Utente 374XXX
Buongiorno,
Vi scrivo quì oggi dinanzi ad un problema che mi sta tormentando non da poco tempo, ed essendo che vorrei avere l'opinione di più medici possibili chiedo a voi medicitalia.

Un anno fa ho ingerito una sostanza residua nella bottiglia dell'acqua, era grande quanto il collo di una bottiglia, mi si incastrò in gola e dovetti mandarla giù per non soffocare.

Nel seguente giorno ho avuto una diarrea lancinante, come uno spurgo veramente forte, ma evidentemente non ha funzionato.

Tutt'oggi ho i seguenti sintomi:
Ogni volta che mangio qualcosa questa cosa mi risale su, non ho idea di dove sia probabilmente nello stomaco o nell'intestino.

La sento muoversi fisicamente e comincio a bere tanta acqua per la paura che sia qualcosa di veramente pericoloso e lo mando giù fino alla volta dopo che me la sento in gola di nuovo.

Ho già consultato diversi medici, la risposta è stata che è impossibile che una cosa che è nell'intestino mi salga su, tuttavia succede quindi in qualche modo è possibile.

In oltre ho anche il reflusso, chiaramente riesco a distinguere il reflusso da questa cosa, sono due sensazioni diverse, perchè questa cosa è ben più grossa del cibo che inghiotto, mastico bene e non mando giù bocconi grandi di cibo.

Ho smesso di mangiare cibi col burro, caffè, teina, olio, carni grasse, ecc.
Posso assicurare che non è il reflusso.

Di sera spesso mi vengono delle febbricole, a 37, mi sento frastornato e dopo un po' passa e non ho più la febbre.

Il 22/11 andrò a fare un'endoscopia sperando che lo trovino.

Ho già fatto le seguenti analisi: Controllo dello stomaco e dell'esofago tramite il barrio, non è stato trovato nulla.

Analisi del sangue e dell'urina al pronto soccorso: Non è stato trovato nulla ne nel sangue ne nell'urina, soltanto delle proteine che avevo mangiato.

Ora vi chiedo, se con l'endoscopia non dovessi trovare nulla cosa devo fare?
La lascio uscire dalla bocca?
La sputo?
Francamente ho veramente paura di questa cosa.

Attendo vostra risposta, e vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Cosa intende per sostanza residua ? Qualcosa di liquido, morbido, duro ?


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 374XXX

Quello che ho ingerito era un po' duro, mi si incastró in gola e dovetti mandarlo giù.
Non ho idea di cosa sia, ma so che é una cosa viva.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si sarà tratto allora di un residuo che è già stato sciolto dagli acidi gastrici. Nessun rapporto con i suoi attuali disturbi
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it