Pillola e ipercolesterolemia

Gentilissimi Medici,innanzi tutto vorrei ringraziarvi per il servizio utilissimo che mettete a nostra disposizione e per il tempo che impiegate gratuitamente per rispondere alle mostre richieste!
Sono una ragazza di 25 anni,nullipara,menarca a 12 anni,altezza 1,63cm x 55 kg e non ho altri problemi di salute apparte il fatto che dopo il menarca ho sempre avuto cicli molto lunghi (75gg in media).A 19 anni il mio ginecologo dopo una visita con eco mi ha prescritto la pillola Loette senza però porre una diagnosi precisa. L'unica cosa riscontrata ecograficamente era una ciste ovarica(follicolare credo) regredita spontaneamente dopo qualche mese di trattamento con Loette.Dopo un paio di anni di trattamento ho scoperto per caso con esami del sangue di routine di avere li colesterolo alto per cui il ginecologo ha deciso di sostituire Loette con Fedra.A Gennaio di quest'anno ho ripetuto gli esami del sangue e il colesterolo tot era 305 (!)con Hdl:76.Su consiglio del medico di famiglia ho interrotto la pillola per 3 mesi dopodichè ho ripetuto gli esami che qusta volta hanno dato coleterolo tot:221 Hdl:85. A questo punto il ginecologo mi ha prescritto i dosaggi ormonali (li avevo gia fatti a 19 anni e andavano bene) che ho fatto come prescritto in 7° e 22° giornata dall'inizio della mestruazione indotta con Farlutal (1cp x 10gg).Adesso sono in attesa del referto che quando avrò le invierò per maggior chiarezza.Premetto che sono normopeso e nn ho acne ma questa situazione di oligomenorrea mi crea dei disagi fisici (peluria diffusa come baffetti,peluria intorno all'areola, su gambe e glutei...Ahimè! Seno svuotato,pelle che invecchia precocemente,capelli sfibrati nonostante tutte le cure,secchezza vaginale) ma anche psicologici (calo del desiderio,umore depresso,non mi sento femminile con relativo calo a picco dell'autostima).Le mie domande sono queste:
-Potendo fare a meno della pillola come contraccettivo perchè possiamo tranquillamente utilizzare il profilattico,vorrei sapere seci sono dei farmaci fitoterapici in grado di aiutarmi a regolarizzare il ciclo e alleviare i miei sintomi.Se si quali? anche questi interferiscono con i valori del colesterolo?
-vorrei sapere se secondo lei il mio colesterolo alto è realmente causato soltanto dalla pillola oppure se possono esserci altri motivi.Se si,quali esami dovrei fare?Il mio gine presume che sia di tipo familiare.Può essere?Lo ha alto soltanto mia nonna che però ha 80 anni.
-é vero che con questa mancanza di cicli regolari sono esposta a osteoporosi precoce?
-sarò in grado di avere un figlio quando lo vorrò?
scusi la lunghezza della mia lettera ma ci tenevo a spiegarle bene il mio caso e inoltre sono molto preoccupata! se avrà bisogno di altre informazioni gliele darò volentieri.Le invierò i risultati dei dosaggi ormonali appena li avrò.
La ringrazio anticipatamente se vorrà leggere la mia Mail e rispondermi gentilmente. Distinti saluti.
[#1]
Dr.ssa Valentina Pontello Ginecologo, Perfezionato in medicine non convenzionali 8,1k 178 92
Gentile Signora,

sarebbe utile fare il punto della situazione sul discorso ormonale, che da quanto dice sembra rientrare nella categoria della sindrome dell'ovaio policistico, tramite dosaggi e curva glicemica ed insulinemica.
A livello di regolarità mestruale queste situazioni rispondono bene alla somministrazione di farmaci insulinosensibilizzanti o altri integratori, tipo inositolo.
Il colesterolo in tutta probabilità è di origine genetica, la pillola semplicemente scompensa l'equilibrio di base.
Nessun rischio osteoporosi per chi soffre di ovaio policistico se lei assume la giusta quantità di carboidrati, inoltre non ci dovrebbero essere problemi di fertilità, anzi dopo la gravidanza miglioreranno anche i cicli mestruali.

