Utente 472XXX
gentili dottori

a seguito di una serie di sintomi tra cui reflusso gastroesofageo e simili mia moglie si è sottoposta a gastroscopia

siccome non era sedata si è resa conto che il medico che ha effettuato l'esame ha chiesto un consulto durante l'esame.

Alla fine le hanno riferito che le hanno prelevato un polipo e che ci sarebbe stato l'esame istologico. Oltre a cio' le hanno riferito di aver trovato delle tumefazioni biancastre e che sono stati costretti e prelevare altro tessuto per ulteriori esami.
Il medico non si è voluto sbilanciare in alcun modo ma ovviamente essendo già trascorsi sei giorni in attesa mia moglie comincia a essere seriamente preoccupata.

Lei ha 38 anni longilinea e ha familiarità con patologie serie allo stomaco (cancro).

abbiamo due figli piccoli e siamo veramente spaventati. Lei apparentemente non ha sintomi, esclusa acidità di stomaco di tanto in tanto.
E' normale trascorra tutto questo tempo per un esame? nonostante la giovane età potrebbe trattarsi di una patologia seria?

grazie

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Per quanto riguarda l'esame istologico è normalissimo possono occorrere anche 3 o 4 settimane per la risposta (dipende dal centro che effettua l'esame).
Purtroppo non si può rispondere alla seconda domanda (anche se la giovane età lascerebbe supporre una patologia benigna): i dati a nostra disposizione non consentono di fare ipotesi con un senso razionale.
Ci aggiorni dopo la risposta dell'istologia!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 472XXX

replico qui a seguito del suo gentile consulto

a mia moglie hanno trovato un tumore a cellule granulose dell'esofago ma benigno

ci hanno prescritto una ecoendoscopia da effettuare martedi

il problema è che in itinere abbiamo fatto una tac torace e addome per eslcudere la "migrazioe" di questo tumore (presente nell'esofago ma anche nel piloro e nello stomaco) ad altri punti.

Il risultato della tac è stato come una fucilata "a carico del fegatosi segnala presenza di tre formazioni rotonde al VI segmento di 14 9 e 7 mm. Tali lesioni appaiono sospette per localizzazioni secondarie e meritevoli di approfondimento diagnostico con risonanza magnetica coesiste dilatazione delle vene sovraepatiche"

non ci sono tumefazioni linfonodali lungo il decorso dei grossi vasi in retroperitoneo. Queste lesioni sono "sottoglissoniane"

il nostro gastroenterologo di fiducia crede che 1) il tumore benigno interessando anche la sottomucosa non sia forse benigno come ci è stato detto 2) non esclude qualche massa a carico del colon

io vorrei sapere se secondo voi puo' trattarsi di metastasi, o se sia possibile che altre formazioni benigne si siano "spostate" a carico del fegato

tra l'altro ci fosse stata una massa al colon con la tac con mezzo di contrasto non si sarebbe vista?

grazie......un marito devastato

[#3] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il tumore a cellule granulose dell'esofago è al 99% benigno.
Per le lesioni epatiche farei una rmn.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia