Utente 553XXX
Gentili dottori,

Dopo delle manifestazioni a livello intestinali ed extra intestinale mi sono sottoposto a degli esami del sangue nei quali mi è stata riscontrata la presenza della celiachia. Oltre ad essa, gli esami del sangue hanno evidenziato una moderata mancanza di ferro e di vitamina B12, dato dal malassorbimento. Il mio gastroenterologo mi ha detto di non prendere ovviamente il glutine e di seguire una dieta ricca mangiando cibi che comprendano i due elementi carenti che ho elencato sopra. Ora, tutto apposto, ma ho una lieve splenomegalia dovuta appunto a questa mancanza di vitamine. Su internet si leggono cose abbastanza brutte e volevo sapere se questa splenomegalia è grave (su internet mettono tutto in modo drammatico).

Vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La diagnosi di celiachia può essere fatta solo dopo una gastroscopia con biopsie duodenali.
La splenomegalia (non ci dice le misure della sua milza) non è cosa grave.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 553XXX

Salve dottore,

La ringrazio per la risposta cosi celere.
Le riporto l'esito dell'ecografia dell'addome: Fegato di dimensioni normali. Colecisti distesa e senza calcoli. Vie biliari non dilatate. Pancreas regolare. Milza ingrandita, di 16,4 cm, senza lesioni focali. Regolare per dimensioni con struttura entrambi i reni con diametro interpolare a destra di 10,8 cm. Assenza lesioni focali, calcoli o dilatazione calico-pelvica.
Aorta sottorenale di 14 mm, di dimensioni normali.

Per quanto riguarda la diagnosi di celiachia è necessario che io mi sottoponga alla gastroscopia? Non sono bastati gli esami del sangue?

La ringrazio ancora.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve fare la gastroscopia
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 553XXX

Va bene, farò la gastroscopia con l'impegnativa del medico e se le farà piacere posterò i risultati delle biopsie.

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente.
Ricordi di fare l'esame dopo aver reintrodotto il glutine nella dieta da qualche settimana
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 553XXX

Salve Dottor Bacosi,

Ho fatto la gastroscopia e oggi è uscito l'esame istologico che riporta:

GASTROSCOPIA:
Esofago: Decorso regolare; cardias in sede continente.
Stomaco: lago mucoso chiaro; nulla a fondo e corpo; piloro transitabile.
Duodeno: bulbo nella norma; in DII appiattimento del disegno plicale e presenza di villi corti e tozzi.

Diagnosi istologica: Quadro istologico compatibile con diagnosi cronica atrofica in malattia celiaca grado 3b;
Architettura: piatta;
Villi: atrofia moderata;
Rapporto villo/cripta: ridotto;
Cripte: iperplastiche;
Linfociti intraepitali: aumentati (50 per cento)
Enterociti: ridotti in altezza, vacuolizzati,brush border alterato; Lamina propria: edema, incremento di linfociti, di plasmacellule, di eosinofili, presenza di granulociti.

Mi pare di capire dall'esame che la diagnosi di celiachia sia confermata. Da stasera inizierò la dieta aglutinata.

La ringrazio ancora.

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo, al grado più alto.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 553XXX

Salve Dottore,

Stasera ho mangiato del sushi di riso e salmone (fatto dal supermercato). Dopo pochi minuti dall’ingestione ho iniziato ad avvertire dolori al basso ventre e flautulenza che continuano tutt’ora, ma ho mangiato abbasta velocemente. Ieri pomeriggio ho fatto degli addominali e oggi sono andato a farmi un giretto in bici. È possibile che il sushi sia la causa di tutto questo (escluso parassiti perché non gli ho visti e penso che la catena del freddo sia stata rispettata) oppure sono di più dolori muscolari dati dalla recente attività fisica? So che non è possibile fare diagnosi online, ma volevo una sua opinione.

La ringrazio infinitamente.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dopo pochi minuti il sushi non sarebbe arrivato al basso ventre...
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia