Correlazione fiato corto e ernia iatale

salve, sono una donna di 35 anni. Da 10 soffro di reflusso gastroesofageo e da 6 di una forma lieve di BES (alterno periodi di stipsi ad altri in cui ho attacchi diarroici sporadici e non invalidanti). Ho fatto l’ultima gastroscopia un anno fa ed è stata confermata una gastrite cronica di media gravità oltre che una leggera ernia da scivolamento (3cm). Da quasi un anno soffro di fiato corto che si aggrava dopo ogni pasto (per una ventina di minuti dopo ogni pasto respiro a fatica). Sento, inoltre, fitte al centro del petto che si accompagnano a tachicardia, fastidio alla pressione sulla bocca dello stomaco, spesso sento il cibo fermarsi in gola e ho difficolta digestive. Mi chiedevo se ci fossero correlazioni tra il respiro che si affatica e i disturbi gastrici.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,9k 2,1k 88
Evidentemente c'è un rallentato svuotamento gastrico. Nessun rapporto con l'ernia

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio. Approfitto per porLe un’altra domanda. Mi è è stato detto dal medico curante che il dolore retrosternale che accuso è dovuto a contrazioni dell’esofago. Oltre al pantopan, mi è stato prescritto il levopraid al bisogno. Mi chiedevo se questa sia una condizione temporanea o è un disturbo cronico ben preciso e quindi dovrò convivere con questo dolore a vita. Cordiali saluti
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 67,9k 2,1k 88
Impossibile fare diagnosi clinica di spasmo esofago. La diagnosi viene fatta mediante manometria esofagea

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test