Utente
buonasera....avrei un quesito da porre alla vostra attenzione.
prendola pillola belara da due mesi, e il primo giorno del secondo blister ho dovuto farmi una puntura di plasil causa influenza con vomito.
ho visto dal il foglietto illustrativo che il plasil è un farmaco che interagisce con l'efficacia contraccettiva della pillola, e che basta usare altri metodi contraccettivi per la durata del trattamento e per una settimana dopo la fine di quest'ultimo.
la mia domanda è questa: dato che ho usato il plasil il PRIMO giorno del blister, puo aver fatto interazione in modo da non far assimilare la pillola e quindi, perdendo la prima pillola, mi abbia fatto saltare tutto il mese di anticoncezionale?

spero di essermi spiegata, e auguro un buon fine settimana a tutto lo staff del sito.

Grazie!

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Il farmaco citato non interferisce
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la celere risposta! ma come mai sul foglietto c'è scritto che il Metoclopramide (plasil) interferisce sull assorbimento della pillola?

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Dal foglietto illustrativo (interazioni) che riporto integralmente non risulta nessuna interazione!

PLASIL non deve essere assunto con farmaci analgesici narcotici né con anticolinergici, che ne antagonizzano gli effetti sulla motilità gastrointestinale.
La contemporanea somministrazione di anti MAO e neurolettici (fenotiazine, butirrofenoni, tioxanteni ecc.), farmaci che di per sé possono determinare sia la comparsa di sintomi extrapiramidali che di reazioni distoniche, esalta l’attività centrale della metoclopramide e aumenta il rischio di effetti collaterali.
Effetti sinergici a livello del Sistema Nervoso Centrale si possono manifestare anche con la contemporanea somministrazione di sedativi, ipnotici e tranquillanti.
la metoclopramide, accelerando lo svuota mento gastrico, può diminuire l’assorbimento di digossina e di teofillina, mentre può accelerare quello di alcool, acido acetilsalicilico, paracetamolo, tetraciclina, levo-dopa.
Alcune osservazioni riportano, con metoclopramide, un aumento della biodisponibilità di ciclosporina e chinidina, nonché della tossicità renale del cisplatino.
Riducendo il tempo del transito intestinale anche del cibo, il trattamento con PLASIL può richiedere un aggiustamento del dosaggio di insulina nel diabete.

saluti

Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
sul foglietto di belara invece è riportato questo:
I seguenti prodotti medicinali o sostanze a
ttive possono ridurre la concentrazione plasmatica dell'etinilestradio
lo: tutti i farmaci che aumentano la motilita' gastrointestinale (ad e
s. metoclopramide) o riducono l'assorbimento (ad es. carbone attivato)
; sostanze attive che inducono enzimi microsomiali epatici, come rifam
picina, rifabutina, barbiturici, antiepilettici (come carbamazepina, f
enitoina e topiramato), griseofulvina, barbexaclone, primidone, modafi
nil, alcuni inibitori della proteasi (ad es. ritonavir) e Hypericum pe
rforatum. Alcuni antibiotici (ad es. ampicillina, tetraciclina) in alc
une pazienti, probabilmente a causa della riduzione del circolo entero
patico da parte degli estrogeni. Nel caso di concomitante trattamento
con questi farmaci o sostanze attive e Belara devono essere usati addi
zionali metodi contraccettivi meccanici durante il periodo di trattame
nto e i sette giorni successivi.


cosa devo fare?

mi scuso per l'insistenza, ma questa "incoerenza tr i due foglietti mette un po in dubbio sul (mio) da farsi.
la ringrazio anticipatamente e per la pazienza!

[#5]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Nel caso specifico non vi e' interazione biochimica, ma legata alla motilità gastrointestinale. E' opportuno quindi evitare l'assunzione concomitante. Basta prendere la pillola a distanza di almeno 4h dal farmaco in questione
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"