Utente cancellato
Buonasera, Da circa due settimane sperimento un bruciore-pizzicore o dolore sordo, costante ma lieve in zona epigastrica, sotto le ascelle e lungo la colonna vertebrale fino a metà schiena. Il fastidio si sposta da zona a zona. Quando ingoio un boccone, dopo 10-15 secondi avverto una fitta-bruciore a metà schiena. Presi IALOFLUS ma non è servito. Ho cambiato alimentazione evitando fritto e le feci sono diventate fra il marrone il giallo. Il medico mi ha visitato e non ha trovato nulla e mi ha prescritto le analisi del sangue e delle feci. Dall'esame del sangue (emocromo, transaminasi etc) non è risultato nulla di anomalo. Attendo la ricerca dell'Helicobacter. Che cosa può essere? Devo preoccuparmi?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
I sintomi sono compatibili con un reflusso gastroesofageo. Utile una visita gastroenterologica.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
515053

dal 2019
Ci andrò in settimana.
Il medico di famiglia mi ha prescritto nel frattempo Pantoprazolo 20 mg e Gavison.
Ho iniziato a prenderli da oggi: dopo quanto potrei osservare dei miglioramenti?

[#3] dopo  
515053

dal 2019
E seconda cosa: come mai il bruciore è dorsale e non allo sterno?

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Avrà miglioramenti entro una settimana e il dolore è anche dorsale in quanto l'esofago in alcuni punti poggia lungo la colonna vertebrale
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
515053

dal 2019
Grazie.
Anche il risultato dell'Helicobacter è negativo.
Il medico di famiglia vorrebbe che chiedessi ad un gastroenterologo un consulto sull'opportunità di fare un esofagogastroduodenoscopia.
Tuttavia mi aveva già dato la terapia per l'esofagite.
Meglio andare dal gasteroenterologo questa o la prossima settimana se sto facendo la terapia da ieri?
E perchè valutare un'esofagogastroduodenoscopia se crede che sia un'esofagite?
Un gasteroenterologo ha qualche strumento diagnostico ulteriore (tipo ecografia..) per capire per capire se è necessario un esame cosi invasivo?

[#6] dopo  
515053

dal 2019
Mi sono comparse anche delle fitte intestinali, movimenti intestinali e una sensazione di essere pieno di aria: può esserci qualche nesso?

[#7] dopo  
515053

dal 2019
Buonasera, ho fatto la visita gastroenterologica e dall'ecografia non è risultato nulla.
Anche Helicobacter negativo.
Il gastroenterologo ritiene che sia reflusso e ha portato il pantaprazolo da 20 a 40 mg al giorno per un mese unito con gaviscon.
Il gastroenterologo ritiene inutile la gastroscopia: cosa ne pensa?
Il medico di famiglia me la voleva far fare ma si rimette al giudizio dello specialista.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Reflusso e la gastroscopia non è utile.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
515053

dal 2019
1)Mi potrebbe dire il motivo dell'inutilità? Se fosse tipo ernia jatale o un'esofagite?
Il suo collega non l'ha detto.
2) Se dopo un mese di 40 mg una volta al giorno di IPP, si può valutare la gastroscopia per escludere altre patologie?
3) Io soffro di ansia (prendo sertralina): può aggravare o causare il reflusso?

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La sintomatologia è tipica del reflusso ecco per cui è indicata la terapia e non la gastroscopia.la sertralina può aggravare il reflusso.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
515053

dal 2019
Buonasera,
dopo 10 giorni di pantaprazolo il bruciore è quasi del tutto scomparso.
Rimane solo un indolenzimento del fianco destro (specialmente durante il riposo) e una sensazione di "stretta", "blocco" epigastrico per alcuni alimenti (focaccia in particolare) con talvolta eruttazioni e conseguenze temporanea ripresa dei sintomi già descritti per il resto quasi annullati.
Quale potrebbe essere la causa?
Domani comunque risentirò il gastroenterologo.

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Reflusso con eventuale qualche intolleranza alimentare.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
515053

dal 2019
Grazie.
Comunque il gastroenterologo ritiene che si possa valutare la gastroscopia dopo un mese di terapia senza risultati.
Cosa ne pensa?

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Condivisibile
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it