Utente
Salve,
Sono anni che soffro, periodicamente, di problemi gastrointestinali.
Ho fatto tutti gli accertamenti possibili ed immaginabili, da ultimo calprotest fecale, esame sangue occulto nelle feci, ves, pcr, elettroforesi.
Esami relativi a fegato e pancreas.
Tutto nella norma.
Eppure da circa 1 mese e mezzo soffro di spasmi all’addome, in particolare poco sopra all’ombelico ma più a destra.
Basta mettere cibo nello stomaco che avverto questo spasmo.
A digiuno no problem.
Tutto ciò è accompagnato da difficoltà digestive, aria nell’addome e, da qualche giorno a questa parte, anche diarrea.
Eco addome completo ok; evidenziata solo bile densa per cui sto assumendo deursil 300 mg.
Effettuata visita da gastroenterologo il quale mi ha liquidato con stia tranquilla, si calmi, è solo colon irritabile eppure io continuo a stare male, questo dolore mi tortura e la pancia è sempre gonfia.
È davvero colon irritabile oppure devo effettuare un altro consulto?

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, lo credo anch 'io. Il colon è dotato di una muscolatura liscia piuttosto robusta, che tutto il giorno si muove, si contrae. Quando si contrae troppo ( spasmo ) provoca dolore. E anche qualche eventuale scarica di diarrea o comunque di feci liquide. Succede. Soprattutto, il fenomeno può essere accentuato dopo i pasti, è fisiologico. Inoltre, se nel colon - soprattutto a livello di una delle flessure, destra o sinistra - si accumula dell' aria, il dolore viene accentuato per distensione della parete. In questi casi è sufficiente assumere uno dei tanti prodotti che riducono le fermentazioni ( simeticone anche in dosi abbondanti ) ed eventualmente un blando antispastico, al bisogno. Ma quest ' ultimo deve essere prescritto dal suo medico, se è d ' accordo. Un 'ultima considerazione : dopo tanti anni di esperienza con l' uso dell ' acido ursodesossicolico per trattare la bile densa , siamo arrivati alla conclusione che la dose, per essere effica ( e non sempre ) deve essere di almeno 10-11 milligrammi per chilo di peso corporeo, per non meno di sei mesi. Poi, si ripete l' ecografia.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Le volevo chiedere, è possibile che queste fitte/crampi si attivino non appena metto cibo sullo stomaco? Mi sembra troppo immediata la risposta. Inoltre il dolore è davvero ben localizzato tra ombelico e costole, zona destra: potrebbe trattarsi di un problema di stomaco? In passato ho fatto gastroscopia con esito cardias lievemente beante, reflusso curato con gastroprotettore sono a che non sono rimasta incinta.
Dopo di che non ho potuto assumere più nulla. A tutt’oggi allatto e so di non poter assumere gastroprotettore.
A stomaco vuoto questa fitta bruciante non la avverto.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, eventuali spasmi del colon possono avverarsi appena si ingerisce qualche cibo. E' possibile. In corso di allattamento è prudente non assumere alcun farmaco, ma il simeticone lo può prendere, per ridurre il gonfiore. Non è un vero farmaco e soprattutto non viene assorbito dalla mucosa intestinale.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore,
Dopo oltre un mese da quando ci siamo confrontati i dolori continuano tutti i giorni. La scorsa settimana ci sono stati un paio di giorni in cui il dolore non l’ho avvertito, altrimenti mi disturba praticamente sempre. Avverto questi spasmi intermittenti in alto a destra, poco sotto lo stomaco ma più a destra. Sento tutto contratto al tatto li. e nessun integratore sembra aiutarmi.
Ho assunto colonir ma nulla di fatto.
Ormai la mia quotidianità è compromessa e purtroppo a causa del Covid19 non posso effettuare nessun’altra visita specialistica. Cosa potrei assumere? Sono preoccupata perché, pur soffrendo di colite da molti anni, questo dolore localizzato non l’ho mai avuto. La ringrazio per l’eventuale risposta.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Mi dispiace, ma i cosiddetti " integratori " a lei non servono . Serve il simeticone , come già le dissi e - appena potrà, con la fine dell' allattamento - un prodotto antispastico, che però deve essre prescritto dal suo medico, se è d' accordo.
Prof. alberto tittobello