x

x

Utilizzo di gastroprotettore

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buongiorno dottori uso pantoprazolo 20mg per reflusso gastroesofageo.
Vorrei porvi una domanda: ho notato che, poiché io sono in cura per exstrasistole benigne con seloken 100 (neprendo 1/4 la mattina e 1/4la sera) che se non prendo il protettore non ho exstrasistole che invece sono più frequenti con il protettore.
È possibile questo o si tratta di combinazioni?
Mi spiace perché con il pantoprazolo vado bene ma capite che se poi mi aumentano le exstrasistole mi spiace.
Spero di essere riuscita a spiegarmi bene e confido in un vostro gentile parere.
Grazie e buona giornata.
[#1]
Dr. Giancarlo Galbiati Gastroenterologo, Specialista in malattie del fegato e del ricambio 40 1
Le extrasistoli o altre aritmie non sono segnalate fra gli effetti collaterali degli inibitori della pompa protonica (impropriamente chiamati comunemente gastroprotettori), anzi queste aritmie possono spesso essere provocate da una stimolazione sul nervo vago da parte di lesioni infiammatorie esofagee, proprio quelle che si curano con questi farmaci. Di conseguenza a mio parere il fenomeno che lei riferisce è solo una semplice coincidenza, anche considerando la grande frequenza delle extrasistoli in gran parte delle persone

Dr. Giancarlo Galbiati

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto