Utente
Gentili dottori,

Eccomi ancora qui a chiedere un vostro parere in periodo di particolare ansia e stress.

Come potete constatare dai miei precedenti consulti, sono molto ansioso e ho anche sofferto di disturbo ossessivo compulsivo curato con Daparox, Xanax e Depakin.

A marzo circa conclusi la cura con antidepressivi ed ansiolitici. Successivamente verso Maggio ho avuto dei problemi intestinali (vivevo a Londra al tempo) che credevo fossero legati allo stress pre-laurea(tesi ed esami finali). Ho avuto stitichezza, dolori addominali e forte meteorismo con difficolta' ad emettere feci e gas. Tutti i miei fastidi miglioravano dopo la defecazione.

Dopo aver integrato piu' frutta nella dieta (kiwi e pere) ho avuto un miglioramento e ripreso ad andare al bagno. Prima di questo mio problema di stitichezza io tendevo ad andare al bagno varie volte al giorno con stimolo di dover andare al bagno subito dopo i pasti. Le feci erano a volte molli, a volte spezzettate(e piccole) e galleggianti, a volte piu' formate e a volte quasi liquide. Andai dal mio medico di famiglia che mi controllo' lo stomaco e stabili' si trattasse di colite spastica amplificata dallo stress.

Dopo questo evento non feci piu' caso alla forma delle mie feci(che adesso mi ossessiona davvero invece). Visto che comunque questi problemi di aria, dolori addominali, e rumori intestinali continuavano ad intermittenza ho fatto vari esami (ad ottobre e novembre ed uno adesso) e sono andato a visita gastroentereologica.

Gli esami che ho fatto sono:

- analisi del sangue complete di emocromo, tiroide etc. Risultate nella norma.
- eco addome completo. Risultata nella norma.
- Test sangue occulto nelle feci su tre campioni(vecchio metodo). Risultati tutti e tre negativi.
- Intolleranze alimentari con risultati: Intolleranza al cacao da sospendere 2-4 mesi, Grano duro e tenereo da sospendere 2-4 mesi, lattosio da sopendere 2-4 mesi. (ho percepito un miglioramento dopo aver seguito una dieta)

Il gastroenterlogo(che non crede alle intolleranze) mi prescrisse una cura con duspatal e simecrin che io non seguii molto perche' avevo molta nausea a quel tempo che ho attribuito ai farmaci (credo fosse stata l'ansia visto che stavo per trasferirmi in giappone). La nausea adesso e' sparita ma si presenta se sono agitato soprattutto al mattino.

Le mie feci adesso sono galleggianti, a volte a pezzetti piccole, a volte piu' formate e cilindriche. Ho dolori addominali accompagnati da meteorismo, di recente per via dello stress mi sveglio la notte e a volte ho dolori addominali alleviati dall'emissione di aria.

Ho perso peso dopo aver smesso i farmaci e cambiato alimentazione(essendo rientrato in italia da Londra) ed integrato jogging, ora peso 66kg a giugno 78kg. Prima di iniziare i farmaci pesavo 60kg.
Ho 26 anni e faro' una colonscopia martedi', non ho familiarita' col tumore al colon ma ho il terrore di avere questa patologia. Potete darmi un vostro parere per favore?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi solo intestino irritabile sorretto da una notevole quota di ansia!
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Bacosi,

Ricordo che lei aveva risposto ad un mio consulto precedente con simile "suggerimento diagnostico", e la ringrazio moltissimo per la rassicurazione che in un periodo come questo e' davver importante.

Faro' questa colonscopia Martedi' che ho deciso fare per togliere questi terribili dubbi che mi fanno stare male e riferiro' qui il risultato.

Riguardo i miei esami fatti:

- analisi del sangue complete di emocromo, tiroide etc. Risultate nella norma. (fatta a fine ottobre)
- eco addome completo. Risultata nella norma. (fatta inizio novembre)
- Test sangue occulto nelle feci su tre campioni(vecchio metodo). Risultati tutti e tre negativi. (fatta una settimana fa)

Lei crede che in caso di una grave patologia(come quella citata) qualche esame sarebbe risultato un po' anomalo?

Evitero' di continuare a farle domande perche' so che questo fa parte del mio problema di ansia.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una neoplasia può essere del tutto silente dal punto di vista degli esami.
Io credo che lei abbia solo un intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia