Sangue in allattamento

Salve Dott. Il 18.10 ho partorito un bimbo e cominciato l allattamento al seno. Dopo una ventina di giorni noto le sue feci nere e che rigurgita sangue. Da successive poppate noto che questo sangue mi esce dai condotti del seno (ma non trattasi di ragadi bensi internamente) e sento che sempre piu mi tira mentre allatto una zona del seno, che si gonfia pure un po. Risultato: mi aggancia qualche capillare mentre ciuccia. Prendo antibiotico Amplital, Fibrominase e Tranex (PS il giorno prima avevo cominciato ad assumere Cerazette). Dopo una settimana in cui mi tiro latte con le mani,quel seno mi guarisce, ma dopo 4/5giorni stesso problema, seppur in misura inferiore, si presenta dalla altro seno nonostante ancora prendo il Tranex e Fibrominase. Passa qualche giorno ma poi sempre sangue ciuccia. Fin quando decido, d accordo col pediatra, di smettere di allattare. Mattina di domenica inizio ad assumere Dostinex e dopo nottate di dolori posturali smetto di allattare. Mi chiedo l interferenza del Dostinex con Cerazette, se mi conviene continuare ad assumere Cerazette e qualora dovessi cambiare con una pillola tradiziinale(quale?) devo fare o no la pausa? Il seno, non mi sembra ancora del tutto svuotato, e' normale? Andra' via da solo e solitamente in quanto tempo? La mia gine e' alla estero, ma vi ringrazio sin d ora oltre che per la rinomata vs professionalita' per le esaurienti risposte e disponibilita'. Grazie anticipatamente
[#1]
Dr. Pierluigi Giordano Radiologo interventista, Radiologo 193 5 2
Gentile signora,
oltre a tutto quanto ha già fatto, credo che sarebbe opportuno che eseguisse un esame citologico del secreto mammario ed un'ecografia mammaria bilaterale (magari confrontandola con eventuali precedenti ecografie). Se l'ecografia dovesse risultare negativa, ma le perdite dovessero continuare potrebbe, in accordo con un senologo, valutare l'opportunità di eseguire una duttogalattografia.

Dott. Pierluigi Giordano

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per il consulto. Fra una decina di giorni effettuero' la mammografia e vedremo come andra'.
La duttogalattografia immagino permetta di osservare i condotti del latte, ma cosa potrebbe tirar fuori?
Se possibile mi interessebbe una replica ancge x quanto riguarda i dubbi ginecologici evidenziati nel mio post. Grazie ancora
[#3]
Dr. Pierluigi Giordano Radiologo interventista, Radiologo 193 5 2
Gentile signora, alla sua età e con un'allattamento appena finito la mammografia servirà veramente a poco. La mammella è molto densa a 35 anni e lo è ancor di più durante l'allattamento. Questo comporta una scarsa visibilità di eventuali patologie alla mammografia. Il primo esame che secondo me dovrebbe eseguire è un'ecografia mammaria. Successivamente ma solo dopo, si può pensare ad altro.
I condotti del latte possono presentare alcune patologie che si manifestano con perdite che in alcuni casi possono essere ematiche.
Per i dubbi "ginecologici" sposto la sua domanda in ginecologia dove sapranno darle informazioni precise.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie del chiarimento. Pensavo che l ecografia mammaria e la mammografia fossero la stessa cosa.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Salve, come suggeritomi ho fatto la mammografia col seguente esito:

Si segnala la presenza di alcuni linfonodi di verosimile significato reattivo nel pilastro ascellare di destra.

Effettuero a breve anche ecografia mammaria. E'preiccupante o meno quanto gia' rilevato?

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test