Utente
Buonasera ho 77 anni e quadro clinico complesso (diabetico trattato con insulina, 1rene, iperteso, passato infarto, operato colecisti e resezione intestinale dovuto a K - no chemio) accuso bocca amara e odore bruciato.
Di conseguenza fiato corto.
Da ultime analisi valori fegato ok, colesterolo 250, trigliceridi 180 e bianchi 11.8.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Credo chi i suoi disturbi siano correlati soprattutto con una certa difficoltà digestiva. Dovrebbe farsi prescrivere dal suo medico ( se è d ' accordo ) uno dei tanti farmaci chiamati procinetici.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, mio figlio mi dice di specificare che: sento la bocca amarissima non appena bevo acqua. Anche dopo pranzo, comincia non appena bevo l'acqua dopo aver terminato. Questo dato ulteriore cambia qualcosa nella sua idea?

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
No, non cambia. Credo che le possa far bene un profotto procinetico da prendere una mezz' oretta prima dei due pasti principali.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Buonasera sono ormai un pp' di giorni che prendo il procinetico ma non riscontro alcun beneficio. Forse sarebbe il caso di vedere qualche specialista. A chi mi dovrei rivolgere? Un gastro-entrrologo?

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, ma non mi ha detto quale prodotto sta prendendo.
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Ha ragione, mi scusi. Si tratta del domperidone.

[#7]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Se quel farmaco non ottiene l' effetto desiderato, ne esistono altri anche più efficaci. Ma li deve sempre prescrivere il suo medico di famiglia.
Prof. alberto tittobello

[#8] dopo  
Utente
Siccome il mio medico era a corto di idee su questa situazione, ed già è stata un'impresa ottenere il domperidone, volevo approfondire visto che sta diventando pesante: non riesco più a dormire l'intera notte.
Non crede sia il caso passare allo specialista (non so quale e non so se mi farà fare qualche esame)?
Se invece pensa che ci sia davvero speranza con un altro procinetico, su quale mi consiglia di spostarmi, previo sempre parere positivo del mio medico?