Utente 555XXX
Buonasera!
Avrei bisogno di un chiarimento.
Sono alla ricerca di una gravidanza e attraverso muco, Persona e temperatura basale (questo mese anche attraverso monitoraggio) riesco sempre ad individuare il giorno dell'ovulazione (questo mese al 17° pm).
La mia domanda riguarda il periodo post ovulazione, nel quale so che, per via del progesterone, la temperatura dovrebbe sempre mantenersi alta, o quanto meno più alta rispetto alla fase pre-ovulatoria... bene, io dopo tre giorni di temperatura in rialzo, ho avuto dei picchi in basso (al 5° e al 7° giorno), cioè la temperatura in questi due giorni è tornata come nella fase preovulatoria.
Sapete spiegarmi il perchè?
Premetto che la temperatura dovrei averla presa correttamente, cioè appena sveglia la mattina e senza medicine o influenze varie.
Questi cali di temperatura danno già indizio di non gravidanza?

[#1] dopo  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
La temperatura basale è un metodo per rilevare l'ovulazione ormai obsoleto e accantonato a causa di tutte le variabili nelle quali incorre, come è successo a lei, che confondono solo le idee.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#2] dopo  
Utente 555XXX

Quindi mi conferma che posso ancora sperare di essere rimasta incinta?
(Ovulazione il 17° pm, rapporti dal 13° al 17° pm).

[#3] dopo  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Per la magia non sono ancora attrezzata. Vedremo se ci sarà il ritardo mestruale.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#4] dopo  
Utente 555XXX

Beh, che la magia non è il suo campo lo so.... infatti non le ho chiesto una previsione ma solo una possibile speranza...

[#5] dopo  
Utente 555XXX

Supponendo di aver preso la temperatura correttamente, qualcuno può spiegarmi tecnicamente come sono possibili questi cali?

[#6] dopo  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Quando non c'è un picco ovulatorio vuol semplicemente dire che è difficile che l'ovulazione ci sia stata. Come le ho già spiegato il metodo da lei usato non è per niente preciso quindi può creare solo dubbi e ansie inutili. Ed è anche inutile andare alla ricerca dell'ovulazione. Supponiamo che questo mese lei ovuli o non ovuli non significherebbe nulla per qto potrebbe succedere i prossimi mesi. L'unico modo per valutare la riserva ovarica di una paziente è il dosaggio dell'FSH in 5° giornata del ciclo. Ma le premetto fin da subito di non farlo nell'ottica di riscrivere di nuovo ai medici di questo sito chiedendo cosa significa un dato risultato. La informo semplicemente di quale può essere il primo passo che però lei dovrà fare accompagnata da un ginecologo in carne ed ossa. Auguri.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#7] dopo  
Utente 555XXX

Ho già fatto più volte quello che Lei mi ha indicato di fare, più altre varie analisi che, associate a monitoraggi vari, muco e stick, mi assicurano l'ovulazione ogni mese.
La mia era una semplice domanda terra terra che mi pare che Lei neanche abbia compreso bene (parla di mancanza di picco ovulatorio che invece c'è stato e considera la tb come mio unico strumento per individuare l'ovulazione, cosa che così non è) e alla quale Lei alla fine della fiera non ha nemmeno risposto.
Grazie!

[#8] dopo  
Dr.ssa Cristina Passadore

28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Mi perdoni ma leggo male o nel suo primo post c'è scritto " bene, io dopo tre giorni di temperatura in rialzo, ho avuto dei picchi in basso"? (Ho fatto un semplice copia e incolla). Lei parla di temperatura in rialzo e di picchi in basso, giusto? Le assicuro che è totalmente diverso dal picco ovulatorio della temperatura basale con il qle si intende uno scatto in alto della temperatura di ca mezzo grado centigrado. Se poi con quella frase lei dava per scontato che aveva avuto il picco ovulatorio, questo purtroppo non è stato esplicitato. Le posso solo ribadire un'altra volta, e i nostri qui pro quo ne sono una lampante dimostrazione, che la misurazione della temperatura basale non è un metodo preciso tanto che da tempo non è più in uso per la diagnosi e la cura delle difficoltà a concepire. Ho considerato solo il metodo della temperatura basale perchè è quello di cui lei ha parlato più nello specifico. Il muco e Persona li ha solo menzionati. Dopodichè ci tengo a precisare che quando una coppia decide di avere un figlio l'unica cosa sana da fare è liberare la testa da tutto e avere rapporti liberi e spontanei. Le assicuro che ne basta uno per rimanere in gravidanza. Se si inizia medicalizzando la cosa, la gravidanza si allontana sempre più. Sono sicura che appena si dimenticherà di volere un figlio, il figlio arriverà. Le hanno mai raccontato che moltissime coppie sane dopo essere passate attraverso mille tentativi di inseminazioni di vario tipo rimasti tutti senza successo hanno concepito spontaneamente dopo aver avviato le pratiche per l'adozione? Le rinnovo i miei più affettuosi auguri.
Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it