La farmacista mi ha detto 7 giorni dopo la fine dell'antibiotico, il ginecologo 10

Gentili Dottori,
ieri ho iniziato a riprendere yasminelle dopo i 7 giorni di sospensione (alle 22 e 30) e nel frattempo, sempre ieri, ho iniziato a prendere un antibiotico a base di amoxicillina (zimox) alle 19.30. Data la contemporaneità dei due eventi e dato il fatto che ho iniziato l'antibiotico dopo la settimana di sospensione, quanto tempo devo aspettare per tornare ad avere rapporti non protetti? la farmacista mi ha detto 7 giorni dopo la fine dell'antibiotico, il ginecologo 10... non capisco
Grazie per l'attenzione e per una eventuale risposta che mi farebbe stare più tranquilla
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,3k 1,2k 251
L'amoxicillina dalle evidenze e dai criteri di eligibilità rientra nella categoria "1" e cioè :
Una condizione per la quale non esiste restrizione di utilizzo per il metodo contraccettivo.(guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità)
Quindi nessun problema
Saluti

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la celere risposta Dottore
però allora mi sono spiegata male, non è l'amoxicillina che interferisce ma è qualche altra sostanza presente nell'antibiotico nell'antibiotico perché mi han detto tutti che interferisce...
E nel caso che interferisse veramente, per una sicurezza maggiore, come dovrei comportarmi?
Grazie ancora per la pazienza
[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,3k 1,2k 251
Deve riprendere i rapporti "non protetti" dopo 7 dalla fine della terapia.
SALUTI
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,
Approfitto della Sua gentilezza per esporle un'altra questione che ha a che fare con i farmaci che interagiscono con la pillola contraccettiva

da un mese assumo trimebutina maleato, dato che il foglietto illustrativo non indicava interazioni e che nella lista che ho di farmaci che interagiscono questa non è presente, ho avuto rapporti non protetti. Posso stare tranquilla? Mi è sorto il dubbio perché da una settimana da questi rapporti ho tensione al seno, grande appetito, stitichezza (cosa assai rara!)

Inoltre dato che ho problemi di colon irritabile insorti da quando ho iniziato ad assumere yasminelle vorrei smettere di usare la pillola e iniziare col cerotto, in questo modo la pillola non aggrava le condizioni dell'intestino e della flora batterica, giusto?
E allora mi chiedo, perché i ginecologo di solito prescrivono la pillola quando il cerotto è un metodo contraccettivo "più leggero" dato che non è assorbito per via intestinale e non presenta problemi in caso di diarrea/vomito? Presenta altri svantaggi?

Le sarei grata se mi volesse rispondere a queste domande.

Buona serata.
[#5]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,3k 1,2k 251
Può stare tranquilla,la pillola non altera la flora intestinale e non irrita la mucosa intestinale.
Il cerotto è un contraccettivo ormonale come la pillola e l'anello vaginale ,cambia soltanto la via di assorbimento.
Si tratta di personalizzare il contraccettivo ormonale.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test