Utente
Gentili dottori,
ieri mi sono recata dalla mia ginecologa per cercare di risolvere il problema di un'amenorrea post pillola che dura ormai da quasi 4 mesi.
Premetto che ho un ovaio policistico ma vorrei comunque evitare di ricominciare a prendere la pillola, dato che si tratta comunque di un farmaco. La mia ginecologa mi ha sconsigliato vivamente di farlo perchè potrei trovarmi a soffrire di amenorrea per lunghi periodi. Ciò che più mi ha lasciato perprlessa è stato il suo consiglio di non aspettare troppo per cercare di avere dei figli vista la difficoltà ad avere un ciclo normale. Io ho 29 anni e lei mi ha chiaramente detto che più il tempo avanza più il mio problema, associato all'età, potrebbe rappresentare un ostacolo.
Ora mi chiedo:
-Nonostante il mio ovaio policistico devo necessariamente prendere la pillola? Se scegliessi di non farlo che conseguenze potrebbero esserci? Premetto che ho preso la pillola per 5 anni, prima il ciclo non era normale ma ritardava al massimo di 10-15gg.
-Posso veramente vedere pregiudicato il mio desiderio di avere dei figli per questo problema?
-Nel caso decidessi di assumere nuovamente la pillola, sarebbe meglio aspettare qualche mese per vedere se il ciclo si normalizza prima da solo?
La ginecologa mi ha prescritto il prontogest per indurre le mestruazioni, ma mi ha consigliato di aspettare ancora un pò prima di assumerlo per vedere se la situazione si sblocca da sola.

Vi sarei grata se poteste darmi qualche consiglio.

Grazie

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
1-L'assenza del ciclo provoca problemi al suo organismo dovuto alla mancanza di ormoni. L'assunzione della pillola servirebbe a colmare questo "vuoto" ormonale
2-L'ovaio policistico non e' causa di infertilità, potrebbe avere problemi a capire quali sono i gg fertili
3- dopo 4 mesi di amenorrea sarebbe opportuno far ritornare il ciclo ed assumere la pillola
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta.
Da questo deduco che dovrò assumere sempre la pillola? Può causarmi qualche problema? Io avrei voluto interrompere perchè mi sembrava già troppo lungo un periodo di 5anni.
Mi chiedo poi, nel caso volessi avere un figlio, come potrei fare a risolvere il problema dato che, se smetto di prendere la pillola, il mio ciclo mestruale scompare?

Grazie

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
1-L'assenza del ciclo provoca problemi al suo organismo dovuto alla mancanza di ormoni. L'assunzione della pillola servirebbe a colmare questo "vuoto" ormonale
2-L'ovaio policistico non e' causa di infertilità, potrebbe avere problemi a capire quali sono i gg fertili
3- dopo 4 mesi di amenorrea sarebbe opportuno far ritornare il ciclo ed assumere la pillola
Cordiali saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
Grazie,
farò così. Avrei solo voluto sapere i rischi di un'assumzione prolungata della pillola.

Cordiali saluti.

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
La precedente risposta e' partita in automatico.
Un uso prolungato della pillola non crea particoalri problemi facendo qualche periodo di sospensione (tipo 1 mese ogni anno).
In caso di ricerca di una gravidanza eventualmente procederà a stimolare le ovaie (ma non e' detto che ce ne sia bisogno)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
la contatto ancora per avere un ulteriore parere sulla mia situazione.
Il ciclo non è ancora arrivato. La ginecologa mi aveva consigliato di attendere una ventina di giorni ancora per vedere se la situazione si sbloccava da sola ma niente. Lunedì farò l'iniezione di progesterone e pensavo di ricominciare, come da lei suggerito, a riperendere la pillola. Mi consiglia di rifare i dosaggi ormonali (che non faccio da tempo)? In tal caso logicamente non potrei ricominciare da questo mese a prendere la pillola. La mia paura è quella di dover ripetere nuovamente l'iniezione di progesterone anche il mese successivo.
Mi chiedo solo se siano normali più di 4 mesi di amenorrea per via dell'ovaio policistico associato all'assunzione di un'anticoncezionale per 5 anni, o se possano esserci dietro motivazioni più serie che devono indurmi a preoccuparmi di più.

Grazie

[#7]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Credo che il problema sia legato all'ovaio micropolicistico. Dovrebbe eseguire in particolar modo i dosaggi tiroidei e la prolattina (puo' farli anche prendendo la pillola)
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"