Utente 270XXX
Buon pomeriggio,
dopo numerosi anni di svenimenti, diagnosticati come sincopi vaso-vagali, a luglio dello scorso anno a mia figlia di 20 anni, su mia insistenza al medico curante, sono stati fatte le analisi per la celiachia.

Risultati :
Immunoglobilina igA 181 (70 - 400)
AC anti Transglutamimasi igA 97
AC antiendomisio POSITIVO

ad Agosto 2018 è stata sottoposta a esofagogastroduodenoscopia.

Referto :
esofago regolare. Cardias in sede con linea Z regolare. Stomaco distensibile privo di lesioni mucose.
Bulbo e II porzione duodenale con mucosa granuleggiante e diffusa dentellatura delle pliche.
Si esegue mappaggio bioptico.

Referto esame istologico :
frammenti di mucosa duodenale con atrofia dei villi ed incremento del numero dei linfociti T intraepiteliali in misura pari a 50IEL/100. Frammenti bioptici di mucosa gastrica con minimo infiltrato flogistico linfocitario aspecifico. HP
negativo. Frammenti bioptici di mucosa esofagea con struttura istologica nei limiti della norma.
Il quadro morfologico complessivo è riferibile a malattia celiaca tipo 3a sec. Marsh.

Oggi ho ritirato gli esiti degli esami, dopo 7 mesi di dieta rigorosa.

Risultati :Immunoglobilina igA 170 (70 - 400)
AC anti Transglutamimasi igA 33

E' normale che dopo 7 mesi di dieta sia ancora a questi valori ?

Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
In realtà non è normale (sempre che la dieta priva di glutine sia seguita scrupolosamente).
Le consiglio di rivolgersi ad un centro di riferimento per la malattia celiaca.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia