavia stavolta le feci non tornano compatte, al.massimo lo sono alla prima evacuazione poi ne altre 3 o 4 durante il giorno con lievi dolori tipo appunto colite e non trattengo a lungo devo correre in bagno e sono poi semiliquide, alle volte pezzi molli con striature di muco, altre volte tanti piccolissimi pezzettini che galleggiano (sembra mela o pezzi di verdure)...avverto ogni tanto anche degli spasmi e una sensazione di contrattura senza poi evacuare. Per me che lavoro fuori casa e giro abbastanza con la macchina a contatto con persone mi creda sta diventando un problema. Mi dovrei sottoporre a coloscopia x vedere se c'è infiammazione? Altri test tipo parassitologico e ricerca miceti sono indicati? Ho sentito anche paralre di SIBO dovrei approfondire? Il mio medico mi ha preacritto solo coprocultura x alcuni batteri. Scusi ma davvero non mi sento padrona del mio corpo! Buona giornata

[#30]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
buongiorno, sicuramente se i sintomi non passano dovrebbe eseguire la colonscopia.
sia la sibo che analisi sulle feci non le aggiungeranno molto sul raggiungimento della diagnosi che a mio avviso rimane quella di un colon irritabile.
ci riaggiorniamo
un caro saluto
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#31] dopo  
Utente
La ringrazio dottore infatti ho già prenotato ieri pomeriggio una colonscopia presso studio privato giusto per scrupolo e per, come si suol dire, "tagliar la testa al toro". Anche perchè ora sono due giorni che in bagno non vado e inizio a sentire di nuovo costipazione...ovviamente vorrei una cura non dico miracolosa ma che mi riporti un po di equilibrio... chiedevo della ricerca parassiti- miceti e del test sibo perché mi pare che la conlon non serva x questo e ho letto che la sibo andrebbe trattata con ciclo di antibiotico mirato x intestino o sbaglio? A me nessuno ha mai parlato di ciò però ho letto sul.vostro sito che la sibo si trova sobrapposta con frequenza nelle persone con ibs.

[#32] dopo  
Utente
Inoltre vorrei chiarire un dubbio che mi ha messo in testa una mia amica: considerato le eruttazioni frequenti (ora meno) che mi portano quel senso di peso che va via eruttando e le feci talvolta marrone chiaro talvolta diarrea... possono ricondursi a problemi alla cistiffelea o deflusso della bile? O si avrebbe una sintomatologia dolorosa nell addome superiore?

[#33]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
no, può anche dipendere dalla bile ma una ecografia addome non l'aveva già fatta?
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#34] dopo  
Utente
No dottore, avevo chiesto al medico di base di farmi impegnativa, ma quando andai dal gastroenterologo e poi dalla mia ginecologa anch'essa medico di base mi dissero (senza sapere uno dell'altro) che non era necessaria visto che dall'esame obiettivo non risultava nulla di particolare nè dolente e anche per il fatto che non avevo altri sintomi (dolori tipo colica che sono piuttosto forti e si irradiano sulla schiena e fianco, nausea correlata ai pasti, difficoltà a digerire i cibi grassi). Quindi, visto che x la mutua c erano tempi di attesa di 3 mesi almeno e in privato erano sempre cento e passa euro ho detto...va beh se lo dicono loro lascio perdede un esame inutile, anche perché dopo un mese le eruttazioni erano diminuite. Avevo però fatto eco dalla ginecologa ovaie e utero perché il medico mi aveva detto che se volevo potevo controllare ovaie ed eventuali cisti che possono creare aria sotto ed era tutto ok. Lei mi consiglia di farla? Che problematica di bile può esserci? Calcoli? Bile densa?

[#35] dopo  
Utente
Ah si ecco mi avevano detto che le feci marrone chiaro dipendono dal fatto che mangio più leggero e bevo poco vino prima bevevo sovente un paio di bicchieri la sera a cena. E anche dal transito un po' accellarato dell'ibs.

