Utente
Gent.mo dottore/dottoressa,
Scrivo qui per avere un parere in merito ad un disturbo che mi assilla da più di un anno.
Sono una ragazza di trentuno anni e avverto i seguenti sintomi che di notte scompaiono: sensazione di peso o di qualcosa che tira nel quadrante inferiore sinistro dell'addome(tra pube e pancia),a volte gorgoglii, muco nelle feci e sensazione di dover correre in bagno frequentemente, lato in cui avverto il peso leggermente più gonfio del destro(quando sto seduta per molto tempo e mi trovo in situazioni stressanti si gonfia come se ci fosse una palla e il tutto si risolve con dei massaggi),a volte mal di pancia intorno all'ombelico, male alla schiena nella parte bassa e aria.Tempo fa ho sofferto di colite e ne conosco i sintomi, ma questo senso di pesantezza o a volta di morsa è la prima volta che lo provo e mi fa preoccupare non poco e addirittura capita di spostarmi l'elastico dei pantaloni perché anche la semplice stoffa mi reca un senso di oppressione. Il tutto è iniziato un anno e mezzo fa quando ho subito un agoaspirato per una cisti paraovarica liquida di 6,5cm e ho iniziato ad assumere effiprev ,che nei primi tre mesi mi ha provocato problemi gastrointestinali. Ora la cisti è solo un residuo di 3cm scarsi(si è anche ridotta),ma ho sempre l'ansia che ricresca e questo senso di peso contribuisce ad aumentare la preoccupazione. Il ginecologo ha più volte cercato di rassicurarmi parlando di colite spastica o di intestino irritabile(toccando con la sonda in corrispondenza dell'intestino ha notato che provavo dolore e che comunque ho aria nella pancia).Dopo il periodo stressante per capire cosa fare della cisti ho iniziato a temere la presenza di cisti all'intestino:mi sento piena di cisti! Ho notato che quando mi distraggo e penso ad altro il fastidio sparisce ma non faccio in tempo a rallegrarmi che appena ci ripenso lui ritorna. Vorrei sapere se dalla semplice ecografia transvaginale è possibile capire se ci sono cisti all'intestino(il ginecologo avrebbe potuto notare qualche formazione?)e se la colite può portare questo brutto senso di pesantezza.
In attesa di una risposta ringrazio e saluto cordialmente.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Se quando si distrae non sente il disturbo è ovvio che si tratta di un puro "colon irritabile" accentuato dal suo forte stato ansiogeno. Non pensi ad altro.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dottore,la ringrazio per la celere risposta e la saluto cordialmente.

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno Dr.Cosentino,
Ho un ultimo dubbio che mi è sorto leggendo la sua risposta :se il senso di peso non fosse legato ad un mio stato ansioso(se il fatto che scompare quando mi distraggo sia per ipotesi una coincidenza)sarebbe comunque colon irritabile?
La ringrazio e la saluto cordialmente.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Certamente. Ansia e colon irritabile.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it