Utente 166XXX
io credo che mia madre abbia l'alzheimer è possibile? in famiglia lo ha avuto la bisnonna(madre di nonno), lo ha nonno(padre di mia madre) da 8/10 anni e zia( la sorella di nonno) da 3 anni,sono entrambi viventi.

sintomi di mia madre:
per dire una cosa di 5 secondi fa delle premesse astruse che se non la interrompo ci metterebbe anche minuti intervallati a silenzio perchè molto spesso le mancano le paroli nelle frasi.

inizia una frase e non la finisce

-non sono lapsus accade in continuazione.le frasi non le riesce a finire quasi mai! e altrettante volte mancano soggetto o complemento oggetto e,o rimane in silenzio prima che le viene la parola in mente o dice una cosa per un'altra e termina la frase!
Secondo me abbassa la guardia in casa e spara queste cose prive di senso,quando parla con estranei è vigile e appare normale e tende a fare premesse lunghe e frasi lente cosi da organizzarsi mentalmente.


mi chiama col nome di suo fratello.

si dimentica molto spesso le cose,gli oggetti, i fatti, le comunicazioni verbali che le dò,
se per dire le chiedo passa dal cartolaio e fatti dare o fare x. lei mi richiama sempre e se lo fa ripetere o mi passa il commesso al cellulare!

ha sbalzi di umore incredibili specialmente quando si fanno semplici confronti,ripeto non dico litigi,confronti,se il mio punto di vista è diverso dal suo si scatena con irascibilità inaspettata senza fare un vero dibattito e attaccando un litigio e piu raramente pianti dal nulla.

ora scusate ma non mi viene in mente un altro esempio di pianto dal nulla se non quello di 3 anni fa quando prendevo la patente e le ho detto:per favore posso provare alla salita di casa(è recintata non in mezzo al traffico)la partenza in salita?
e lei ha iniziato a piangere a dirotto.rimango molto perplesso quando fa cosi.

[#1] dopo  
Dr. Oreste Pascucci

28% attività
0% attualità
16% socialità
MARATEA (PZ)
LAURIA (PZ)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
ha provato a parlare con sua madre delle sue preoccupazioni? Se ha avuto un peggioramento o un'inizio di amnesie,cambiamenti d'umore ecc, dovreste proporle una visita da un neurologo, magari spiegandole le sue perplessità,senza porsi in una posizione di sfida,di accuse,di imposizioni. Deve far si che sia lei a capire che qualcosa non va e che ciò le suscita molta preoccupazione e dispiacere.


Cordiali saluti,rimango a sua disposizione.
Dr. Oreste Pascucci
orestepascucci@virgilio.it