Utente 248XXX
Salve,
brevemente la mia storia...

Ho 28 anni compiuti da poco, ho scoperto di essere incinta dopo 2 settimane di perdite più o meno abbondanti, di colore e consistenza variabili. Non avevo inizialmente dato importanza a queste perdite poichè sono iniziate nei giorni in cui avrebbero dovuto arrivare le mestruazioni. Ad ogni modo, insospettita ho fatto il test e scoperto di essere incinta. Ho calcolato di dover essere tra la 5° e la 6° settimana. Sono andata immediatamente dal ginecologo, il quale, attraverso un'ecografia tv ha verificato come fosse presente solo la camera gestazionale, senza sacco vitellino nè embrione. Penso si trattasse di gravidanza anembrionica. Comunque, morale della favola, giovedì sera ho abortito con dolori molto forti e espulsione di quella che ho intuito essere la camera gestazionale. Adesso ho ancora delle perdite ematiche.
In settimana andrò dal mio ginecologo per verificare di aver espulso tutto.

Le domande che volevo porre sono le seguenti:

- quando è possibile ricominciare a provare ad avere un figlio? E' necessario davvero osservare un periodo di pausa?
- in famiglia c'è stato un caso di poliabortività... è una condizione che può essere eridataria?
- avendo avuto perdite ematiche in questa prima gravidanza andata male, è possibile avere la tendenza a presentare questo fenomeno anche nelle gravidanze successive?

Sono un pò preoccupata, poichè temo il ripetersi di questo triste evento, e temo che se ciò avvenisse perderei la fiducia nella possibilità di avere un figlio.

Grazie in anticipo. Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
FIRENZE (FI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
cara signora,
un aborto spentaneo è un'esperienza dolorosa, ma molto comune. Molte donne sperimentano questa situazione , ma non c'è motivo di preoccuparsi, ne di pensare che ci sia un problema particolare. Non è nemmeno raccomandabile eseguire esami aprofonditi, che sarebbero consigliabili solo si dovesse ripetere un aborto spontaneo.
Non c'è motivo di ritardare il concepimento, può ritentare di rimanere incinta da questo mese stesso. Dato che è alla ricerca di un figlio le ricordo di assumere acido folico, lo può far prescrivere al medico curante.
Un cordiale saluto
Elisabetta Chelo
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 248XXX

Gentile Dott.ssa,

grazie infinite per la sua risposta. Ho solo un altro dubbio. Ho ancora delle perdite di media abbondanza, proprio come quando ho le mestruazioni. Queste perdite indicano che l'utero si sta ripulendo da solo come dovrebbe? O c'è comunque sempre il rischio di dover fare un raschiamento?

Grazie ancora. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
FIRENZE (FI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Spero che le perdite siano cessate. Possono sicuramente essere legate ad un imperfetta eliminazione di alcuni fruscoli, ma la prossima mestruazione dovrebbe "ripulire" completamente l'utero.
Un saluto cordiale
Elisabetta Chelo
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com