Mal di stomaco continuo

Salve dottore le scrivo in quanto da circa 8 mesi ho problemi di stomaco soprattutto al mattino mi sveglio tutti i giorni con fitte e una sensazione di gonfiore all'addome che "passano" dal momento in cui vado in bagno, eruttazione giornaliere anche senza avere mangiato nulla, le feci risultano sempre molli e non formate con colore chiaro, ho perso tra 5 e i 7 kili in pochi mesi e ultimamente ho sensazioni di stanchezza fisica con dolori articolari e molto spesso mal di testa, ho eseguito consigliata dal medico curante coprocultura risultata negativa, dopo il primo controllo con il gastroenterologo sospetta un colon irritabile e mi prescrive valpinax due volte al giorno per circa un mese ma le cose non cambiano, effettuo gastroscopia con risultato di gastrite lieve cronica e ipotrofia dei villi intestinali duodenali, consigliandomi di eseguire sierologia per celiachia, risultata anch'essa negativa.
Ho confrontato un altro gastroenterologo che mi ha fatto eseguire ecografia addome completo e studio delle anse intestinali aggiungendo amilasi, lipasi TSH e caloprotectina fecale, e mi prescrive normix 2 cp al di per 6 GG ogni 3/4 settimane.
Gli esiti finali risultano tutti nella norma, quando mi presento per mostrare i risultati mi fissano l'appuntamento con un altro gastroenterologo senza avere la possibilità di parlare con la persona che mi aveva prescritto gli esami, lì controlla e dice che a parer suo non ho nulla è che si tratta solo di questione di testa e quindi stress, sono un ragazzo abbastanza ansioso è vero ma non capisco come possa liquidare una persona in questo modo così anche perché questi sintomi non li ho mai avuti e ora che mi ritrovo in questa situazione sentirmi dire che mi devo tenere questo problema perché e questione di testa rimango spiazzato la mia domanda è può essere celiachia nonostante gli esami del sangue siano negativi? Ipotrofia dei villi intestinali è un sintomo di celiachia? Capisco che tramite messaggio la cosa è un po' complicata ma mi piacerebbe avere un vostro parere avendo effettuato molte visite senza risolvere nulla ora volevo provare una dieta senza glutine per vedere se i sintomi migliorano, grazie in anticipo aspetto risposta.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 24,7k 616 346
Certo puo' trattarsi di gluten sensitivity e puo' provare una dieta priva di glutine. Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66,3k 2,1k 87
Spesso la sintomatologia, come la sua viene inserita nel grande "calderone" del colon irritabile. Ma non sempre è così come riporto nel mio articolo:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Ha necessità di uno specialista che la prenda in considerazione

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa