Utente 101XXX
Gentilissimi dottori, sono alla 16 sett di gravidanza. La mia ginecologa molto scrupolosa alla 15 set mi ha fatto fare un tampone vaginale.
Risultato:
Lattobacilli: presenti
Leucociti: assenti
presenti numerose colonie di enterococcus faecali

La ginecologa non c'è .. ho sentito la mia dott.ssa di base e secondo lei non devo fare nulla se non regolarizzare l'intestino. Ma da una ricerca su internet ho letto che molti ginecologi prescrivono antibiotico per prevenire infezioni che possono causare la rottura delle membrane.

Non ho disturbi particolari, non noto perdite strane e maleodoranti. Ogni tanto.. ma rarissimamente ho piccoli episodi di prurito esterno alla vagina.. ma vanno e vengono durano pochissimi istanti.
Ho molta cura dell'igiene intima. Uso ormai da molti anni Alkagin che è il detergente che più si addice al mio ph. Da quando ho scoperto la gravidanza non ho avuto rapporti con mio marito essendo in gravidanza a rischio per via dei precedenti 3 aborti.

Premetto che causa nausee ancora molto forti bevo poco e sono diventata un po' stitica. Ma mi stò sforzando di bere molto di più .. e l'intestino adesso è regolare.

Cosa consigliate?

Grazie

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se l'igiene intima dopo la defecazione viene ben condotta, evitando, cioè, di passare sulla vulva dopo aver lavato l'ano, l'infezione vaginale da cocchi intestinali andrebbe sempre trattata, pur se asintomatica.
Importante è la regolarizzazione dell'alvo, se coesiste stipsi ostinata e l'utilizzo di fermetti lattici probiotici per periodi non inferiori ai 15 - 20 giorni.
Anche una eventuale terapia antibiotica locale con creme vaginali od ovuli, andrebbe sempre seguita da una cura riequilibrante la flora lattobacillare vaginale per lo stesso periodo di durata.
Un tampone vaginale di controllo, eseguito non prima di 5 - 7 giorni dall'ultima dose locale di farmaco, testimonierà dell'avvenuta eradicazione del germe.


Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli