x

x

Fegato in sede aumentato di dimensioni

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buonasera, mio padre, compirà 82 anni a fine aprile, problemi di alcolismo da giovane, infarto miocardio a ottobre 2013.
Assume parecchi medicinali per prevenire un altro infarto, presumo.
Prima di questo, assumeva farmaco per ipertensione.
Ha eseguito ecografia x dolori a stomaco e reni, ora ha anche eritemi cutanei in viso e riferisce piccole "postulette" pruriginose a gambe e schiena.
Cammina molto ogni giorno, niente più birra da dopo l'infarto e l'intervento, ma al vino rosso non ha rinunciato.
Ecco l'esito dell'eco:"Fegato in sede aumentato di dimensione con ecostruttura diffusamente iperecogena, in assenza di lesioni occupanti spazio epatocoledoco, compatibile con gli esiti di colicistetomia, vasi portali regolari per calibro e decorso.
Pancreas visibile in parte apparentemente regolare per dimensione e di ecostruttura, con disegno corticomidollare ed echi pielici ben rappresentati, in assenza di immagini riferibili a calcoli e/o a dilatazione, milza in sede regolare per forma dimensione ecostruttura, vescica scarsamente distesa, apparentemente nella norma, prostata con aspetto ecografico disomogeneo e grossolane calcificazioni nel contesto.
" È grave?
Grazie
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Cosa è grave? Il fegato?
Dalla risposta dell'ecografia nulla si può dire.
Occorrerebbe fare un ecocolordoppler dei vasi epatici e conoscere le analisi.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, grazie per la sua celere risposta. Per gli esami devo chiedere, mio padre vive in Sardegna ed io in provincia di Bs. È magro, mangia cardi ed asparagi raccolti da lui stesso e carciofi (questi li acquista), i cardi ed i carciofi li mangia in pinzimonio, quindi esclusivamente crudi. Non fuma. Un medico professionista in ematologia, oncologia e nefrologia, che ha lavorato 50 anni in ospedale a Mantova, ora è in pensione, mi ha detto che deve smettere di bere vino perché ha un disturbo epatico e che il fegato potrebbe continuare a peggiorare. Quando ero piccola, circa 30 anni fa, quando beveva fino ad ubriacarsi ed a vomitare, la guardia medica gli aveva detto che il suo fegato si era ridotto ad una spugna, che stava rischiando la cirrosi epatica e che lo stavano salvando i cardi ed i carciofi, ma doveva smettere di bere. Lui si era spaventato ed aveva ed ha smesso di bere così tanto, ma non del tutto. Grazie
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Senza analisi non si può dire alcunché di sensato.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 27.1k 1k 13
Cosa è grave? Il fegato?
Dalla risposta dell'ecografia nulla si può dire.
Occorrerebbe fare un ecocolordoppler dei vasi epatici e conoscere le analisi.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, il medico di base mi ha informata che gli esami sangue ed urine sono perfetti. Mia madre, invece, colesterolo alto. Ora ha prescritto, per entrambi, ecocolordoppler vasi del collo e per mio padre anche visita urologica. Pressione di mia madre 135/80, il medico dice che va bene. La ringrazio molto.
Cordiali saluti buona giornata.