[#36]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
cara utente e ' chiaro che se sente 10 medici le diranno 10 cose diverse... ognuno ha un suo modo di ragionare e di arrivare ad una conclusione.
detto questo credo che una ecografia non si nega a nessuno, non stiamo parlando di un esame particolarmente complesso o invasivo.
il mio consiglio è quello di seguire un percorso condiviso possibilmente con uno specialista ed in base alle risposte , positive o negative, procedere oltre....
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#37] dopo  
Utente
Certo condivido il suo pensiero infatti ora mi affido solo allo specialista ovvio che x comodità ero andata anche dal curante che prima di questi episodi nemmeno sapeva della mia esistenza. Ora farò la colonscopia perché continuo con alvo alterno ma veramente mooolto alterno...se il gastroenterologo poi riterrà di farmi fare eco la faccio. Avevo capito che al massimo luo avrebbe fatto se si fossero aggiunti sintomi alle eruttazioni una egds per vedere eventualmente hb o reflusso...ma a me preme adesso uscire dal.tunnel della diarrea ogni due tre giorni quanto prima!

[#38]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
ok speriamo comunque che sia tutto negativo.
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#39] dopo  
Utente
Le farò senza dubbio sapere dottore intanto mi auguro anche mi venga data una cura più efficace.
Buona giornata!

[#40] dopo  
Utente
Buongiorno caro Dottor di Camillo, questa mattina ho eseguito la colonscopia negativa evidenzia solo alcuni diverticoli in particolare a dx del trasverso e alcuni nel discendente. Oltre che indicazione all'intervento per togliere emorroidi. Il medico non ha ritenuto necessario effettuare biopsie, la pulizia intestinale è risultata buona. Avrei voluto tuttavia porgli delle domande, ma tanto è stato accurato nell'indagine endoscopica tanto frettolosamente mi ha liquidato sul resto. Ha attribuito anche lui i frmoneni di aerofagia e lieve dispepsia associata all ibs (avevo cmq portato la relazione della visita dal precedente gastroenterologo) e a parte evitare latticini e verdure crude non mi ha detto altro. Non mi ha nemmeno prescritto una cura sintomatica, gli ho chiesto dicendo che il valpinax mi da sonnolenza e mi ha detto "pazienza" quello lei va bene. Gli ho chiesto se occorreva fare test sibo mi ha detto che si da ormai cura e si vede se funziona perché è un test che dura due ore...però a me la cura non l ha data. Infine gli ho chiesto se poteva essere calcoli o bile spessa creare gonfiore ed eruttazioni mi ha detto no pure lui se non ho dolori. Gli ho perfino detto dei miei iniziali timori sul pancreas e lui mi dice ma vahhh, poi aggiunge va beh se va dal suo medico che non è abbastanza convinta si faccia prescrivere una tac così poi chiude il capitolo...se non vuole prescriverla dica che gliel'ho detto io. Avrei avuto altre domande x esempio su celischia ecc...ma ho evitato perché mi pareva che avesse bisogno di mandarmi via in fretta e pure mio marito che era con me lo ha notato.
A questo punto, mi scusi...lei farebbe altre indagini? O elimino verdure crude e vedo come va? Vorrei regolazzare il mio alvo e finirla di fare scariche ogni tre giorni.

[#41] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, dopo un po' di tempo torno a disturbarla, se poi non va bene qui me lo dice ed apro un nuovo consulto. Da dopo l esecuzione della colonscopia non ho più avuto episodi di diarrea, ho ancora giorni in cui vado molto in bagno ed altri x niente, ma non supero le 3-4 evacuazioni e le feci sono mollicce, ma formate oppure cremose e non formate ma senza muco e di aperto marrone normale. Le eruttazioni sono completamente regredite, tanto che sto mangiando di nuovo un po' di tutto e ho ripreso già due dei 4 chili che avevo perso nel mese di novembre-dicembre.
Tuttavia ad oggi ho ancora un paio di problemi un po' fastidiosi, uno in particolare è quello della flatulenza molto abbondante soprattutto, ho notato, nella settimana precedente e durante il periodo mestruale, quindi metà mese! Anche le feci ne risentono perché vedo che ogni tanto galleggiano pure quando sono pezzi duri. A parte il disagio soggettivo la cosa peggiore è il disagio che provo sul lavoro...ok, non si tratta di una cosa grave, ma lei comprende che non è piacevole e causa imbarazzo. Ora sto prendendo, da più di un mese gasdep tre compresse al giorno prima dei pasti. Ovviamente continuo ancora i fermenti come mi aveva detto il medico. Rispetto al mese scorso un po' di miglioramento c'è stato ma non soddisfacente. Come mai secondo lei le eruttazioni sono finalmente passate (ormai dal periodo natalizio) mentre la flautlenza persiste? Inoltre, secondo problema...le mie feci non torneranno più come una volta? Una volta facevo feci lunghe, sode e ben formate! Ora sono sempre pezzi poco più larghi di una matita, mollicce, si disfano con facilità anche anche se alle volte devo spingere...il colore e l'odore cmq sono normali. Quando va bene sono piccoli pezzi più duri che però galleggiano...boh.
Ho ancora sovente crampetti, dolorini dalla cintura in giù e spasmi, di tanto in tanto prendo un buscopan e passa...ho chiesto al mio medico se avessi dovuto, per via del meteorismo, effettuare l'esame x intolleranza al lattosio e rifare quelli della celiachia (li feci anni fa x un problema di gastrite poi attribuita a farmaci) lui dice che queste intolleranze fanno fare diarrea più esplosiva e senza dolori di preavviso e che inoltre la celiachia da malassorbimento mentre io sono di nuovo ingrassata. Io gli ho detto che certe volte mi pare di vedere le feci un po' più pastose del normale, come avevo già scritto a lei a novembre quando temevo x il pancreas. Lui dice che è solo una mia idea e che quelle sono variazioni fisiologiche (in effetti prima non ci facevo caso alla consistenza) e che la celiachia da altri sintomi (però io ho letto che spesso sono sintomi sfumati) e il pancreas non parliamone. Ma io ora non temo più dopo sette mesi di avere qualcosa al pancreas, anche perché sarebbeirragionevole, ma di avere qualche probelma cronico che non trova la giusta soluzione.
Come mai lei mi aveva detto che non era particolarmente utile il test x la sibo? Ho letto da voi diversi articoli e consulti e a me pare oltre al colon irritabile che potrei avere questo problema. Per i diverticoli poi non sarebbe utile fare dei cicli come per la sibo? Può una cosa influire sull altra?
Grazie ancora
Buona giornata.

[#42]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
cara, la sibo ci può anche essere ma sicuramente non spiegherebbe tutti i suoi sintomi, detto questo la terapia ciclicamente la può anche fare.
rimango comunque della idea che è solo un colon irritabile.
lascerei perdere sia il pancreas che i diverticoli .
ci riaggiorniamo saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#43] dopo  
Utente
Gentile Dottore, ormai i miei sintomi sono prettamente localizzati alla parte di sotto, le eruttazioni continue e la pesantezza sono regredite poco a poco, posso dire che a parte rare eccezioni, sono praticamente scomparse. La terapia se non sbaglio prevede antibiotici e penso vada prescritta almeno dal mio medico e non sarebbe quindi meglio verificare tramite breth test? Lo chiedo perché a me nessuno parla di Sibo eppure vedo che è abbastanza diffusa e i miei sintomi, dalla flautlenza abbondante alle feci alterne che cambiano aspetto e che sono sovente molli, sono compatibili. Non so se la Sibo provoca anche doloretti, tensione, spasmi ma se non ho capito male il colon irritabile e Sibo sono situazioni che spesso si sovrappongono, con la differenza che la Sibo comunque va curata se no può portare permeabilità intestinale giusto?
Per i diverticoli non sono preoccupata, ma so da amici che hanno lo stesso "problema" che cicli di antibiotico sono spesso utilizzati in presenza di coproliti all interno (e io lo ho).
Come le ho detto, essendo passati ormai sei mesi non temo più cose gravi tanto più che non sono dimagrita e godo di ottimo appetito. Vorrei solo risolvetr o per lo meno ridurre al minimo i disturbi.
Se ho ben compreso anche lei esclude intolleranze al glutine e al lattosio?