Dr.ssa Valentina Pontello
https://linktr.ee/vvpginecologa
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa Pontello,un ringraziamento sincero per la sua risposta precisa e competente!
Mi scusi ma mi sorgono alcuni dubbi:
-Apparte quel caso isolato di ciste ovarica poi regredita non sono mai state riscontrate altre cisti,nè con eco transvaginale nè con la normale ecografia che comunqua io eseguo ogni anno per controllo di un angiomiolipoma sul rene destro.In queste occasioni sono stati sempre controllati anche utero e annessi.
Mi chiedo se la sindrome dell'ovaio policistico, come complesso di segni e sintomi può comparire anche in assenza di cisti ecorilevabili.
-I dosaggi ormonali sono in laboratorio e la invierò i risultati appena ne sarò a conoscenza.Per quanto riguarda la curva glicemica e insulinemica non mi era stata proposta da nessun medico prima di lei.Mi potrebbe spiegare meglio la relazione tra metabolismo glucidico e funzionalità ovarica? Dovrei eseguire la curva da carico di glucosio anche se la mia glicemia a digiono è sempre stata normale?
-in casi come il mio si può forse sospettare una insulinoresistenza dei tessuti? è per questo motivo che le mie ovaie non funzionano adeguatamente?
-Cosa intende per giusta quantità di carboidrati? io nn sapevo niente di tutto questo per cui ho limitato fortemente i grassi animali per cercare di ridurre il colesterolo ma ho sempre mangiato liberamente pane, pasta e anche dolci visto che non ho problemi di peso seguendo la classica "alimentazione mediterranea".
-Che cos'è l'inositolo?
-perchè il mio ginecologo non mi ha mai parlato di tutto questo limitandosi a prescrivermi la pillola?Sono anni che ho questi dubbi riguardo alla mia condizione, ho cambiato diverse volte specialista ma nessuno mi ha fornito risposte esaustive.Personalmente non mi accontento di avere il ciclo ogni mese indotto dalla pillola ma vorrei capire la causa di tutto ciò.
Un'ultima curiosità:
Mi è capitato di leggere su un libro di Fitoterapia che la salvia (tintura madre) ha proprietà estrogenosimile. vorrei sapere se è vero,se deve essere assunta sotto prescrizione medica e se potrebbe aiutarmi ad alleviare i sintomi che precedentemente le ho descritto.
La ringrazio sentitamente per la consulenza che mi ha prestato.
Distinti saluti.
[#3]
Dr.ssa Valentina Pontello Ginecologo, Perfezionato in medicine non convenzionali 8,1k 178 92
>Mi chiedo se la sindrome dell'ovaio policistico, come complesso di segni e sintomi può comparire anche in assenza di cisti ecorilevabili.

sì, anche perchè non si tratta di cisti, ma semplicemente di follicoli che si ammassano alla periferia dell'ovaio. Nel suo caso fanno pensare a questa condizione l'oligomenorrea e i sintomi di iperandrogenismo.


>Mi potrebbe spiegare meglio la relazione tra metabolismo glucidico e funzionalità ovarica?

L'insulina agisce a livello ovarico stimolando la produzione di ormoni androgeni, che a loro volta bloccano lo sviluppo dei follicoli verso l'ovulazione. Questo avviene in soggetti geneticamente predisposti. Infatti non è raro osservare cicli perfettamente regolari in situazioni di obesità semplice.



>Dovrei eseguire la curva da carico di glucosio anche se la mia glicemia a digiono è sempre stata normale?


sì, si trovano spesso delle "sorprese"



>-in casi come il mio si può forse sospettare una insulinoresistenza dei tessuti?

vediamo come viene la curva



>è per questo motivo che le mie ovaie non funzionano adeguatamente?

è probabile


>-Cosa intende per giusta quantità di carboidrati?


nè troppi nè troppo pochi


> io nn sapevo niente di tutto questo per cui ho limitato fortemente i grassi animali per cercare di ridurre il colesterolo ma ho sempre mangiato liberamente pane, pasta e anche dolci visto che non ho problemi di peso seguendo la classica "alimentazione mediterranea".

male, così peggiora l'insulinoresistenza



-Che cos'è l'inositolo?

vitamina del gruppo B, è un mediatore dell'azione del recettore dell'insulina



>perchè il mio ginecologo non mi ha mai parlato di tutto questo limitandosi a prescrivermi la pillola?


va chiesto a lui



>Sono anni che ho questi dubbi riguardo alla mia condizione, ho cambiato diverse volte specialista ma nessuno mi ha fornito risposte esaustive.Personalmente non mi accontento di avere il ciclo ogni mese indotto dalla pillola ma vorrei capire la causa di tutto ciò.


questo è molto giusto, sono d'accordo con lei.



>Mi è capitato di leggere su un libro di Fitoterapia che la salvia (tintura madre) ha proprietà estrogenosimile. vorrei sapere se è vero,se deve essere assunta sotto prescrizione medica e se potrebbe aiutarmi ad alleviare i sintomi che precedentemente le ho descritto.


no, lei ha anche troppi estrogeni in circolo se mangia molti carboidrati.


cari saluti,





[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie di cuore Dottoressa! finalmente ho un po' di chiarezza in più nella mia testa!La verrò a trovare nel suo studio visto che la mia città è abbastanza vicina a Firenze.Credo che lei sia il medico competente e scrupoloso che cercavo! GRAZIE!!!!
DISTINTI SALUTI
[#5]
Dr.ssa Valentina Pontello Ginecologo, Perfezionato in medicine non convenzionali 8,1k 178 92
La ringrazio caldamente per la stima,
[#6]
dopo
Utente
Utente
Non c'è di che,Dottoressa.
Arrivederci a presto.

Gli anticoncezionali: metodi ormonali, di barriera o intrauterini, come scegliere il contraccettivo giusto? Quando ricorrere alla contraccezione d'emergenza?

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test