Utente
Buonasera,
Scrivo per chiedere un consiglio. Ho 34 anni e per via di un'esofagite che non passa del tutto (diagnosticata tramite gastroscopia) ho effettuato diverse analisi: analisi del sangue, eco addome completo e rx al torace. Tutto ok!
Dalle analisi delle feci per la ricerca dell'helicobacter e calprotectina, quest'ultima è invece risultata alta.
Ho eseguito anche e analisi delle feci perché essendo una persona ansiosa, soffro da sempre di colon irritabile anche se di intestino sono regolare e non ho particolari problemi.
Il mio medico di base mi ha detto di fare (non con urgenza) una colonscopia.
Il gastroenterologo che invece mi ha fatto l'eco addome mi ha detto che non vede una reale necessità di effettuare una colonscopia e che posso aspettare e fare prima altri esami.
Ora mi chiedo: è il caso di effettuare questo esame o prima di questo posso farne altri (ad esempio la ricerca di sangue occulto)?
Nei risultati ho letto che ci possono essere falsi positivi in caso di esofagite. Me lo confermate?
Ci tengo a precisare che ultimamente ho qualche doloretto in alto a destra e mi chiedo se potrebbe dipendere dal colon.
Essendo un esame invasivo vorrei evitare di farlo, anche alla luce del fatto che il parere dei due dottori sembra essere discordante.
Grazie mille a chi mi risponderà!

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) il dosaggio della calprotectina fecale si fa solo nel sospetto di malattie infiammatorie croniche intestinali. lei per quale motivoml'ha fatto? (Non certo per l'esofagite!)
2) che valore è stato riscontrato?
3) Perché ddovrebbe fare altri esami?
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto dottore la ringrazio per avermi risposto.
Mi sono recata dal mio medico circa un mesetto fa per parlare di quest'esofagite e nel visitarmi ha riscontrato gonfiore e tensione addominale. Insieme alle altre analisi mi ha prescritto anche quella della calprotectina, perché comunque da sempre soffro di colon irritabile.
Come risultato c'è scritto: positivo perché superiore a 200, ma non c'è un valore specifico.
Chiedevo se ci fossero altri esami prima di fare la colonscopia, perché è un esame che mi crea molta ansia e avrei preferito fare prima qualcosa di meno invasivo per confermare o meno alcune ipotesi.
Se ci fosse un'infiammazione importante la Ves ad esempio non dovrebbe risultare alta?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Senza valore della calprotectina, la dicitura positivo non ha alcun senso!!!
Le consiglio una visita gastroenterologica prima di pensare a qualsiasi esame!
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Stamattina ho chiamato il Laboratorio analisi, per avere informazioni riguardo al risultato della calprotectina e mi è stato risposto che è un test semiquantitativo: se il valore supera 200 si parla di patologia, al di sotto no.
In ogni caso seguirò senz'altro il suo consiglio.
Un'ultima domanda se vorrà rispondermi.
Il sapore amaro/metallico/dolciastro che sento costantemente in bocca da più di un mese, potrebbe essere legato all'intestino o è più probabile che sia causato dall'esofagite e dal reflusso che mi hanno diagnosticato?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esofagite.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia