Utente
Salve,
scrivo per risolvere alcuni miei dubbi, che negli ultimi giorni in particolare mi stanno facendo vivere abbastanza male. Sono un tipo leggermente ipocondriaco e aver cercato i miei sintomi su Internet non mi ha, di certo, aiutato. Quindi volevo sentire il parere di qualche specialista. Ringrazio anticipatamente chiunque mi risponda.
A Gennaio del 2014 sono stato molto male, con dolori toracici.
Col mio curante convenimmo di fare una visita dal gastroenterologo, alla quale seguì una EGDS in data 25 Febbraio 2014 con questi risultati:

ESOFAGO: Viscere ben canalizzato, mucosa di aspetto normale. Stria Z a 37 cm dall'AD. Cardias a 38 cm. incontinente.
STOMACO: lago mucoso di quantità regolare e limpido. La mucosa del corpo e dell'antro appare congesta. Peristalsi valida. Piloro normoconformato.
Al fondo gastrico in retroversione si evidenzia il segno del batacchio della campana.
DUODENO: la mucosa del bulbo appare congesta e con alcune erosioni acute. II porzione duodenale regolare.
Ricerca HP (test ureasi) = Positivo

Diagnosi: Ernia iatale da scivolamento, gastrite congestizia, duodenite erosiva.

Mi fu data quindi terapia di eradicazione per HP, e una per l'eventuale reflusso provocato dall'ernia.
A seguito delle quali sono stato leggermente meglio, anche se c'erano periodi di relativa calma e altri di dolori toracici e classici sintomi da reflusso.
Il gastroenterologo mi disse di andare dopo un anno a controllo. A Febbraio 2015 ho rifatto la Gastroscopia. Risultati più o meno gli stessi, tranne la scomparsa di HP e della duodenite erosiva. Restavano, ovviamente, l'ernia iatale e la gastrite.

Il gastroenterologo mi diede terapia con Lucen 40mg, Motilex e Gaviscon per combattere il reflusso. Dicendomi che non c'era più bisogno di eseguire gastroscopie, perché la situazione era quella e dovevo conviverci, assumendo tali medicinali nei periodi dell'anno dove mi dava maggiore fastidio.
Da quel giorno ci sono stati periodi dove i sintomi erano spariti e periodi un po' più difficili. In Particolare nel 2017 sono stato abbastanza bene, tranne in pochissime settimane dell'anno.
Questo fino a 10/15 giorni dove sono iniziato a stare male di nuovo in modo molto forte, quasi come nel 2014.
Forti dolori toracici che vanno dal centro dello sterno fino allo stomaco. Continue eruttazioni, leggera nausea, tantissimo (che si nota anche a occhio nudo) gonfiore addominale. In alcuni giorni dolore quando ingoio cibo, e negli ultimi due giorni sento continuamente un peso, come un nodo, alla bocca dello stomaco (là dove terminao le costole, giusto al centro), il problema si acuisce dopo mangiato, con tante eruttazioni che mi fanno sentire il sapore di ciò che ho mangiato in bocca.
Ora volevo sapere, secondo voi, dovrei eseguire di nuovo EGDS? Questi sintomi allo stomaco sono riconducibili a ernia e reflusso? Ho letto in giro che tali sintomi possono essere associati anche a tumori gastrici, e ho paura che possa essere così. È possibile nel mio caso?
Grazie.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non penserei ad un tumore ma, se i dati sulla sua scheda sono esatti, mi impegnerei a calare di peso corporeo.
E' vero che il reflusso permane tutta la vita (ma si può tenere a bada) ma uno stile di vita adeguato consente di limitare molto i fastidi.
Tra i vari consigli, quello di mantenere il giusto peso è uno dei più utili.
Resto a sua disposizione.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la sua risposta dottore.
I dati, ahimé, sono esatti, e anzi ci tengo a sottolineare che nel periodo natalizio ho fatto qualche sgarro di troppo, e credo di aver ripreso qualche chiletto di troppo che con tanta fatica avevo perso nel periodo precedente.
Sicuramente mi impegnerò, come già sto facendo in questi giorni, ad avere uno stile di vita più sano, stavo pensando anche ad andare in palestra. È consigliato?

Inoltre abuso ancora della sua pazienza per meglio descriverle i miei sintomi, che per questioni di lunghezza di post, prima non ho potuto fare.
I dolori in questo momento si concentrano al centro del torace fino alla bocca dello stomaco, dove ho sempre questa sensazione di pienezza, e come di peso sullo stomaco. Se mangio qualcosina in più mi sento davvero pesante, inoltre l'addome (lato superiore) è sempre gonfio, soprattutto dopo aver mangiato, dove sono innumerevoli le eruttazioni con rigurgito di cibo. Non ho quasi mai nausea, mai vomito.
A volte invece ho un aumento di salivazione e un brutto saporaccio, per lo più amaro, in bocca. Questa sintomatologia è da ricondurre quindi ai miei già conosciuti problemi gastrici. Posso quindi stare tranquillo dal punto di vista di tumori o altro?
Quindi vede inutile anche rifare ancora una volta una EGDS?

Sottolineo che da quando (15 giorni fa più o meno) sono iniziati i sintomi, ho ripreso ad assumere Lucen 40 mg e Gaviscon? Vanno bene?

Ripeto sono leggermente ipocondriaco e quindi leggendo che sintomi del genere possono nascondere anche tumori all'esofago e/o stomaco, sono andato in crisi. Posso stare tranquillo?

Grazie ancora per la pazienza e il tempo concessomi.
Aspetto vostre notizie.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Di gastroscopie ne ha fatte anche troppe.
Segua la terapia (corretta) che ha iniziato e si impegni a perdere peso!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Ok dottore, mi fido del suo parere.
Solo un'ultima domanda secca. Quindi i sintomi che le ho descritto nel mio secondo intervento, sono sintomi sempre da reflusso+ernia iatale?

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
a distanza e senza visita direi di si!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille dottore.
Al limite la aggiornerò in caso di novità, nei prossimi giorni.
Intanto la saluto!

[#7] dopo  
Utente
Carissimo dottore la scrivo per aggiornarla su alcune novità.
Ringraziando Dio la sintomatologia proprio da reflusso va pian piano attenuandosi. La bruttissima sensazione di peso alla bocca dello stomaco è diminuita di molto, e di conseguenza anche il reflusso mi sta lasciando un po' di più in pace.

Però da qualche giorno, almeno 4 o 5 giorni, sto accusando uno stranissimo fenomeno alla parte sinistra del mio addome (la mia sinistra) in pratica ho una sorta di dolore (non pesantissimo) che va dalla fine delle costole fino al centro della pancia, a volte arrivando a portarmi anche a delle fitte al centro della pancia (proprio altezza ombelico). Il dolore spesso si irradia anche alla stessa altezza, di dietro, lato schiena sinistro. Un dolore sordo ma continuo, solo ogni tanto mi acchiappano delle piccole fitte, alle costole e via via giù scendendo. Ho notato sempre in questi giorni, una variazione nella defecazione.

Ci sono giorni in cui vado più di una volta (consistenza abbastanza molle, colore molto chiaro, quasi giallo/arancio) e giorni dove non vado proprio. In particolare oggi ho notato pezzi di cibo (che sembrava non digerito, cioè lo vedevo proprio tale e quale) all'interno delle feci, che infatti erano diventate verdi a causa, degli spinaci mangiati ieri sera. A tutto questo si accompagna sempre quella sensazione di gonfiore addominale, di cui vi parlavo già sopra. Mi sento sempre gonfio come un pallone, dallo stomaco in giù, anche se in questi giorni, per i vari motivi di cui sopra, sto più attento con l'alimentazione.
Volevo sapere questo nuovo disturbo quanto potesse provenire dai miei problemi gastrici? O si tratta di una cosa a parte? Magari Colon Irritabile?

PS. Voglio spiegare che non ho mai sofferto di intolleranze. Ma in passato qualche volta ho avuto periodi di irritabilità al colon, di fatti ho iniziato a riprendere da quattro giorni, i RelaxCol Plus che l'ultima volta il mio curante mi aveva prescritto.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile.
I pezzi di cibo sono esito di una masticazione poco accurata e frettolosa.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Grazie mille dottore per la risposta.
Leggevo che i Lucen (che prendo per il reflusso) possano come, effetto indesiderato, portare anche ai sintomi (dolori addominali, flatulenza, diarrea e stipsi alternate) di cui sopra.
Secondo lei è possibile nel mio caso?

Inoltre per intestino irritabile ci sono dei cibi che dovrei evitare? Inoltre ai RelaxCol Plus potrei associare anche qualche altra cosa?

Ancora grazie mille per le sue gentili risposte!

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) possibile
2) limitare cibi molto dolci, molto speziati, molto grassi, legumi, carciofi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Grazie dottore.
A risentirla.

[#12] dopo  
Utente
Salve dottori,
riscrivo per aggiornare un po' sulla mia situazione.
Visto il persistere dei dolori e dei sintomi (che però negli ultimi due o tre giorni si sono attenuati) che il dottor Bacosi ha detto potrebbero essere collegati ad un Intestino Irritabile, col mio curante abbiamo optato per fare un ecoaddome completo.
Trascrivo il referto:

Fegato di Volume regolare. Ecostruttura conservata. Ecotessitura iperecogena da steatosi di grado lieve/moderato. Assenza di lesioni nodulari.
Vie biliari non dilatate.
Regolare calibro e decorso vena porta.
Colecisti alitisiaca.
Non liquido libero nell'addome.
Pancreas morfovolumetricamente nei limiti della norma.
Milza di forma e ecostruttura nella norma.
Reni in sede anatomica e di volume regolare.
Conservata la differenziazione cortico pielica.
Vie escretrici non dilatate.
Non si osservano nuclei ecogeni da calcoli nei limiti risolutivi della metodica.
Non lesioni espansive peri e para-renali.
Vescica ben distesa senza lesioni e senza calcoli.
Prostata di volume regolare.
Ecostruttura disomogenea.

Innanzitutto le volevo chiedere un parere sul referto e chiedere se alla luce di questo lei opta ancora per il colon irritabile.
Poi l'ultimo quesito che le voglio porre riguardo sempre i miei problemi gastrici.
Purtroppo quelli non sono diminuiti. In questi ultimi due o tre giorni i dolori principalmente si concentrano nella zona epigastrica, alla bocca dello stomaco, mi sento come di avere un peso fisso sulla bocca dello stomaco, il dolore si irradia da lì giù verso l'ombelico e su verso lo sterno. Inoltre sento sempre una sensazione acida in gola e sono molto frequenti le eruttazioni. A questo si aggiungono, spesso, rumori, borbottii dello stomaco. Spesso, questi sintomi, si calmano mentre mangio, per poi riprendere qualche oretta dopo.
Ormai sono circa 5 settimane che ho ripreso la cura (Lucen+Gaviscon) ma i benefici che ne ho tratto sono davvero minimi. È normale?
Il mio pensiero è sempre quello che possa trattarsi di qualcosa di brutto?
Cosa ne pensate?

Grazie ancora per il tempo concessomi e per le risposte esaustive.

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ecografia normale (ma del resto non serve a confermare o escludere un intestino irritabile! ).
Cali di peso, e segua uno stile di vita adeguato per i problemi gastrici.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Sì dottore, in effetti l'ecografia l'abbiamo fatta più che altro per escludere altri problemi. Già ero consapevole del fatto che, in caso di intestino irritabile, sarebbe stata pressoché inutile.

Quindi dottore lei ritiene normalissimo che a più di un mese dall'inizio della cura, vedo ancora scarsi risultati per quanto riguarda il mio reflusso, dovuto all'ernia?

Sa, la mia preoccupazione è per lo più dovuta al fatto che sono stato più di un anno pressoché bene, e all'improvviso il reflusso si è ripresentato più forte di prima, e con sintomi anche diversi rispetto alla prima volta.
Quindi questo mi fa pensare ad un aggravio pericoloso della mia situazione. Tipo tumore o ulcere o altro.
Però, dottore se lei mi suggerisce di restare calmo, continuare con la terapia e perdere di peso, seguirò di certo i suoi consigli!
Aspetto un suo ultimo parere.

Grazie mille.

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Confermo (ovviamente con i limiti del consulto via web).
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Grazie dottore!

[#17] dopo  
Utente
Ah dottore un ultimo dubbio che mi è venuto, e di cui avevo dimenticato di fare menzione.

Ma non è possibile che dopo quattro anni il principio attivo dell'IPP che assumo (Lucen) potrebbe non farmi più effetto?
Magari dovrei cambiare principio attivo?
Che ne pensa?

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No.
Non esiste questo problema.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
ok grazie