Utente 352XXX
Soffro da quasi una vita di colon irritabile con gonfiore, dolori addominali e diarrea (mai stipsi). Ho letto sul vostro sito che Rifacol preso per due settimane può tenere lontano il disturbo per circa 3 mesi. Ma siccome il colon irritabile è cronico, desideravo sapere se dopo i tre mesi si può ripetere la cura con Rifacol (sempre per due settimane) o c'è il pericolo dell'antibiotico-resistenza.
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non mi risulta che la rifaximina sia utile a controllare il colon irritabile....


Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 352XXX

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se legge attentamente l'articolo ( e le considerazioni fatte successivamente dal dott Scuotto) vedrà che la terapia con rifaximina è stata eseguita su pazienti positivi al test al lattulosio , quindi con una SIBO. In pratica in pazienti con una chiara condizione patologica che si giova della terapia antibiotica.

Legga il mio articolo:
https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Cordialmente
Felice Cosentino - Milano

.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 352XXX

Non avevo capito che la terapia era stata fatta solo su pazienti positivi al test al lattulosio.
Ho letto il suo articolo molto interessante ed accurato e fra l'altro apprezzo la frase: "Ma quello che di più deprime il paziente è il sentirsi dire frasi come: “…si tranquillizzi perché è un semplice colon irritabile legato all’ansia, allo stress di lavoro; una bella vacanza e tutto si risolverà…””. Ma non sarà cosi….."
Ho mangiato per molto tempo yogurt, ho assunto fermenti lattici per un congruo lasso di tempo, ma niente da fare; la diarrea ricorrente o meglio la necessità di defecare più volte al giorno con feci poco consistenti ed a volte con scariche liquide con flatulenza e gonfiore addominale non scompaiono. In questi due ultimi giorni ho provato ad assumere 1 grammo di carbone vegetale (assunto lontano dall'assunzione di farmaci) e la situazione sembra molto migliorare. Che ne pensa di quest'ultimo approccio?
Grazie
PS: Ho in programma una visita gastroenterologica che però avrò tra sei mesi.

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Va bene il carbone vegetale e controllerei inoltre l'alimentazione evitando/riducendo cibi che possono determinare meteorismo.


Auguroni
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 352XXX

La ringrazio tanto per i consigli e le invio tanti auguri di buon fine anno ed inizio anno nuovo.
Molte grazie

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ricambio gli Auguri.

Buon Anno.
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it