Terapia anti reflusso

Buongiorno a tutti,

da alcuni mesi sto soffrendo di sintomi asmatici quotidiani, resistenti ai farmaci antiasmatici e che si verificano maggiormente dopo i pasti.

a tutto questo aggiungo sintomi quali gonfiore di stomaco, peso sul petto, senso di gola "stretta", occasionali risalite di acido subito dopo i pasti.

Il mio medico curante ha ipotizzato a questo punto che l'asma possa dipendere da reflusso gastroesofageo, con il quale del resto ho avuto già esperienze pregresse.


sono attualmente in cura (da 8gg) con pantorc 40 mg, 1 cp al mattino prima di colazione e ridimensionamento delle abitudine alimentari (pasti pesanti, alcol, caffè, pomodoro, ciccolata etc)
dopo 8gg la situazione sembra migliorare, quindi il sospetto che l'asma sia diretta conseguenza del reflusso si fa più consistente.


nonostante questa terapia di "fondo", i sintomi asmatici sono comunque presenti dopo pranzo si fanno più evidenti se consumo pasti più abbondanti.


volevo chiedere se
1 - il solo pantorc fosse sufficiente per limitare i sintomi da reflusso e quanto tempo di terapia fosse necessario prima di avere risultati più concreti
2- se fosse possibile affiancare altri farmaci "da banco" (tipo gaviscon ad esempio) subito dopo i pasti a fianco dell'IPP

attendo vostri preziosi pareri
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,2k 208
La risposta è sì. Il farmaco da banco 1-2 ore dopo il pasto oppure la sera prima di andare a letto.

Prof. alberto tittobello

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa