Utente
Egr. dottore,
in data 5 febbraio ho eseguito una sonisterosalpingografia per valutare la pervietà delle tube perchè sto cercando una gravidanza e mi è stato diagnosticato un polipo endometriale di circa un centimetro. in data 17 febbraio ho eseguito un'altra ecografia di controllo con color doppler che ha evidenziato il peduncolo vascolare del polipo, la forma ovale (dim 1,4 cm per 9 mm). in data 27 febbraio il polipo mi è stato rimosso tramite isteroscopia operativa (il referto è stato polipo endometriale di dimensioni 7- 8 mm, il resto dell'endometrio e del canale cervicale appariva normale). sto aspettando il referto dell'istologico e sono molto spaventata che si tratti di qualcosa di maligno . secondo Lei dall'iter fin qui effettuato si sarebbe già visto qualche cosa di sospetto? grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Da ciò che riferisce è assai improbabile che ci sia da preoccuparsi anzi sembrerebbe un normale polipo che può insorgere per cause ormonali in una grande percentuale di donne in età fertile. Inoltre a maggior ragione l'esame istologico ha confermato la normalità del quadro
Dr. Silvia Lovergine

[#2] dopo  
Utente
Gentilissima dottoressa,
grazie per la risposta. in realtà non ho ancora il referto dell'istologico, lo sto aspettando.....il referto che le ho riportato nella prima domanda non era l'istologico ma era quanto scritto sulla lettera di dimissione del day hospital effettuato per l'isteroscopia operativa dal ginecologo che mi ha rimosso il polipo. il motivo per cui sono preoccupata è che ho letto che esiste una percentuale di polipi maligni o atipici, e sono spaventatissima che dall'istologico esca qualcosa del genere. per la Sua esperienza un ginecologo può sospettarle anche prima del referto dell'istologico delle caratteristiche di atipicità di un polipo?
le chiedo un'ultima cosa, potrebbe un polipo nascere per motivi infiammatori?
la ringrazio e le auguro buona giornata

[#3]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Un polipo francamente cancerizzato è individuabile macroscopicamente per la presenza di aree necrotiche friabil e facilmente sanguinanti. Vi sono poi polipi assolutamente normali dall'aspetto ma che a livello microscopico risultano in trasformazione dalla base di impianto. L'esame istologico resta sempre l'unica modalità di diagnosi davvero certa. L'infiammazione comunque resta sempre una causa di aumentato turno over e pertanto può portare ad un iperplasia cellulare come anche incessanti stimoli ormonali estrogenici non bilanciati.
Dr. Silvia Lovergine

[#4] dopo  
Utente
grazie dottoressa per la risposta molto chiara. aprofitto per chiederle un consiglio perchè è da circa un anno che ho rapporti non protetti e la gravidanza non arriva. di seguito le spiego le analisi effettuate:
-ho effettuato gli esami ormonali che sono a posto, dipongono per un quadro ovulatorio e, anche se ho 38 anni, l'fsh è risultato buono (5,97). era emersa una iperprolattinemia in tutti i prelievi con valori fino al doppio della soglia massima, ma il ginecologo non ritiene di trattarla perchè dice che comunque i dati ormonali sono ovulatori.
- ho effettuato tutti i tamponi sono tutti negativi
- ho effettuato la sonoisterosalpingorafia e le tube sono aperte.
- durante l'isteroscopia operatoria il ginecologo ha verificato la cavità uterina e l'ha definita eumorfica e senza alterazioni eccetto questo piccolo polipo (che non era emerso nella visita di ottobre ma è emerso adesso a febbraio)
mio marito ha uno spermiogramma con tutti i valori a posto (sopra la media), l'unica cosa che è emersa dalla spermiocoltura è un batterio (enterococco).
adesso stiamo prendendo entrambe gli antibiotici per debellarlo.
le chiedevo del fondamento infiammatorio del polipo proprio per questo, perchè ho pensato che magari l'enteroccocco di mio marito mi possa aver causato infiammazione... tra l'altro proprio ad agosto dell'anno scorso (a distanza di qualche mese dai primi rapporti non protetti), mi si era scatenata una fortissima cistite (la prima della mia vita)...e anche questa non so se attribuirla all'enterococco.... secondo lei potrebbero essere queste le cause di infertilità? o mi consiglia di fare altre verifiche? non sapevo se sarebbe utile un monitoraggio ecografico dell'ovulazione.....grazie per la sua disponibilità

