x

x

Dubbio su terapia reflusso gastroesofageo

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve, recentemente ho effettuato una egds perché da due anni a questa parte soffro di acidità reflusso gastrico e dolore epigastrico, ebbene la diagnosi è stata quella di esofagite da reflusso di grado A e reflusso gastroesofageo per lieve incontinenza cardiale.
Terapia: Lansoprazolo da 30 mg per 4 settimane.
Problema: Non riesco a deglutire le capsule da 30 mg perché più grandi di quelle da 15 mg che prendevo tempo fa!! ! Ho provato ma non sono riuscita a mandarla giù, ho proprio la fobia! Come posso ovviare a questo problema?
Potrei in alternativa prendere quello da 15mg due volte al giorno?
E magari fare una alla mattina prima di colazione e l'altra alla sera prima di cena?
Purtroppo attualmente mi si sono ripresentati tutti i sintomi in concomitanza del cambio stagione e vorrei fare una cura come si deve ma per via di questo problema non riesco, prendere direttamente il 15 mg (una sola volta al giorno) non avrebbe effetto penso...
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 976 12
Esiste una forma di compresse ORODISPERSIBILI.
Queste compresse si sciolgono in un dito d'acqua che poi si beve.
4 settimane sono poche.
Io ne consiglierei 8.
Cordialmente.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test