x

x

Celiachia sospetta e disturbi intestinali

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno. Da circa fine agosto ho iniziato a presentare disturbi intestinali con sintomatologia affine a quella del colon irritabile: una o due corse in bagno alla mattina, impellenza ad evacuare e dolori che evacuando scomparivano fino al mattino successivo. Questa sintomatologia, comunque strana in quanto mai da me avuta, ha cominiciato ad aggravarsi con la comparsa di muco arancione nelle feci ed un gonfiore addominale perenne che mi faceva sembrare davvero una donna al terzo o quarto mese di gravidanza. Il mio medico curante, dopo avermi visitato con palpazione dell'addome, ha ipotizzato potesse trattarsi di una colica gassosa e mi ha dunque prescritto fermenti e simeticone. Dopo una settimana, non era cambiato assolutamente niente, e ha dunque ipotizzato potesse trattarsi di una intolleranza alimentare. Mi ha detto di prendere nota di quello che mangiavo e di notare se stessi particolarmente male dopo alcuni cibi, ma questo metodo mi lasciava dubbiosa, in quanto era già abbastanza evidente che io non avessi alcuna reazione allergica immediata a nessun cibo e che al limite questa "intolleranza" mi portava disturbi intestinali post-digestivi, quindi poi capire cosa mi avesse fatto male diventava arduo. Dopodichè solo perchè di sfuggita gli ho detto che mio fratello è celiaco, ha dunque ipotizzato potessi essere celiaca anche io. Specifico che gli esami per celiachia già li avevo fatti circa 10 anni fa, quando avevo 11/12 anni, e che erano risultati negativi. Me li prescrive due settimane fa, e fin qui tutto ok, li ho fatti stamattina e i referti arriveranno fra dieci giorni. Il mio medico curante mi ha però detto di iniziare a stare a dieta senza glutine prima degli esami, e così ho fatto per una decina di giorni, e per tutto questo tempo i miei problemi intestinali sono scomparsi, ho solo una lieve tendenza ad essere stitica ma solo perchè non vivo da sola e sento la pressione di presenze altrui in casa e quindi tendo a trattenere, ma dei sintomi da colon irritabile più nulla. Parlo per caso con un altro medico, e questo mi dice che il mio medico curante è fuori di testa, che se sto a dieta senza glutine gli esami non evidenzieranno gli anticorpi, e che anzi devo assumere molti carboidrati anche se sto male. Quindi in questi ultimi 4 giorni che mi rimanevano ho ricominciato a mangiare glutine (1 kebab, tigelle, biscotti, croissant), non ho avuto alcuna reazione immediata, no nausea, no vomito, no diarrea. Solo che fra ieri e oggi sono andata in bagno 4 volte, con forte stimolo e facendo davvero molte feci, diciamo che nel giro di 12 ore ho fatto per 4 volte quello di solito uno fa in 1 giorno. Potrebbe essere sintomo di celiachia? Mi devo preoccupare di tutte queste feci? Grazie.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
Il suo medico realmente l'ha consigliata male dicendo di sospendere il glutine prima degli esami per la celiachia. Deve quindi rifare il test qualora risultasse negativo. Anche se non risultasse celiaca, comunque, potrebbe avere un'intolleranza al glutine (Gluten sensitivity).

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio