Utente
Buongiorno, sono un ragazzo di 21 anni ed è da 5 mesi che non mi sento bene in forma. Vi spiego i miei sintomi, che ho praticamente ogni giorno: male alla pancia in generale (a volte dolore addominale, a volte crampi, a volte gonfiore, a volte mal di stomaco o ai fianchi), nausea costante, ogni tanto dolore alle ultime costole, a volte mal di schiena (o nella zona lombare o zona sacro), un forte meteorismo e ogni tanto giramenti di testa. Vado di corpo regolarmente e con feci abbastanza normali. Ultimamente mi sono accorto di aver perso almeno 1.5kg ma non so in quanto tempo. Ho già eseguito un eco addominale ma è risultato tutto normale tranne, appunto, del meteorismo. Vi scrivo perché sono abbastanza ansioso e ipocondriaco e visto che lo ho praticamente tutti i giorni (a volte più forte a volte meno forte ma ultimamemte condiziona le mie giornate) mi spaventa il fatto che possa esserci qualcosa di piu serio. Non vorrei pensare al tumore ma la mia testa va direttamente lí, ma con questi sintomi puo anche essere sindrome del colon irritabile, cosi mi ha detto subito la mia dottoressa, o qualche intolleranza? Domenica scorsa ho notato che due ore dopo aver mangiato una brioche al cioccolato bianco mi é venuta una nausea piu forte del solito e mal di pancia ma non so se é stata una coincidenza o meno. Vi ringrazio molto per un eventuale risposta.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
la sua descrizione - confortata dal parere del suo medico curante e dall'ecografia - orienta verso un problema di tipo funzionale la cui sintomatologia viene "rinforzata" da componenti ansiose.
È probabile che la sintomatologia regredisca adottando alcune variazioni dello stile di vita e dell'alimentazione; le allego il link agli articoli per i dettagli
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/982-meteorismo-pancia-gonfia.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/332-colon-irritabile-sindrome-dell-intestino-irritabile-ibs.html
Potrebbe risultare utile l'assunzione per un breve periodo di un tensioattivo (simeticone) e di una integrazione con probiotici prescritta opportunamente dal gastroenterologo.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottore, seguiró il suo consiglio e parlerò con un gastroenterologo

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno, scusi ancora il disturbo ma volevo chiederle una curiosità: ma i dolori (tipo fitte) che mi vengono sotto le costole e lo sterno (non riesco bene a capire se si tratta solo di stomaco o anche altro) da cosa può essere causato? Noto anche che si trasmette alla schiena.. puo essere causa del meteorismo? Mi vengono nonostante non abbia mangiato niente di quello che pensavo fosse causa del mio malessere.

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore
Mi scusi ancora il disturbo ma volevo farle un altra domanda. Innanzitutto sono stato dal gastroenterologo; mi ha visitato e non mi ha detto nulla di preoccupante. Solo tanto meteorismo e verosimole disbiosi. Mi ha prescritto dei fermenti lattici (reuflor) e mi ha detto di evitare il glutine per un po e sottopormi agli esami del sangue per vedere se può esserci celiachia. Il malessere pero non è passato. Ultimamente, inoltre, mi sono accorto di un particolare alquanto "strano". Ho notato che le mie feci, alcune volte, cambiavano colore: ci sono state delle volte che erano sull' arancione, altre volte che erano meta marrone scuro e meta marrone chiaro e oggi ho notato che erano verdastre. Anche la forma e la consistenza cambia ma mai in diarrea e quasi sempre abbastanza formate.. Puo essere sintomo di qualche problematica?

[#5]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
12% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
È preferibile fare gli esami per la celiachia PRIMA di mettersi a dieta priva di glutine, altrimenti non si capisce più nulla.

Il colore delle feci dipende in genere dall'alimentazione e quello da lei indicato non è indizio di presumibile patologia.

Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio, in effetti avrebbe più senso come ha detto lei piuttosto che quello suggeritomi dal gastroenterologo. Vedró se i risultati saranno positivi o negativi. La ringrazio ancora molto