[#5]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
A posteriori è difficile stabilirlo e comunque quando si parla di infertilità senza una vera e propria causa e da cioè che riferisce non si è trovata questa è di origine plurifattoriale e cioè generata dall'insieme di piccoli problemi sommati tra loro. Il monitoraggio follicolare o i test di ovulazione possono essere di aiuto a patto però di non generare ansie e illusioni.
Dr. Silvia Lovergine

[#6] dopo  
Utente
grazie dottoressa, gentilissima e velocissima. da un po' di mesi uso gli stick che bene o male mi rilevano il picco lh. purtroppo ho un'ansia terribile dal secondo mese di tentativi.... immagino che questo non aiuti, ma qui ci sono pochi rimedi (dovrei cambiare testa).....la terrò aggiornata e spero di darle buone notizie! le auguro buon lavoro!

[#7] dopo  
Utente
Gentilissima Dottoressa,
Le chiedo un parere. Come Le avevo scritto ho tolto un polipo endometriale (fortunatamente il referto istologico era negativo). Settimana scorsa mi sono recata dall ginecologa per il controllo post intervento e l'endometrio è posto però (ero all'ottavo giorno del ciclo), dall'ecografia è emerso l'ovaio destro di aspetto policistico.
la ginecologa mi ha prescritto una cura a base di agnocasto che dovrebbe aiutare l'ovaio e allo stesso tempo regolarizzare la prolattina (nel mio caso leggermente alta).
ho 38 anni ma di controlli ginecologici ne ho fatti ben pochi nella mia vita (in tutto meno di 10 volte)... una volta si e una no nei vari controlli a livello ecografico emergevano cisti ovariche o corpi lutei cistici... altre volte il mio ovaio è stato definito multifollicolare... un paio di volte con ecografie fatte a fine ciclo non c'era nulla di strano... il mio ciclo varia da 25 a 32 giorni... i mesi che ho controllato l'ovulazione lo stick più o meno si positizzava e quel mese che ho controllato i valori ormonali erano buoni (fsh 5.97, lh 4,8, prolattina 48... e al 21 giorno progesterone 11, 4 e prolattina 38, al 23 giorno progesterone 10.3 e prolattina 57) .tutto questo quadro potrebbe deporre per una policistosi? se fosse così questa potrebbe essere la mia causa di difficoltà di concepimento? grazie mille per l'attenzione!

[#8]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Se le sue cisti così definite vanno e vengono riterrei che si tratti di formazioni puramente funzionali ed inoltre non credo siano correlate alla sua fertilità mentre sembrerebbe che il valore della prolattina sia aumentato e questo invece potrebbe crearle problemi
Dr. Silvia Lovergine

[#9] dopo  
Utente
grazie dottoressa! curerò l'iperprolattinemia. buona giornata!

[#10] dopo  
Utente
Gentilissima dottoressa,
mi è stata proposta una laparoscopia diagnostica per capire le cause della infertilità fino ad ora inspiegata (a parte la prolattina alta tenuta sotto controllo). il ginecologo sospetta che vi siano focolai endometriosici asintomatici. dato che non voglio sottopormi ad anestesia totale e nemmeno alla pratica laparoscopica le chiedo se è possibile visionare gli organi pelvici con un intervento di minilaparotomia (mi pare eseguibile in anestesia spinale) ed eventualmente intervenire? so che come tipologia di intervento presenterebbe maggior danno estetico, maggiori aderenze, e una convalescenza più lunga... ma come procedura mi preoccupa molto meno e riuscirei ad affrontarla.
la ringrazio per la gentilezza e le auguro buon lavoro.

[#11]  
Dr. Silvia Lovergine

28% attività
16% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2014
Sì le due metodiche sono indifferenti ai fini diagnostici anche se i vari fattori ad esse correlati sono sicuramente a vantaggio della laparoscopia proprio in virtù della bassa invasivita' della procedura.
Dr. Silvia Lovergine

[#12] dopo  
Utente
Grazie mille dottoressa, Lei è sempre gentile e disponibile. La terrò aggiornata.
Le auguro buon week end!